VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
mercoledì 8 luglio 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it



11/12/2019 - Vercelli Città - Enti Locali

TRADITO SOLO DALLA CINESICA, ROBERTO CONTE, UOMO DI IREN A VERCELLI, CON LE MANI PARLA CHIARO: CI HANNO VENDUTI - La riunione delle Commissioni Consiliari su Piano Industriale di Atena Asm e trucioli, però è un precedente importante

Nei giorni scorsi se ne escono belli belli quelli di Atena Asm a dire: guardate, Signori cari, noi proprio il giorno 11 dicembre dobbiamo inaugurare la facciata nuova di Corso Palestro.





TRADITO SOLO DALLA CINESICA, ROBERTO CONTE, UOMO DI IREN A VERCELLI, CON LE MANI PARLA CHIARO: CI HANNO VENDUTI - La riunione delle Commissioni Consiliari su Piano Industriale di Atena Asm e trucioli, però è un precedente importante
A sinistra Roberto Conte, a destra Angelo D'Addesio, Presidente di Atena Asm

Tradito solo dalla cinesica, come di colui che cerchi di vendere ciò che non ha a chi non lo vuole, il mattatore incontrastato di questa serata di dicembre è stato lui, Roberto Conte, Amministratore Delegato di Atena Asm e uomo di Iren a Vercelli.

E, per una volta, non è necessario chiosare precisando, dopo la parola “uomo”, con l’avvertenza “sono modi di dire”.

Ma andiamo con ordine.

***

La circostanza semplice e solenne ad un tempo: la riunione congiunta delle due Commissioni permanenti del Consiglio Comunale di Vercelli, che hanno titolo per occuparsi dell’Azienda di  Corso Palestro.

La Prima Commissione, presieduta da Paolo Campominosi (Lista civica “Voltiamo Pagina”, Opposizione), quella che si occupa di Bilancio e Partecipate.

La Quarta (Presidente Romano Lavarino, Lega, maggioranza), tra l’altro delegata alle questioni urbanistiche.

***

Come abbiamo già osservato in un precedente articolo (collegato in alto nella pagina), il fatto stesso che si siano potute convocare le Commissioni è stata una novità importante. 

I proponenti non sono riusciti ad ottenere la convocazione straordinaria di un Consiglio Comunale ad hoc.

La richiesta deve essere presentata da almeno sette Consiglieri e l’Opposizione ha potuto contare solo su sei di 5Stelle, Voltiamo Pagina, SiAmoVercelli: il Pd e Alfonso Giorgio si sono rifiutati di sottoscrivere.

La volontà dei Consiglieri richiedenti era quella di discutere sulla fabbrica dei pallet e sul nuovo Piano Industriale di Atena Asm.


Tutto sommato, la riunione delle Commissioni fa sì che si conseguano tutti gli stessi ragionevoli obbiettivi.

I Consiglieri Comunali tutti, che lo desiderino, sono ammessi alla seduta, ancorchè formalmente non facenti parte dell’Organismo.

E, inoltre, anche le riunioni sono pubbliche, sicchè i cittadini e, evidentemente, anche gli Organi di Informazione e, perciò, l’opinione pubblica, possono assistere.

Dunque, badando alla sostanza, le cose essenziali ci sono.

***

E’ però stata subito palpabile, oggi e nei giorni precedenti, l’atmosfera che si respirerebbe in un tempio profanato.

Nei giorni scorsi – dopo ben 5 giorni dalla convocazione delle Commissioni - se ne escono belli belli quelli di Atena Asm a dire: guardate, Signori cari, noi proprio il giorno 11 dicembre dobbiamo inaugurare la facciata nuova di Corso Palestro.

Fate che rinviare l’incontro o fatelo slittare di un’altra ore (proponevano l’inizio alle 18, sapendo che poi ad una cert’ora il Comune chiude).

***

In nessun altro ambiente sarebbe stato possibile anche solo pensare di attribuire maggiore importanza e dignità istituzionale all’inaugurazione di una facciata (tra l’altro stabilita a posteriori) rispetto alla convocazione di due Commissioni Consiliari permanenti. E qui l'ingenuità forse la commette Iren con i suoi sudditi, perchè non rilevano una circostanza di qualche significato: a porre domande precise, ci sono i Consiglieri Comunali che sono anche Consiglieri Regionali, Alessandro Stecco e Carlo Riva Vercellotti.

Ma è cosa nota che Iren forse crede di avere acquistato non solo il 60 per cento delle azioni di Atena Asm, ma – tout court – il 60 per cento della città o, almeno, del Comune.

***

Confermata la riunione in Aula Consiliare alle ore 17, dunque e, loro, di Asm, unici invitati e convocati proprio per dire la loro, arrivano alle 17,30 e fanno pure gli offesi perché non si è accettato il rinvio.

