VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
21 November 2017 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




Dettaglio News
01/11/2017 - Vercelli Città - Enti Locali

TRE RAGAZZI VERCELLESI UMILIATI E PRIVATI DEL LAVORO: ORA LA MISURA SEMBRA PROPRIO COLMA - Dopo Cisl e CambiaVercelli, anche Lega Nord e Gruppo Misto con Donatella Capra e Paolo Campominosi chiamano Atena a rendere conto

Il sistema degli incarichi milionari affidati senza gara d'appalto deve finire



TRE RAGAZZI VERCELLESI UMILIATI E PRIVATI DEL LAVORO: ORA LA MISURA SEMBRA PROPRIO COLMA - Dopo Cisl e CambiaVercelli, anche Lega Nord e Gruppo Misto con Donatella Capra e Paolo Campominosi chiamano Atena a rendere conto


Un’ altra patata bollente – anzi, al calor bianco – che viene scodellata sul tavolo del Sindaco dal nuovo management di Atena.

 

Ha suscitato uno sdegno più che comprensibile il mancato rinnovo del contratto ai danni di tre giovani Operatori ecologici di Atena.

 

Un netto tratto di penna e “zac” da oggi a domani sei fuori.

 

Manager veri, duri, uomini di numeri.

 

Dolcissimi, invece, e con il borsellino (poco, in verità) aperto quando si deve sponsorizzare qualche fiera o CinemadaMare, così, anche per tenere i rapporti.

 

Quando si tratta di fare fuori lavoratori vercellesi, poi, sai cosa deve importargliene a manager che vengono mandati qui a fine carriera oppure – all’opposto –  per fare vedere ciò che sanno fare.

 

Insomma, nemmeno fosse una palestra per manager di belle speranze.


Un luogo dove esercitarsi: solo che qui non siamo nel simulatore di volo.


Qui è in gioco la carne viva di giovani lavoratori.

 

Potrebbe persino essere – il taglio delle teste – un fattore foriero di punteggi propizi ad ulteriori avanzamenti.

 

***


Ma questa volta - semmai quelli fossero le loro intenzioni o i loro pensieri - sembra che abbiano trovato pietre molto dure.

 

Non vanno nel burro come al solito in Comune.


Tardiva resipiscenza di chi fino ad ora si è mostrato arrendevole e remissivo?

 

Così arrendevole e remissivo, ad esempio – lo dice con forza la Lega – da rinunciare all’opportunità di bandire gare d’appalto.

 

Il ruolo del Comune è essere “Stazione Appaltante”, non si può abdicare a questo ruolo.

 

Così Iren e Atena si “pappano” un contratto da 3 milioni di euro per l’illuminazione a Led senza uno straccio di gara d’appalto.

 

Prendono loro il contratto d'appalto e basta.

 

Poi lasciano a casa tre ragazzi vercellesi.

 

Non ne facciamo i nomi ( dei ragazzi ) per non concorrere involontariamente anche noi ad umiliarli ancora di più.

 

Ma poiché a Vercelli ci si conosce tutti, quelli che li conoscono dicono che sono ragazzi normali: cosa possono avere fatto?!

 

Di cosa possono essersi mai macchiati per una umiliazione simile: un tratto deciso di penna e zac!

 

Facciamo vedere chi siamo.

 

Chi comanda.


Umiliati come un tempo con i braccianti del Sud: oggi (30 ottobre) la lettera, da domani, fine del contratto.

 

Anche così si rischia di instaurare in Azienda un clima di paura che invece – lo illustrano bene i Consiglieri Comunali - bisogna contrastare perché la gente non deve essere in ansia quando va a lavorare.

 

Deve sapere che in caso di mancanze gravi ci sono le sanzioni, ovvio.

 

Ma non deve vivere nel terrore: punirne uno (anche se non si sa di cosa sia colpevole: gli è stato nei tre anni contestato alcunché?!), per educarne cento.

 

Per sapere che le cose possono andare così non c’era bisogno di piegarsi alla volontà di Francesco Profumo e del Pd di Torino e passare di mano – in quello sventurato 17 dicembre 2015 – il pacchetto azionario di controllo di Atena.

 

Per conoscere la regola che punendone uno se ne “educano” cento basta il Grande Timoniere, Mao Tse Tung.

 

***

 

Ma questa volta qualcosa non sta funzionando.

 

La città forse incomincia ad averne veramente abbastanza.

 

Intervengono  direttamente i Consiglieri Comunali.

 

Tanto di maggioranza quanto di opposizione.

 

Lo sdegno è bipartisan.

 

La misura pare essere finalmente colma.

 

Cosa stia capitando dentro Atena è qualcosa che ormai suscita le attenzioni di tutto il Consiglio Comunale che ha chiesto – unanime – nella seduta scorsa di fine ottobre, di convocare una seduta dell’Aula “entro e non oltre l’anno in corso” .

