VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
martedì 13 aprile 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




30/06/2016 - Vercelli Città - Salute & Persona

SULLA SANITA' LA LEGA NORD NON MOLLA - Ieri un convegno dal titolo "Il futuro dell'Ospedale Sant'Andrea", oggi un Consiglio comunale straordinario per discutere una mozione sulla riorganizzazione ospedaliera - Richiesta la presenza di Saitta

Al convegno tenutosi ieri al Modo Hotel l'intervento del Segretario Nazionale della Lega Nord Riccardo Molinari




SULLA SANITA' LA LEGA NORD NON MOLLA - Ieri un convegno dal titolo "Il futuro dell'Ospedale Sant'Andrea", oggi un Consiglio comunale straordinario per discutere una mozione sulla riorganizzazione ospedaliera - Richiesta la presenza di Saitta

Un interessante convegno dal titolo "Il futuro dell'Ospedale Sant'Andrea firmato Lega Nord si è tenuto ieri, mercoledì 29 giugno alle ore 18 presso la sala convegni del Modo Hotel.

Come relatori:

Pierluigi Garavelli , Segretario nazionale Ugs.

Emilio Iodice, già direttore generale delle Molinette.
Pier Giorgio Fossale Presidente ordine dei Medici.
Ezio Barasolo, medico specialista Urologia e Presidente Lilt 

Sono intervenuti per la parte prettamente politica il Consigliere Nazionale di Lega Nord Paolo Tiramani, il Segretario Nazionale Riccardo Molinari e il Commissario Provinciale (eletto in sostituzione di Gianluca Buonanno tragicamente scomparso un mese fa)  Roberto Molina.

Il Dott. Garavelli ha spiegato molto brevemente cosa non va nella legge Balduzzi (che poi è quella che ha portato alla famigerata delibera regionale 1-600).

La riorganizzazione ospedaliera in base a questa legge viene fatta valutando solo la forbice del bacino di popolazione, senza tener conto di altri parametri come: criticità del territorio, età epidemiologia, etc.

Ecco perché per esempio a Casale, tristemente nota per l’eternti e il mesotelioma pleurico è stata tolta la S.C. di oncologia.

Il dott. Iodice ha spiegato invece molto brevemente che Novara e Vercelli devono assolutamente essere uno complementare dell’altro.

Non ha senso trasformare Vercelli in un grosso poliambulatorio, in quanto Novara da sola non riuscirebbe a gestire tutto.

Quelle che vengono definite “eccellenze” a Vercelli dovrebbero rimanere tali e lasciare quelli che sono le specializzazioni come per esempio cardiochirurgia o neurochirurgia a Novara.

Il suo stupore più grande della riorganizzazione è stata la chiusura della S.C. di Oncologia a Vercelli e l’apertura della stessa all’ospedale di Borgomanero.

Come tutti si sta ancora chiedendo oggi il perché di questa scelta e in base a quali criteri sia stata fatta.

Il dott. Fossale ha dato voce invece ai problemi dei pazienti.

Esasperati per le lunghe liste di attesa, perché con le nuove leggi alcuni esami sono stati messi a pagamento, e perché la chiusura di alcuni reparti importanti a Vercelli disorienta soprattutto gli anziani e le persone sole.

Anche perché in continuità della chiusura dei reparti non è partito ancora il Piano di Assistenza Territoriale.

Il Dott. Barasolo da anni impegnato nel volontariato con la Lega Tumori, ha speigato come la Lilt stia cercando di fare il possibile per alleviare i disagi che questa mancanza di assistenza territoriale sta creando, dando supporto per per esempio con la riabilitazione delle donne operate di tumore al seno che soffrono di linfedema al braccio o proponendo corsi di cucina per prevenire recidive (perché parrebbe che alcuni cibi siano in grado di prevenire la ricomparsa del tumore mammario).

Per la parte politica Tiramani, Molinari, il commissario provinciale Molina e il segretario cittadino Borzoni sono tutti concordi nel dire che questa riorganizzazione scellerata deve essere fermata.

I cittadini devono scendere in piazza e manifestare tutta la loro contrarietà per tutti questi disagi che la delibera 1-600 sta creando.

Il Comitato per l’Ospedale si è detto disponibile ad aggregarsi a qualsiasi tipo di manifestazione di piazza si voglia organizzare.

A fine convegno alcune persone presenti nel pubblico hanno potuto portare la loro testimonianza su come questa riorganizzazione ospedaliera stia portando molti disagi a quelle persone che la stessa sanità definisce “pazienti fragili”.

Oggi alle ore 16.30 si discuterà una mozione dell’opposizione consiliare proprio sulla Sanità (prima firmataria Lega Nord), in un consiglio comunale definito “aperto” in cui sono stati invitati i vertici dell’Asl, le associazioni di pazienti, le sigle sindacali, l’ordine dei medici  il comitato per l’ospedale e l’Assessore regionale alla Sanità Antonino Saitta.

VercelliOggi.it è e sarà sempre gratuito.
Per effettuare una donazione clicca: http://www. vercellioggi. it/donazioni. asp
Commenta la notizia su
 https://www. facebook. com/groups/vercellioggi  
Per leggere e commentare anche le principali notizie del Piemonte:
https://www.facebook.com/VercelliOggiit-1085953941428506/?fref=ts


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it