VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
venerdì 25 settembre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




20/07/2009 - Bassa Vercellese - Cronaca

TESTIMONE DI UN PESTAGGIO, TENTA DI FERMARE IL MALVIVENTE - Eroico gesto di un cittadino di Borgovercelli, che si interpone tra l’aggressore e la vittima - I Carabinieri accorrono e arrestatano Mike Delta - La donna al Pronto soccorso







TESTIMONE DI UN PESTAGGIO, TENTA DI FERMARE IL MALVIVENTE - Eroico gesto di un cittadino di Borgovercelli, che si interpone tra l’aggressore e la vittima - I Carabinieri accorrono e arrestatano Mike Delta - La donna al Pronto soccorso
Un intervento dei Carabinieri

La notizia reca la data di ieri sera, intorno alle 20,30: lo scenario è via Tavallini, nei pressi dell’ex passaggio a livello, a Borgo Vercelli. Il fatto racconta che i carabinieri del NOR (nucleo operativo radiomobile) arrestano un pluripregiudicato, Mike Delta, classe ’69.



Abbiamo ricevuto una segnalazione da un cittadino del paese – spiega il Maresciallo Isidoro Licata che da vero eroe, oserei dire persona encomiabile, ha tentato di fermare la violenza cui stava assistendo ieri sera, verso le 20,30 mentre passava in via Tavallini. Qui ha visto un uomo, il pluripregiudicato, mentre stava malmenando con violenza una donna, P.P. classe ’86, rivelatasi una conoscente, domiciliata a Borgo Vercelli. Il Delta stava percuotendo la donna e l’autore del gesto civile, M.R., residente anch’egli in paese, si è interposto cercando di fermarlo. Il soggetto ha quindi indirizzato la sua rabbia sul cittadino che, smarcatosi, ha repentinamente chiamato i militari del 112”. La vicenda non finisce comunque qui: giunti in loco, i due militari dell’Arma hanno tentato di calmare il delinquente, senza troppo successo. L’uomo ha continuato ad inveire contro gli intervenuti ed anzichè attenuare la sua rabbia, ha iniziato a rivolgere offese fisiche anche verso i Carabinieri: “E’ stato un arresto difficoltoso – conclude il Maresciallo – poichè il Delta era realmente pericoloso ed ha opposto ferma resistenza. I militari hanno proseguito per quasi un’ora nel tentativo di fermarlo, ammanettarlo e caricarlo in auto. Il Delta ha percosso anche gli operatori, tanto che, oltre agli altri capi d’accusa, su di lui pende anche la violazione dell’articolo 337 del CP, per resistenza a pubblico ufficiale. Il soggetto è ora rinchiuso qui al carcere di Vercelli”. I Carabinieri sottolineano quanto sia stato difficile sedare il soggetto, fra l’altro ben conosciuto per recidive dei medesimi reati: gli sono contestate le violazioni degli articoli 582 (lesioni personali) e 572 (maltrattamenti) del Codice Penale, oltre al già citato articolo 337.


La giovane donna ventitreenne è stata poi condotta da un’altra pattuglia del NOR al Pronto Soccorso di Vercelli, per rimediare alle lesioni subite: la prognosi comunque non è gravosa e la ragazza è stata dimessa dopo le cure.


Paolo Pulcina

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it