VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
lunedì 28 settembre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




26/09/2009 - Santhiatese e Cavaglià - Enti Locali

SANTHIA’ - Fondi pubblici per combattere il disagio sociale - I casi difficili di cui si occupa il Cisas beneficeranno di sovvenzioni - C’è tempo fino al 30 ottobre per le domande







SANTHIA’ - Fondi pubblici per combattere il disagio sociale - I casi difficili di cui si occupa il Cisas beneficeranno di sovvenzioni - C’è tempo fino al 30 ottobre per le domande
La Sede del Cisas

C’è tempo fino al 30 ottobre per richiedere i contributi straordinari che saranno erogati dal Cisas in base alla legge Dgr 81-11048, la quale prevede l’assegnazione di fondi ai Gestori dei Servizi socio-assistenziali per la promozione di interventi mirati ad affrontare il disagio sociale ed economico di singoli e famiglie, sviluppare processi di autonomia, supportare famiglie bisognose con figli fino a tre anni ed anziani non autosufficienti.



Il Bando Cisas, ora affisso presso gli albi pretori di tutti i Comuni consorziati, annuncia interventi economici personalizzati fino a mille e cinquecento euro per ciascuno soggetto o nucleo familiare beneficiario.


I moduli per presentare la domanda di adesione sono disponibili presso il Cisas di Santhià (via Dante 10 – telefono 0161 936901) tutti i giorni lavorativi dalle 9 alle 15 oppure presso gli sportelli informativi del Consorzio e i Comuni consorziati.


Ai richiedenti è chiesto di dichiarare il patrimonio finanziario e l’ammontare della certificazione Isee, oltre ad indicare le problematiche (anche più di una) che si trovano ad affrontare: problemi di lavoro, di disoccupazione, mobilità, cassa integrazione, scarsa retribuzione, lavoro precario, diminuzione del reddito e del potere di acquisto (specialmente in relazione alle famiglie numerose), pensione bassa o situazione di famiglia mononucleare, insorgenza di problemi di salute, necessità di curare i congiunti (minori, disabili o anziani non autosufficienti) con conseguente impossibilità a svolgere un lavoro regolarmente retribuito, aumento dei costi abitativi (affitti, rate, mutuo) e/o perdita dell’abitazione.


Il bando, tra l’altro, per la prima volta, inserisce tra gli aventi diritto i proprietari della prima casa di abitazione; possono, inoltre, presentare domanda i cittadini italiani, i cittadini comunitari e gli extra-comunitari, in possesso di regolare permesso di soggiorno, residenti presso i comuni afferenti al Consorzio (Alice Castello, Balocco, Bianzè, Borgo d’Ale, Buronzo, Caresana, Carisio, Cigliano, Costanzana, Crova, Gifflenga, Lamporo, Livorno Ferraris, Moncrivello, Motta dei Conti, Pertengo, Pezzana, Salasco, San Germano Vercellese, San Giacomo Vercellese, Stroppiana, Tronzano Vercellese e Viverone).


La richiesta infine è subordinata alla destinazione dei contributi erogati che dovranno essere destinati a finalità ben precise, come coprire spese sanitarie per la cura del soggetto richiedente o dei suoi familiari, il pagamento di rate del mutuo, affitto o bollette mensili.


Le domande, opportunamente compilate, dovranno essere riconsegnate oppure spedite agli uffici Cisas, agli sportelli informativi o nei Comuni consorziati entro e non oltre le ore 12 di venerdì 30 ottobre.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it