VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
venerdì 22 ottobre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it



09/02/2013 - Santhiatese e Cavaglià - Cronaca

SANTHIA’ - No al gioco d’azzardo: anche Angelo Cappuccio tra i sindaci che chiedono la tutela della salute pubblica

Il Comune di Santhià aderisce al Manifesto Dei Sindaci Per La Legalità Contro Il Gioco D’azzardo promosso da Scuola delle Buone pratiche e Legautonomie



SANTHIA’  - No al gioco d’azzardo: anche Angelo Cappuccio tra i sindaci che chiedono la tutela della salute pubblica
Gioco d’azzardo

Il Comune di Santhià aderisceal Manifesto Dei Sindaci Per La Legalità Contro Il Gioco D’azzardo promosso da Scuola delle Buone pratiche e Legautonomie. Si tratta di un gruppo di sindaci di città italiane che hanno deciso di fare rete e chiedere una nuova normativa in merito alla piaga del gioco patologico. In particolare, chiedono una nuova legge nazionale, fondata sulla riduzione dell’offerta e il contenimento dell’accesso, con un’adeguata informazione e un’attività di prevenzione e cura; chiedono leggi regionali in cui siano esplicitati i compiti e gli impegni delle Regioni per la cura dei giocatori patologici, per la prevenzione dai rischi del gioco d’azzardo, per il sostegno alle azioni degli Enti locali. Chiedono che sia consentito il potere di ordinanza dei sindaci per definire l’orario di apertura delle sale gioco e per stabilire le distanze dai luoghi sensibili, e sia richiesto ai Comuni e alle Autonomie locali il parere preventivo e vincolante per l’installazione dei giochi d’azzardo. Il prossimo 15 marzo alla Scuola delle buone pratiche presso la fieraFa' la cosa giusta!” a Milano verrà presentato un report generale delle adesioni al manifesto, delle attività intraprese dai Comuni e di quelle che si possono intraprendere e il Comune di Santhià sarà presente con la propria testimonianza. “Questa amministrazione è sensibile ai pericoli del gioco d’azzardo che sfocia nella patologia e siamo fiduciosi nel fatto che anche le istituzioni ne prendano atto in modo serio e completo – commenta il sindaco Angelo Cappuccio - Abbiamo lavorato molto, ma davanti a noi l’elenco di testimonianze di cittadini caduti nella trappola del gioco diventato patologia diventa sempre più lungo.

Poliziotti, medici, assistenti sociali hanno portato le loro osservazioni, davvero preoccupanti, nel contesto di un convegno che abbiamo organizzato nel marzo scorso, proprio per sensibilizzare la popolazione, al quale ha preso parte anche Leopoldo Grosso del Gruppo Abele. Abbiamo ottenuto anche un incontro con il Ministro della Salute Renato Balduzzi al quale abbiamo illustrato le nostre paure e lo stesso abbiamo fatto con diversi consiglieri regionali del Piemonte. Per informare la gente sul cancro del gioco abbiamo contatto i media più importanti nazionali e locali e ottenuto passaggi sui quotidiani e sui Tg. Ora, speriamo che facendo sempre più rete con gli altri Comuni, si abbia maggior possibilità di essere ascoltati. Ritengo sia importantissima, e forse segno di una svolta, la posizione assunta recentemente dal Tar Piemonte che, in un caso riguardante il Comune di Rivoli, ha chiesto alla Corte Costituzionale di dichiarare incostituzionali gli articoli di legge che di fatto bloccano gli interventi dei Comuni sulle sale gioco o sugli altri esercizi commerciali che ospitano slot machine. Pian piano i giudici stanno riconoscendo la valenza dei sindaci nella tutela della salute pubblica e chiedono chiarimenti legislativi in merito”.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it