VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
venerdì 30 ottobre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




25/06/2012 - Torino - Economia

TORINO - Un "Piano Strategico" per salvare la Latteria Sociale Valle Sacra: separare i conferitori dal nuovo soggetto economico che si occuperà di produzione, promozione e vendita

Il piano, ambizioso quanto concreto, necessita ora di due grandi elementi, la capacità di coordinamento ed un imprenditore capace di mettersi in gioco con successo.






TORINO - Un "Piano Strategico" per salvare la Latteria Sociale Valle Sacra: separare i conferitori dal nuovo soggetto economico che si occuperà di produzione, promozione e vendita
Luigi Vercellino

Si potrà salvare la Latteria Sociale Valle Sacra? Farla tornare in attività presso la storica sede di Borgiallo ora che è stato già nominato un commissario liquidatore? Il ben noto e caratteristico marchio della genzianella, per anni vanto ed orgoglio dei produttori locali e degli abitanti, tornerà negli scaffali dei supermercati per rappresentare una valle, la sua storia e la sua tradizione? Se ne è parlato giovedì 21 giugno presso il salone polifunzionale di Borgiallo. Davanti alla sala gremita di sindaci, ex componenti del Consiglio d’Amministrazione uscente, tecnici e dipendenti che ora vedono a rischio il loro posto di lavoro, alla presenza dell’Assessore provinciale alla Montagna Marco Balagna e dell’Onorevole Gianfranco Morgando, dopo il saluto del sindaco Mirko Roletto e della presidente della Comunità Montanan Unica Valle Sacra Valchiusella e Dora Baltea Marina Carlevato, il consulente aziendale Luigi Vercellino ha illustrato un pian strategico di rilancio. Primo passo inevitabile per la rinascita dell’azienda è fare in modo che la nuova realtà che si andrà a consolidare abbia una redditività autonoma. Anni e anni di finanziamenti e aiuti per tentativi andati a vuoto dimostrano che la Latteria deve camminare con le proprie gambe. La redditività autonoma, la capacità di raggiungere un equilibrio finanziario, di valorizzare i prodotti, la loro tipicità e, con essi, il territorio, sono tasselli irrinunciabili per tornare a dare virtuosità al contesto socio- economico su cui su vuol andare ad operare. Dopo aver svolto interviste mirate sia a coloro che sono direttamente coinvolti nella storia o nelle attività della Latteria sia a personaggi che ne sono collegati seppur in maniera non diretta, quali gli amministratori pubblici, Vercellino ha individuato criticità e strategie. La Latteria nacque in un contesto storico culturale del tutto diverso da quello attuale. Oggi bisogna creare un’azienda nuova, che risponda alle esigenze di mercato moderne e in rapida crescita. Bisogna effettuare scelte in merito ai prodotti, alla politica ed agli strumenti di espansione commerciale, e all’assetto organizzativo del processo di produzione. I ben noti formaggi stagionati (Piemontano, Canaveis, Erborinato, ecc…), hanno raggiunto un livello qualitativo consolidato, consentono la programmazione di magazzino e possono rivolgersi ad un territorio commerciale infinito, portando i prodotti, la valle e la sua tradizione ben oltre i confini del Piemonte, favorendo il riconoscimento del marchio su vasta scala. I formaggi freschi, d’altro canto, possono servire per diversificare l’offerta, ottimizzare la produzione e valorizzare la filiera corta con produttori locali. Per una più efficace commercializzazione sarà anche possibile instaurare vantaggiose sinergie con altri produttori terzi che potranno usare il marchio della genzianella pur diffondendolo attraverso i loro canali. Si parla di una distribuzione su vasta scala attraverso negozi, supermercati, partecipazioni a fiere e rassegne altamente qualificanti e di respiro anche internazionale e apertura di punti di vendita anche in città grandi quali Torino. Il potenziamento o la conquista dei mercati vecchi e nuovi dovrà passare anche attraverso scuole, gruppi di acquisto solidale, strutture socio assistenziali, mense o mercati esteri. Impegni senza dubbio gravosi, ma che possono instaurare un circolo virtuoso di rilancio della Latteria, di altri prodotti e dell’economica turistica della valle stessa. Non va dimenticata la vicinanza territoriale con il Parco del Gran Paradiso. Ottimo volano di promozione. Non solo formaggi, dunque, ma storia e tradizione in un prodotto simbolo della sua terra. I formaggi dovranno, per questo motivo, essere altamente caratterizzanti, realizzati con latte di elevata qualità in una struttura che dovrà essere ristrutturata e attrezzata con le macchine oggi messe a disposizione dalla moderna tecnologia e consone alla esigenze. Il rilancio non potrà avvenire senza un marketing efficace che si dovrà avvalere dei moderni strumenti di marketing di un sito internet su sui dovrà anche essere possibile acquistare on line. In ultimo una novità sorprendente. Il Piano Strategico, al fine di massimizzare l’efficienza economica di sistema, prevede la separazione tra i conferitori e il nuovo soggetto economico che si occuperà di produzione, promozione e vendita. Le sinergie che nasceranno tra Latteria, conferitori, magari costituiti in cooperative, produttori terzi con cui interagire pur mantenendo il controllo del marchio e territorio daranno vita ad un prezioso sistema territoriale che potrà garantire governo sistemico e visibilità. Il piano, ambizioso quanto concreto, necessita ora di due grandi elementi: capacità di coordinamento ed un imprenditore capace di mettersi in gioco con successo. La forza del territorio e della Latteria c’è. Manca un leader capace di guidarla. Al termine della riunione è stata lanciata la sfida. Ora si attende un imprenditore determinato e pronto a raccoglierla.


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it