VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
martedì 29 settembre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




31/05/2012 - Bassa Vercellese - Cronaca

TRICERRO - Il Consiglio Comunale su Acqua Smile finisce in rissa - Tensione alle stelle per tutta la seduta - Alla fine un Assessore non apprezza l’applauso di un cittadino e "si sfoga"

Consiglio blindato che – nonostante la presenza dei Carabinieri -lascia denotare la tensione alle stelle del piccolo centro vercellese - Anche Italia dei Valori sul caso Parco Acquatico






TRICERRO - Il Consiglio Comunale su Acqua Smile finisce in rissa  - Tensione alle stelle per tutta la seduta  - Alla fine un Assessore non apprezza l’applauso di un cittadino e "si sfoga"
Il Consiglio Comunale (all’inizio della seduta)



Le sorprese a Tricerro non mancano. Alle ore 18.30 di giovedì 31 maggio 2012, come da richiesta, il Consiglio Comunale di Tricerro ha avuto inizio. Dopo l’ingresso del Sindaco Ezio Borgogna, per precauzione, sono entrati anche due Carabinieri. Si incomincia subito specificando che la Segretaria, Daniela Gagliardi, non ha potuto presenziare e pertanto è sostituita da altro Segretario, come da comunicazione all’Agenzia dei Segretari. Al via le contestazioni da parte della minoranza, diretta da Antonella Abate per il modo in cui è stato convocato il Consiglio stesso: «L’urgenza –spiega il Consigliere- non è giustificabile. È stato convocato due giorni prima della data prefissata. Pertanto, riterrò illegittimo il Consiglio e farò ricorso al Tar. I consiglieri non hanno fatto in tempo a prendere visione dei documenti. Non possiamo votare su cose che non abbiamo preso in analisi. Per me, è illegittima l’urgenza ed è illegittima l’integrazione». Dato che i discorsi della Abate sono stati estesi, il Sindaco ha poi esordito con: «Prima di analizzare il primo punto, votiamo perché gli interventi della maggioranza e della minoranza siano di soli 15 minuti». Su questo, la minoranza insorge, perché sarebbe una decisione presa fuori dal regolamento: un caso straordinario. Tra minoranza e maggioranza inizia un piccolo vespaio con qualche espressione poco carina ed un “Stai zitto!” sottolineato dal sindaco al consigliere Giorgio Coggiola. Con presa visione del Segretario, emerge poi che la richiesta “dei 15 minuti” può essere ritenuta valida se votata a maggioranza totale. Neanche a dirlo, così non è. Successivamente, viene trattata la convenzione tra i Comuni di Greggio, Lenta, Quinto, Salasco e Tricerro per quanto concerne la Segreteria. Questa intesa “non torna” però alla minoranza che, sempre con voce dell’Abate rimarca: «Non c’è il Comune di Villarboit, al quale la nostra Segretaria è legata. Avete idea di lasciare a casa la Segretaria?». Non viene espressa nessuna risposta formale a tal proposito. Dopo di che, viene letta da parte del Segretario l’integrazione alla delibera sul Parco Acquatico Acqua Smile. Questo punto per la minoranza è illegittimo dato che “è stato comunicato oralmente e senza possibilità di visionare la documentazione”. Il Segretario legge la delibera sul Parco che prevede –oltre al piano di risanamento già votato dalla maggioranza del consiglio- durante il periodo di luglio e agosto le verifiche strumentali per le case limitrofe, con l’ausilio di tecnici. Saranno apportate dai gestori della Treemme, per poi comunicarle al Comune. Al termine, sarà esposta una perizia firmata dal tecnico competente. Abate rimarca: «Chiedo nuovamente la sospensione», ma la maggioranza vota con esecutività immediata. Ed è lì che un abitante applaude in segno di sdegno. Si alza dalla sedia e incrocia l’Assessore Giovanni Battista Demartini che non apprezza. Qualcuno sente un commento minaccioso. Quello che è chiaro e lampante è la rissa che ne scaturisce. L’Assessore pare sferrare un calcio verso “i gioielli di famiglia”  del signore in questione. Poi segue la confusione e i commenti dei presenti si fanno sentire a gran voce. Video in homepage


Sul caso parco acquatico di Tricerro è convocata per venerdì pomeriggio, 1 giugno,  una conferenza stampa di “Italia dei Valori”.


La riunione era già stata indetta prima del Consiglio comunale del piccolo centro alle porte di Vercelli, ma è assai probabile che lo svolgimento dell’Assemblea cittadina, i dubbi sulla regolarità della sua convocazione e quindi sulla efficacia dei deliberati adottati e infine il clamoroso epilogo degenerato inrissa non saranno trascurati.


                                                                                  *********************************************


Consiglio blindato che  – nonostante la presenza dei Carabinieri - finisce in rissa.  Altro che refrigerio estivo: il Parco Acquatico Acqua Smile scalda gli animi a Tricerro. A conclusione del Consiglio un cittadino triccerrese se ne esce con un applauso che poteva avere un che di ironico. L’Assessore Giovanni Battista Demartini , però, non ne può più di sentire contestazioni. La reazione è notevole: un calcio poco gentile  in "area di  rigore". Alcuni testimoni hanno sentito anche la frase “Ti faccio a pezzi”. A breve, cronistoria del Consiglio con fotogallery e filmati della rissa e del consiglio.


Guarda il video  http://www.youtube.com/watch?v=zOz7kmtWP14&feature=player_embedded


 


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it