La preparazione della sala è kafkiana: manca l’amplificazione.

Si lavora di ugola e polmoni.

Insomma, tutti i segnali ci sono per lasciare pensare che la riunione delle due Commissioni sia stata “sopportata”.

Comunque c’è stata.

***

L’occasione ha scontato qualche ingenuità.

Scopo dell’incontro, infatti, era quello di conoscere i motivi per cui gli investimenti promessi da Iren – Atena nel 2015 non siano stati realizzati e, soprattutto, in sostituzione di quelli, quali altri ne preveda il Piano Industriale “riveduto”, fino ad ora rimasto secretato.

***

Perché di questo nuovo Piano Industriale fa evidentemente parte anche il progetto “trucioli”, cioè la fabbrica dei pallet che Iren (ma oramai a mani basse anche la Giunta di Andrea Corsaro) vuole fortemente realizzare a Vercelli, nell’area attigua al Centro Multiraccolta2, vicino alla Motorizzazione Civile.

Quindi, su quello ci si sarebbe dovuti concentrare, per fare scoprire gli altarini a Roberto Conte e – si fa per dire – compagni.

Invece, forse inevitabilmente, alcuni Consiglieri toccano anche l’argomento certo oggi più sensibile, agli occhi dell’opinione pubblica: la raccolta rifiuti in città è ampiamente insoddisfacente.

Oggi, però, anche con il tempo contato, è un fuori tema insidioso.

Danno così modo alle doti di fantasista e di affabulatore di Roberto Conte di estrinsecarsi ( e guadagnare un’altra ora e venti minuti di aria fritta ) con pluralità di sfaccettature, iridescenze e sfumature, veramente stupefacente, anche per orecchie allenate.

E vai con l’esempio di Parma

E vai con la necessità di farsi un giro, un po’ tutti, a vedere come funziona la raccolta puntuale altrove.

E vai – velato rimprovero – al fatto che, qui a Vercelli, facciamo pena perché – sapete – per due anni ci avete fatto credere che sarebbe partito il porta a porta, ma poi non l’abbiamo fatto.

E noi (di Asm) siamo sempre rimasti un po’ lì, né cotti né crudi, cosa volete.

Certo, il Lettore ricorderà che per due volte abbiamo – tutti, cittadini di Vercelli – corso il rischio di beccarci nelle corna progetti lacunosi organizzativamente ed esosi economicamente.

La prima volta (marzo 2017) fermati da settori della stessa maggioranza, che si sono ribellati.

La seconda (2018, raccolta plastica: questa proprio una barzelletta) fermati da una maggioranza trasversale del Consiglio Comunale, proprio quando Roberto Conte credeva di avercela quasi fatta.

***

Nell’articolo corredato anche da qualche spezzone di filmato che sarà on line domani, il Lettore potrà venire a sapere cosa c’è al posto dei 40 milioni di euro che Iren non ha speso dal 2015 ad oggi, rimangiandosi il precedente Piano Industriale.

***

Perchè, finalmente, quando già alcuni sono stati presi per sfinimento, poco prima delle 20, ecco che Roberto Conte è costretto a dire cosa c’è al posto di 40 milioni di investimenti non fatti, di 89 persone non assunte, promesse nel Piano Industriale 2015, che fu lo specchietto per le allodole preparato per convincere i Consiglieri Comunali a votare la cessione della maggioranza.

In fondo è semplice, a parte i trucioli, non c’è niente.

Ebbene, sì – il filmato di domani sarà chiaro – a parte la fabbrica dei trucioli non c’è niente di niente.

Ci sarà – se tutto andrà bene – una serie di interventi di manutenzione sulle reti.

E cara grazia.

E’ tutto qui.

La bocca di Conte riesce a dire solo questo; le mani, invece, si muovono tracciando nell’aria segni e traiettorie forse concepite nell’inconscio per distrarre la mente dell’ascoltatore, attratto verso dimensioni surreali ed irraggiungibili, forse oniriche, certo fantastiche.

La bocca, purtroppo, anche se con malcelato disagio, dice solo di trucioli e manutenzioni delle reti.

Però, le cose che fanno sorridere finiscono qui.

Perché il problema vero resta ed è sempre più chiaro.

Da revamping dell’Inceneritore, al progetto trucioli, passando per la “letamaia” dell’impianto di biogas, una cosa è chiara: pensano a Vercelli come al luogo dove portare i rifiuti di tutto il Piemonte, se va bene e se no di tutta la Pianura Padana.

Il nostro “valore aggiunto”, per loro è questo: qui, alla fine, nessuno dice niente e, certi Amministratori per primi, ci hanno sempre venduti e continuano.

Vi lasciamo con la gallery, a domani per il filmato.


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it