VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
mercoledì 22 settembre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it



03/12/2015 - Santhiatese e Cavaglià - Pagine di Fede

SANTHIA’ AFFASCINATA DALLE PROFETICHE PAROLE DEL CARD. JAVIER LOZANO BARRAGAN - La sua amicizia con il Papa, la sua missione per i più poveri - E, su certi momenti difficili della Chiesa, la ... parola alla Parola

La risposta – forse sorprendente, ma a pensarci bene di grande levatura sapienziale - quasi al termine del video, a breve on line.



SANTHIA’ AFFASCINATA DALLE PROFETICHE PAROLE DEL CARD. JAVIER LOZANO BARRAGAN - La sua amicizia con il Papa, la sua missione per i più poveri - E, su certi momenti difficili della Chiesa, la ... parola alla Parola

Il momento è solenne.

E’ il 19 marzo 2013 ed in Piazza San Pietro si celebra la Liturgia della intronizzazione di Papa Francesco.

Eletto pochi giorni prima, il 13, il Romano Pontefice riceve l’obbedienza di tutti i Cardinali di Santa Romana Chiesa.

Un momento irripetibile nella storia di ogni pontificato.

I Principi della Chiesa sono in fila indiana e si avvicinano, uno ad uno, per offrire la propria sottomissione al Successore di Pietro.

Giunge il suo turno.

Il Cardinale Javier Lozano Barragàn si predispone a togliere la mitria; solo lo zucchetto porpora gli coprirà il capo, poi si toglierà anche quello per inginocchiarsi davanti al Papa.

Ma a questo punto un imprevisto.

Ciò che il Cerimoniale non prevede accade.

E’ il Papa che si alza dal Trono, si avvicina all’anziano Presule già in procinto di inginocchiarsi, lo aiuta a rialzarsi, lo abbraccia e gli chiede sorridendo:”Andavano bene le pantofole”?

***

Questa e altre imperdibili perle di vita vissuta e si può  ben dire santamente vissuta sono state offerte all’estasiato pubblico santhuiatese, l’altra sera, dall’eccezionale “Guest Star” che ha accolto l’invito del Parroco Don Stefano Bedello e del Sindaco Angelo Cappuccio per questa visita.

Ma andiamo con ordine.

Questa giornata santhiatese di “Sua Eminenza” come si deve ben dire, si inizia alle 18 con la celebrazione della S.Messa.

Abbiamo potuto anticipare i contenuti dell’omelia nel primo servizio pubblicato:

http://www.vercellioggi.it/dett_news.asp?id=65345

ed ora è integralmente disponibile nel video che pubblichiamo: http://www.vercellioggi.it/dett_video_notizie.asp?id=2493 

Ci scusiamo se proprio l’omelia è realizzata con un audio inadeguato, ma non si poteva in quel momento fare di più; meglio (ci pare) nel resto del filmato.

Le parole del Cardinale meritano sicuramente un piccolo sforzo per essere raccolte e “tesaurizzate”, anche superando il caratteristico – come lo definirà lui stesso più tardi celiando  “Itagnolo”, cioè quel caratteristico mix di italiano e spagnolo che è cifra della parlata non solo sua, ma anche di chi sta più “in alto”.

***

E chi più in alto di un Cardinale se non il Papa in persona?

Ecco, l’anedottica offerta da Barragàn sulla sua vita, in America Latina, con Jorge Mario Bergoglio va veramente gustata centellinandola.

Come quella volta che – il futuro Pontefice lo andava a prendere in aeroporto, quando arrivava a Buenos Aires da Città del Messico – rimasero in panne in autostrada.

Entrambi sollevarono il cofano dell’automobile e guardarono.

Poi l’un l’altro si chiesero: ma tu ne capisci di motori?

Ed entrambi si risposero: niente.

Così si sedettero di nuovo nell’auto che però – il motore forse si era raffreddato, nel frattempo – misteriosamente (o miracolosamente) ripartì.

Ma le pantofole?

Ecco spiegato il motivo di quella domanda.

Pochi giorni prima del Conclave il Card. Bergoglio fa visita a casa all’anziano collega.

Gli regala, appunto, un paio di pantofole.

Mentre i prelati pranzano, le due Suore che assistono il Cardinale nella sua abitazione scherzano con Bergoglio: Eminenza, se lei diventerà Papa, ci inviterà a pranzo?

Ed è la seconda cosa che  - in quel solenne momento in S.Pietro – Francesco si premura di affidare all’amico: di’ alle Suore che non mi sono dimenticato della promessa.

E quindici giorni dopo eccoli tutti e tre con il Papa in S.Marta e sarà proprio “Mario” come Javier non ha mai smesso di chiamarlo, a servire in tavola.

***

Questa bella serata santhiatese – se è permesso, è doveroso fare i sinceri complimenti ad Angelo Cappuccio e Don Stefano per questa idea – è, nonostante il meteo, veramente “calda”.

Anche quando si passa all’ufficialità dopo la S.Messa, del breve ricevimento in Comune, dove il Cardinale firma il grande libro degli Ospiti illustri, affidando una preghiera perché gli uomini e le donne che vivono in Santhià superino la crisi economica ed i suoi pesanti esiti.

Ma non si limita a questo.

Ancora un pensiero, un ricordo di quando era Vescovo della Diocesi di Zacatecas in Messico.

Un territorio di 60 mila chilometri quadrati, con 3 mila comuni nei quali vive nemmeno un milione e mezzo di abitanti.

Per fare un paragone, si pensi che l’Italia ha invece 60 milioni di abitanti su 300 mila chilometri quadrati.

Ebbene, il Vescovo si inventò un modo per aiutare i più poveri a diventare imprenditori di se stessi.

Chiese ed ottenne da una grande Banca l’impegno di erogare un prestito d’onore a ciascuno che volesse mettersi in proprio, per comprare o i primi capi di bestiame, oppure un macchinario per la bottega artigiana.

Ma nessuno di quei diseredati poteva garantire.

Così garantì lui, per ciascuno. Un modo per dimostrare che sovvenire alle esigenze di chi ha bisogno richiede fantasia, intelligenza, impegno. L'elemosina va bene in emergenza, dice il Cardinale, ma la dignità della persona si promuove con il lavoro. E qui la sala prorompe in un applauso che la dice lunga su quanta necessità di lavoro ci sia anche qui in Italia e non solo nella lontana Zacatecas.

E la sorpresa dei banchieri fu che le “sofferenze” cioè i prestiti non rimborsati da quelle “start up” erano infinitamente meno numerose di quelle invece derivanti dai fidi accordati a molti grandi imprenditori.

***

Poi in San Grato l’intervista di Sr. Miriam sui suoi libri che parlano delle letture della domenica, come le predica in televisione ed infine una domanda attesa, quella di Don Stefano, su come il Presule vede la Chiesa oggi, quando il Papa è impegnato a combattere certe fragilità, certi scandali.

La risposta – forse sorprendente, ma a pensarci bene di grande levatura sapienziale - quasi al termine del video: 


http://www.vercellioggi.it/dett_video_notizie.asp?id=2493  .


VercelliOggi. it è e sarà sempre gratuito.
Puoi aiutarci a crescere effettuando una libera donazione nelle modalità seguenti, illustrate cliccando questo link:

http://www. vercellioggi. it/donazioni. asp
Commenta la notizia su 

https://www. facebook. com/groups/vercellioggi

 

 

 


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it