VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
martedì 13 aprile 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




08/12/2016 - Bassa Vercellese - Cronaca

STROPPIANA, I CARABINIERI METTONO FINE ALLE MALEFATTE DEL TRUFFATORE E RAPINATORE DI PERTENGO E CARESANA - Sinti 36enne residente ad Asti, colpiva nella Bassa

Ora è in carcere ad Alessandria




STROPPIANA, I CARABINIERI METTONO FINE ALLE MALEFATTE DEL TRUFFATORE E RAPINATORE DI PERTENGO E CARESANA - Sinti 36enne residente ad Asti, colpiva nella Bassa

Stroppiana - Sinti 36enne truffatore e rapinatore assicurato alla giustizia

 

Il 06 dicembre, in Alessandria, presso la locale Casa Circondariale, i militari del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo ed i colleghi della Stazione di Stroppiana davano esecuzione all’ordinanza di applicazione della misura cautelare della custodia in carcere emessa dalla Sezione dei Giudici per le Indagini Preliminari del tribunale di Vercelli, su conforme richiesta della locale Procura della Repubblica, che concordava pienamente con le risultanze investigative prospettate dai reparti operanti, arrestando S.V., 36enne astigiano, gravato da pregiudizi penali per reati contro il patrimonio ed attualmente ivi detenuto per altra causa.

L’interessato, di etnia sinti e resosi responsabile, unitamente ad un complice in via di identificazione, di:

 

-      una truffa aggravata perpetrata il 27 luglio 2016 in Pertengo (VC), in danno di una 76enne del luogo che, mediante artifizi e raggiri posti in essere dal sinti 36enne e da un complice, presentatisi come dipendenti dell’acquedotto, veniva indotta a consegnare i monili in oro presenti in casa;

 

-      una rapina aggravata perpetrata il 18 agosto 2016 in Caresana (VC), in danno di una pensionata 88enne del luogo. Nella circostanza, il predetto ed un complice, qualificatisi rispettivamente come operaio del servizio idrico comunale e vigile urbano, entravano nell’abitazione della vittima e con il pretesto di dover cambiare il contatore in quanto l’acqua potabile era inquinata, la convincevano a riporre in una busta di plastica tutto l’oro ed il contante presenti in casa, per evitare che si deteriorassero a seguito della verifica. Subito dopo, a fronte delle perplessità espresse dall’anziana donna sull’uomo qualificatosi come vigile urbano, l’altro complice la immobilizzava e l’interessato, dopo aver individuato una cassaforte a muro, la perquisiva riuscendo a trovare la chiave per aprirla, impossessandosi di alcuni monili in oro e della somma contante di 1.200,00 euro, dileguandosi poi a bordo di una vettura. A seguito della rapina l’88enne non riportava alcuna lesione,

era stato già individuato e deferito in stato di irreperibilità quale autore dei suddetti reati, perché riconosciuto con certezza dalle parti lese in sede di individuazione fotografica.

 

Il medesimo, nuovamente identificato dalle vittime durante l’incidente probatorio svoltosi nello scorso novembre presso l’apposita stanza protetta della locale Procura della Repubblica, veniva quindi colpito dall’ordinanza emessa dall’A.G. vercellese.

     

S.V., 36enne

 

IL COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI VERCELLI RACCOMANDA A TUTTI GLI ANZIANI ED ALLE PERSONE CHE VIVONO IN ABITAZIONI ISOLATE DI ADOTTARE LA MASSIMA CAUTELA PRIMA DI APRIRE LA PORTA AD UNO SCONOSCIUTO, ANCHE SE SI PRESENTA IN UN’UNIFORME O SE AFFERMA DI ESSERE DIPENDENTE DI UNA AZIENDA DI PUBBLICA UTILITÀ TENENDO PRESENTE CHE:

-      LA PREVENZIONE È LA MIGLIOR DIFESA e che bisogna CHIAMARE SUBITO IL NUMERO UNICO D’EMERGENZA 112;

-      BISOGNA FIDARSI SOLO DI COLORO CHE CONOSCIAMO PERSONALMENTE;

-      E’ OPPORTUNO DIFFIDARE DAGLI SCONOSCIUTI CHE CON PRETESTI DI QUALSIASI GENERE (TECNICI COMUNALI, OPERAI DEL GAS, DEL SERVIZIO IDRICO, VIGILI, PRESUNTI APPARTENENTI ALLE FORZE DELL’ORDINE) VI CHIEDONO DI ENTRARE IN CASA. IN QUESTO CASO CHIAMATE SUBITO IL NUMERO UNICO D’EMERGENZA 112.

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it