VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
mercoledì 21 aprile 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




28/01/2021 - Vercelli - Enti Locali

SERRAVALLE SESIA, LE ACQUE SI DIVIDONO - Gestione acquedotti: oggi battaglia importante della guerra tra amici (anche involontari) di Iren e amici della gente e dei territori - Posizioni non facili da capire e distinguere - Però, proviamoci

E qui – un po’ come nel Mar Rosso – le “acque” si dividono.




SERRAVALLE SESIA, LE ACQUE SI DIVIDONO - Gestione acquedotti: oggi battaglia importante della guerra tra amici (anche involontari) di Iren e amici della gente e dei territori - Posizioni non facili da capire e distinguere - Però, proviamoci

Riunione importante, anche se ancora – a sentir dire – “interlocutoria”, quella di oggi, 28 gennaio, tra i Soci di Cordar Valsesia.

Innanzitutto, una breve “explicatio terminorum”.

Il Cordar Valsesia è uno tra i sei gestori pubblici degli acquedotti che sono attivi nell’ambito dell’Ato2.

E cos’è l’Ato2?

E’ – come suggerisce la sigla stessa – l’Autorità d’Ambito, cioè l’Ente che ha il controllo delle acque nei territori (appunto l’ambito omogeneo ottimale) di Vercelli, Valsesia, Biella, Casale e Valenza.

Che poi sarebbe il perimetro di una vera e razionale “provincia”, ma questo è, purtroppo, altro e non attuale ragionamento: perciò non divaghiamo.

***

Dunque il Cordar Valsesia, insieme a Sii spa, Cordar Biella, Comuni Riuniti, Amc di Casale e Valenza è uno dei gestori.

Entro il 2023 si dovrà decidere (obbligatoriamente) di unificare in uno solo (o al massimo due o tre) gli Enti di gestione, pena la revoca della concessione della gestione degli acquedotti da parte di Ato2.

E qui – un po’ come nel Mar Rosso – le “acque” si dividono.

Per abbreviare il riassunto, ci permettiamo però di suggerire la lettura degli articoli sullo stesso argomento linkati in questa pagina.

***

Dunque, il Mar Rosso ed i suoi paraggi.

Da una parte, ci sono quelli che dicono: dobbiamo essere tutti Gestori pubblici (come, peraltro direbbe anche il referendum che ha visto largamente prevalente, in Italia, questa tesi) e sforzarci di avere Enti pubblici gestori efficienti come e più dei privati.

E’ la scommessa che – sia permesso un ricordo – dai tempi della buonanima di Giovanni Goria il sistema pubblico ha sempre perso, ma non è nemmeno del tutto vero questo.

Per esempio e per stare nel pratico: lo stesso Cordar Valsesia e la stessa Amc di Casale Valenza sono gestori pubblici ottimamente amministrati con i conti non solo a posto, ma a postissimo, tanto che sarebbero persino in grado di acquistarsi (sempre per stare nel pratico) la quota del Comune di Vercelli in Asm Vercelli spa, liberando in tal modo i cittadini dall’ipoteca Iren.

E, fin qui, stiamo nel pratico e nel rispetto del referendum sull’acqua pubblica.

***

Dall’altra parte ci sono quelli che dicono: mah, pensiamoci bene, vediamo, valutiamo…

Valutiamo soprattutto chi ha i soldi per assicurarci il futuro.

E chi ha i soldi?

Ma ce li ha Iren, naturalmente, che sta solo aspettando che si faccia largo questo ragionamento per papparsi anche gli acquedotti della provincia, oltre a mettere definitivamente al sicuro l’affare Vercelli.

***

Bisogna dire che questa attenzione ai soldi è anche in parte determinata dalla prima, più prossima, ipotesi di aggregazione locale: un fatto, dunque, tutto valsesiano e contingente.

Perché, appunto, la più vicina possibilità di aggregazione tra Enti sarebbe tra Cordar Valsesia e Sii spa.

E pare – dicunt – che Sii spa abbia un indebitamento così elevato, da non consigliare rapporti, tanto meno fusioni.

Ma questo è ancora un altro paio di maniche, che richiede un sarto specializzato e, comunque, la questione non può essere estesa a tutti i Gestori.

***

Insomma: dire che efficienza è uguale ad avere i soldi, è cosa persino banale.

Porta risultati?

Basta guardare come quelli che hanno i soldi, cioè Iren, lasciano i rifiuti in città di Vercelli.

Non cambiano nemmeno i cassonetti rotti piazzati davanti al Tribunale.


Efficienza è avere i soldi?

Basta guardare come Amazon sta riducendo il commercio di prossimità e, fra non molto, gli stessi Supermercati.

Amazo è efficiente perché prende i soldi dalle vendite in Italia, ma paga le tasse nei Paesi a fiscalità leggera: quale commerciante del nostro quartiere può fare altrettanto?

Avere i soldi, molto spesso, vuol dire partire da rendite di posizione favorite da un sistema pubblico miope.

Proprio come per i rifiuti di Vercelli.

Più si lasciano i rifiuti per strada, prendendo sostanzialmente per i fondelli i vercellesi, più si hanno i soldi per apparire efficienti e moderni, quando si deve decidere per l’acqua pubblica.

***

Un po’ come nel Ventennio con le Ferrovie.

Nel Ventennio i treni viaggiavano puntuali.

Che poi valesse la pena sacrificare la democrazia alla puntualità dei treni, è tutto da dimostrare.

Anche perché i treni possono e devono viaggiare puntuali anche in regime di democrazia: soprattutto se i politici si astengono dal perorare assunzioni clientelari alla Ferrovie dello Stato, per conquistarsi voti elettorali.

Per esempio.

***

La battaglia – che si apre oggi a Serravalle Sesia – tra efficientisti apparenti e difensori della pubblicità degli acquedotti (che si vorrebbe far passare per retrogradi conservatori) è, invece, di tutt’altro segno.

E’ una parte dello scontro tra amici di Vercelli e dei vercellesi, dei territori e amici di Iren.

Come finirà?

Siamo solo agli inizi.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it