VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
sabato 31 ottobre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




02/01/2020 - Vercelli Città - Enti Locali

STADIO PIOLA E CAMPO BOZINO SENZA ACQUA CALDA: A SAN SILVESTRO SI DANNO UNA MOSSA - Finalmente si 'determinano' - Loro se la sono presa comoda, ma per il Professionista incaricato 100 euro di multa per ogni giorno di ritardo

Certo: chissà da quanto tempo la gente sta al freddo, non può fare la doccia; se vuole continuare a fare sport deve affrontare trasferte in auto. Costi, rischi.






STADIO PIOLA E CAMPO BOZINO SENZA ACQUA CALDA: A SAN SILVESTRO SI DANNO UNA MOSSA - Finalmente si 'determinano' - Loro se la sono presa comoda, ma per il Professionista incaricato 100 euro di multa per ogni giorno di ritardo
Una fase del sopralluogo allo Stadio Piola -

Si sono dati una mossa.

L’iter amministrativo per dotare di nuovi impianti di riscaldamento tanto lo Stadio Silvio Piola, quanto gli stabili del Campo Bozino, è partito.

A San Silvestro l’Ufficio Tecnico si è determinato ed ha assunto due Atti, che sono all’Albo Pretorio.

Eccone alcuni estratti: la loro lettura è, in certi tratti, disarmante.

Allo Stadio Piola, per esempio:

“- gravi avarie e malfunzionamenti dei relativi generatori di calore, pompe di circolazione, tubazioni di distribuzione e quadri elettrici, oramai datati, determinano con sempre maggiore frequenza il fermo forzato degli impianti termici della palazzina spogliatoi/servizi dello stadio comunale “Silvio Piola” e della annessa palestra “ProVercelli Scherma” di Via Massaua, con conseguente interruzione delle attività sportive ivi previste”.

Certo: chissà da quanto tempo la gente sta al freddo, non può fare la doccia; se vuole continuare a fare sport deve affrontare trasferte in auto.

Costi, rischi.

E quindi:

“- per provvedere al riguardo, occorre individuare senza alcun indugio un idoneo operatore economico in possesso dei requisiti di legge a cui affidare le necessarie attività manutentive ora occorrenti, facendo ricorso alla procedura di affidamento diretto ai sensi dell’art. 36 c. 2 lettera b) del D.Lgs. 50/2016 e utilizzando a tal fine la piattaforma di negoziazione MePA con le modalità di cui all’art. 58 dello stesso D.Lgs. 50/2016, con aggiudicazione col criterio del prezzo più basso determinato in termini di miglior ribasso percentuale da applicarsi ai prezzi unitari dei relativi listini

ufficiali della Regione Piemonte (…)”.

***

Senza alcun indugio, è ovvio.

***

Per l’impianto di riscaldamento al Campo Bozino, che è tornato nel possesso del Comune da novembre 2018 e, da giugno 2019, è stato affidato con contratto ad evidenza pubblica alla Società di calcio Diavoletti, fanno decisamente i duri.

Dunque, bisogna sapere che:

“- nell’ambito delle attività finalizzate al recupero della palazzina spogliatoi/servizi per atleti e arbitri dell’impianto sportivo “Campo Bozino” di via Obbia, è necessario, in ultimo, riqualificare il

relativo impianto termico che risulta oramai da tempo fuori uso; in particolare, generatore di calore, bollitore, pompe di circolazione e tubazioni di distribuzione sono assolutamente inefficienti anche a

seguito dei numerosi atti valdalici perpetrati durante il lungo periodo di abbandono della struttura”.

Come si vede, “in ultimo”.

E prima?

Se non ci sono i servizi come si fa ad utilizzare una struttura?

Comunque, bando alle sottigliezze.

Si incarica un Professionista di predisporre il progetto.

Si tratta dell’Ing. Alberto Frigato.

Si contenta di una parcella decisamente congrua.

E, inoltre, deve fare in fretta.

Ha venti giorni di tempo per fare tutto.

E se ne impiega uno o due di più (ipotesi)?

Sono cavoli amari.

Gli danno una multa di 100 euro per ogni giorno di ritardo:

“l’attività di assistenza tecnica alla D.L. partirà dalla comunicazione di avvio di fase e si concluderà con la consegna della relazione di conformità / collaudo dei lavori eseguiti rilasciata da parte del professionista stesso; si applicherà una penale di € 100,00 per ogni giorno di ritardo accertato; il pagamento sarà effettuato come segue: 50% dopo l’approvazione del progetto e 50% dopo l’emissione della relazione di conformità/collaudo”.

***

Loro, con i piedi al caldo, il Professionista deve correre, altrimenti prende la penale.

Ma, soprattutto, la gente, nel frattempo, non può che andare da un’altra parte.

Costi e rischi.

La penale per non averci pensato prima, ma solo “da ultimo”?

***

Come abbiamo visto, l’iter è comunque avviato: costi e rischi per gli Utenti forse stanno per finire.


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it