VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
domenica 17 gennaio 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




02/09/2013 - Santhiatese e Cavaglià - La Posta

SANTHIA’ - Proposta di piste ciclabili su ferrovie dismesse, commenta Massimo De Simone, referente pendolari: "Avrebbero poco senso"

"Percorsi ciclabili nella natura che incrocino la ferrata nelle stazioni è la chiave di volta del turismo sostenibile e di uno sfruttamento corretto e centrato dello strumento bicicletta"




SANTHIA’ - Proposta di piste ciclabili su ferrovie dismesse, commenta Massimo De Simone, referente pendolari: "Avrebbero poco senso"
Massimo De Simone

Riguardo alle affermazioni dell'Assessore Regionale Cirio riguardo all'utilizzo delle ferrovie dismesse per usarle come piste ciclabili avrei qualcosa da dire : Faccio spesso riferimento alla Germania e posso apparire noioso, ma resta il fatto che, contrariamente ad altri paesi, la Germania sia un exemplum sequendum. L'uso della bicicletta in Germania è altissimo, specie nella bella stagione almeno un terzo dei viaggiatori dei treni regionali della rete complementare ha con se la bicicletta, infatti , ogni treno ha ampio spazio dedicato al trasporto del velocipede. Ferrovie e cicloturismo, addirittura ciclomobilità, sono un connubio, ma mentre il primo senza l'altro è comunque ossatura della mobilità senza l'altro, il secondo senza il primo è un inutile e costoso gioco per pochi sportivi, come se tutti i sentieri di montagna fossero attrezzati per la sola piolet-traction. Porto all'esasperazione perchè esasperante riscontrare come ci si azzuffi  per niente e si rischino danni incalcolabili per prese di posizione anche potenzialmente interessanti.
Percorsi ciclabili nella natura che incrocino la ferrata nelle stazioni è la chiave di volta del turismo sostenibile e di uno sfruttamento corretto e centrato dello strumento bicicletta. Percorsi sulla ferrovia avrebbero poco senso, sarebbero sfruttati solo da qualche locale, da quei turisti che si sono portati le bici con i camper e le auto (quindi incentivo tutto meno che sostenibile del trasporto gommato) e comunque si creerebbero dei percorsi non alla portata di tutti perchè lunghi e la cui messa i sicurezza non è del tutto banale. Invito a studiare il sistema ferro+bici della sponda tedesca del Lago di Costanza, farci magari un giro (ne vale anche la pena) e rendersi conto di cosa potrebbe essere il Piemonte, penso che tornando, chiunque ami questa terra, adotterebbe politiche dei trasporti e iniziative più complesse che gommare una ferrovia. Tralascio il discorso trasportistico e storico seppure di spessore sufficiente, perchè, evidentemente , esula da questa discussione e da ogni analisi. Gli argomenti turistici, comunque, mi paiono oltremodo sufficienti.
Massimo De Simone
referente pendolari Arona-Santhià

https://sites.google.com/site/aronasanthia/
   

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it