 

L’idea è di Maria Pia Massa, Giorgio Comella ed i Consiglieri Indipendenti Donatella Capra, Giordano Tosi Emanuela Naso, Paolo Campominosi.

 

Sono loro i primi a pensare necessaria una riunione del Consiglio dedicata all’argomento Atena.

 

In Aula e durante il Consiglio questo spunto è preso “a prestito” dal Consigliere Alessandro Stecco che lo concilia con la propria Mozione con la quale si chiedeva di chiamare Atena a rendere conto.

 

Nell’Aula di quel Consiglio Comunale che giusto due anni fa approvò – con solo 14 voti a favore, ma bastarono: 14 voti su 32 Consiglieri Comunali – l’atto di vero e proprio autolesionismo che peserà sulle prossime generazioni di vercellesi: la cessione della maggioranza delle azioni di Atena a Iren.

 

Atena non è più del Comune.

 

Per un piatto di lenticchie: nemmeno 20 milioni di euro una tantum per accaparrarsi la partecipazione di controllo di un’Azienda che fattura qualcosa come 100 milioni di euro l’anno.

 

E qualcuno parlò di treni che passano una volta sola: in effetti fu come buttarsi sotto un Intercity.

 

E’ una cosa che non si può ripetere due volte.

 

Il lavoro incominciato dalla Giunta Bagnasco nel 2003, quando fu ceduta alla Amag di Genova (ora in Iren) la partecipazione minoritaria del 40 per cento, è ora compiuto: si capisce meglio il motivo delle molte gite di Francesco Profumo (allora Presidente di Iren) a Vercelli, in quel 2014 che segnò la svolta al Comune.

 

***

 

Così, dopo due anni in cui l’occupazione non è aumentata ed il piano industriale con cui si è imbonito chi si doveva imbonire non è sostanzialmente realizzato, si ritorna in Aula Consiliare.

 

Un’Aula dove – è la richiesta che leggeremo tra poche righe – saranno presenti non solo i “vertici” di Atena, ma anche i Sindacati.

 

Perché la storia di questi tre ragazzi è una storia simbolo.

 

E’ possibile che tre “netturbini”, Operatori Ecologici, diventino un simbolo della città umiliata?

 

Umiliata dallo sporco per mesi nelle strade e nessuno dal Comune che dia uno straccio di penale ad Atena.

 

Umiliata per un piano industriale rimasto lettera morta.

 

Umiliata perché le assunzioni promesse non ci sono.

 

Umiliata perché a marzo si è per un soffio evitato che passasse un progetto di raccolta differenziata porta a porta che sarebbe costato almeno 700 mila euro l’anno in più di Tari ai cittadini.

 

Umiliata perché – forse – c’è chi crede di avere comprato il 60 per cento di Atena e con esso il 60 per cento di Vercelli.

 

Allora capita che lo sdegno, a poco a poco, si manifesti, cresca, diventi più grave.

 

Ma non c’è ancora il catalizzatore della reazione.

 

Poi, succede che un Sindacalista decida di parlare.

 

Si decida a parlare, perché in Azienda il clima non è semplice.

 

E allora questi tre ragazzi possono diventare il simbolo di qualcosa che altrimenti non avrebbe forse trovato la via per manifestarsi.

 

Ed arrivi il momento di dire con fermezza, con tranquillità, ma con fermezza, come insegnò Robert Kennedy, che questa cosa è “inaccettabile”, scandendo le sillabe, con voce ferma: i – nac – cet – ta – bi – le.

 

Inaccettabile.

 

***

 

Inaccettabile come il fatto – e non sarebbe la prima volta – che il Comune in vicende come questa si schieri a fianco di Atena contro il resto del Mondo.

 

Il Comune deve essere – lo si evince chiaramente dai documenti che pubblichiamo – terzo.

 

Deve rappresentare i cittadini, essere “contro – parte” di Atena.

 

Non sodale di Iren in Atena.

 

***

 

Ecco il documento di Donatella Capra e Paolo Campominosi, del Gruppo Indipendenti; a seguire quello della Lega Nord.

 

Sullo stesso argomento

 

Leggi anche:

 

http://vercellioggi.it/dett_news.asp?titolo=ATENA_LASCIA_A_CASA_TRE_RAGAZZI_&id=75881&id_localita=2

 

Leggi anche:

 

http://vercellioggi.it/dett_news.asp?titolo=ATENA_LASCIA_A_CASA_TRE_RAGAZZI:_CAMBIAVERCELLI_DA'_MANFORTE_ALLA_CISL_-_&id=75890&id_localita=2

 

***

 

                                                                                              Al Sign.

