VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
sabato 17 aprile 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




30/03/2012 - Regione Piemonte - Politica

SANTO SUBITO / 2 - A Santhià ora si abbandona il muro del pianto e si va in piazza - Manifesti in tutta la città contro nomenclatura Pdl e Carlo Riva Vercellotti

I cartelli sono già pronti - Mentre la raccolta di firme per rimproverare al Presidente della Provincia di avere dissipato, in nome delle vendette di corrente, un consenso popolare capace di portare l’ex Sindaco di Santhià al primo posto tra gli eletti, con 1.941 voti, il 37,88 per cento dei consensi




SANTO SUBITO / 2 - A Santhià ora si abbandona il muro del pianto e si va in piazza - Manifesti in tutta la città contro nomenclatura Pdl e Carlo Riva Vercellotti
Il manifesto che tra poco tappezzerà tutta Santhià

Dal muro del pianto alla piazza, il passo non è sempre breve, ma quando si salta il fosso è poi difficile tornare indietro.



A Santhià, messi da parte i fazzoletti intrisi di lacrime, hanno deciso di passare al contrattacco e la raccolta di firme sotto la petizione pro – Gilberto Canova da sottoporre al Presidente della Provincia di Vercelli, Carlo Riva Vercellotti, adesso diventa una sfida.


Intanto, una sfida giocata sui numeri. Il numero “simbolo” è 1.941, tante sono le preferenze raggranellate dal Sindaco di Santhià uscente e candidato alle ultime elezioni amministrative provinciali. Voti che lo hanno messo al primo posto tra gli eletti del Pdl in provincia di Vercelli, con una percentuale del 37,88.


E ora – argomentano i suoi sostenitori – per una banale questione lotte intestine al partito, il grande portatore d’acqua dovrebbe – proprio lui – restare a secco? A bocca asciutta? Spiaggiato?


Vergogna – sembrano dire al Presidente della Provincia – ti sei giocato il consenso di tutte queste persone.


Ma, man mano che le ore passano, la battaglia si fa, insieme, più frontale e più tattica. Frontale perché ora si passa anche ai manifesti (si veda l’illustrazione) che saranno affissi in tutto il paese ed in quelli del circondario.


Tattica, perché il messaggio diventa più allusivo e incalzante ed anche più sofisticato. La lotta non è più quella di un trombato solitario. Diventa – nelle intenzioni – una lotta di popolo contro una nomenclatura palatina arroccata nelle stanze dei bottoni a tessere trame, costruire e distruggere carriere a seconda del conformarsi o meno degli uomini agli algidi disegni del potere.


Prendendo a sberleffi gli elettori e le preferenze da questi accordate al loro paladino, al campione di una battaglia persa per ora, ma prossima al riscatto, che non potrà mancare. Perché il seme del riscatto non sarà avaro, anche se dovrà sperimentare quanto bruci il sale della libertà.


Passerà questo messaggio?


Lo sapremo presto.


Intanto, ha conquistato consensi anche al di fuori della città di Sant’Ignazio e Sindaci ed Amministratori locali dei dintorni si stanno facendo parte diligente per sostenere Canova.


(Guarda anche: http://www.vercellioggi.it/dett_news.asp?id=32837 )


Se l’iniziativa dovesse avere successo, crescere ancora, smuovere ulteriormente le acque, che succederà?


E’ presto per dirlo, ma non si può escludere un (ulteriore) rimpasto.


 


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it