                                                                                             S I N D A C O

                                                                                             Del Comune di VERCELLI

                                                                                             p.c. Al Sign.

                                                                                             P R E S I D E N T E

                                                                                             Del Consiglio Comunale

 

OGGETTO: Richiesta di convocazione urgente del Consiglio comunale

i sottoscritti Donatella Capra e Paolo Campominosi, Consiglieri comunali del Gruppo Misto

-venuti a conoscenza del comunicato stampa da parte della FIT CISL di Vercelli-Novara-Verbania che annuncia il licenziamento da parte di Atena di tre operatori ambientali;

-rilevato che già nel 2016 a fronte di 12 risorse umane in uscita ne sono state rimpiazzate solo 9 e nel primo semestre del 2017 a fronte di 4 risorse in uscita non sono state effettuate sostituzioni;

-evidenziato che questa decisione viola ulteriormente il Piano Industriale previsto nell’atto di indirizzo al progetto di fusione per incorporazione di Atena Patrimonio spa in Atena spa deliberato in data 24 giugno 2015 (del.n.57) e confermato in data 17 12 2015 (del n.128) in sede di approvazione dell’atto di fusione che prevedeva invece un congruo numero di assunzioni;

-sottolineato che questo provvedimento avrebbe dovuto essere contrastato dai rappresentanti della Amministrazione comunale in seno al Consiglio di Amministrazione di Atena spa a tutela degli impegni a suo tempo sottoscritti;

-preso atto che il Consiglio comunale con deliberazione del 26 ottobre u.s., approvata all’unanimità dei presenti, aveva proposto “di convocare entro e non oltre l’anno in corso, una seduta del Consiglio comunale con possibilità di audizione del Consiglio di Amministrazione e dell’Amministratore delegato di Atena per analizzare tanto le fasi di attuazione, quanto la verifica del rispetto degli impegni assunti in merito alle strategie di sviluppo, ai patti parasociali ed al dettaglio dei progetti di investimenti ed eventuali rinnovi di Convenzioni “;

-considerato l’aggravarsi della situazione  in relazione alla mancata attuazione del Piano occupazionale

I N V I T A N O    I L   S I N D A C 0

a promuovere, sentiti i Capi Gruppo, la  convocazione urgente del Consiglio comunale per verificare con le organizzazioni sindacali la situazione e anticipare il confronto e la verifica del rispetto, da parte di Atena spa, degli accordi sottoscritti negli atti deliberativi succitati.

Vercelli 2 Novembre 2017

                                                                                                        Donatella Capra

                                                                                                        Paolo Campominosi

 

***

 

Ed ecco il testo di Alessandro Stecco per la Lega Nord.

 

Basta nascondersi !!!

 

La Lega Nord chiede un Consiglio straordinario, di fatto già previsto nella mozione della minoranza a prima firma Lega e approvata nell’ultimo Consiglio all’unanimità, a fronte degli ultimi accadimenti riguardanti Atena S.p.A..

 

Il Consiglio dovrà essere aperto anche alle parti sociali coinvolte, sigle sindacali e componenti C.d.A. di Atena, al fine di discutere i licenziamenti di tre dipendenti, le modalità di detti licenziamenti e, contestualmente, analizzare gli adempimenti previsti dal piano industriale della nuova società Atena s.p.a. approvati dal Consiglio Comunale con Delibera n. 128 del 17 dicembre 2015.

 

In tale contesto sarà altresì necessario dissipare ogni dubbio relativamente alle modalità di affidamento dei servizi, fin qui operate, con particolare attenzione alle proroghe contrattuali stabilite dal consiglio Comunale a fine 2014 e all’affidamento diretto dei lavori di riqualificazione dell’illuminazione pubblica (LED) operato, parrebbe, senza procedere ad una “comparazione economica” dei lavori.

 

Corre l’obbligo ricordare a questa Giunta e al Consiglio comunale che, a fronte della cessione delle quote di Atena ad Iren e dell’aumento di capitale operato da quest’ultima, il Sindaco dichiarava che si trattava di un’opportunità per la città di Vercelli che avrebbe portato ricadute occupazionali ed investimenti sul territorio mentre, all’attuale, si riscontrano (si sono riscontrati) disservizi diffusi nel sistema di raccolta rifiuti e licenziamenti a ridosso delle festività natalizie.

 

Il tempo delle parole è finito, è ora che il Sindaco e questa Giunta inizino a prendere coscienza delle difficoltà in cui versano i nostri concittadini a fronte di una politica, troppo spesso, insensibile verso i deboli e amica dei forti.

Segreteria Cittadina Lega Nord Vercelli

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
VercelliOggi.it - Network ©
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Tel. 0161 502068 - Fax 0161 260982
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it