VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
giovedì 26 novembre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




09/09/2013 - Santhiatese e Cavaglià - Cultura e Spettacoli

SANTHIA’ – L’ape nostra amica: terna di conferenze su nuovi aspetti del mondo apistico

Dopo il ciclo primaverile di “lezioni di apicoltura”, riprende l’iniziativa dell’appassionato apicoltore Aurelio Franchini, con il sostegno dell’assessore Luigi Zai, ex apicoltore, nonché della Compagnbia dell’Armanàc, di divulgare le conoscenze relative a questo mondo incredibilmente ricco di curiosità e spunti.




SANTHIA’ – L’ape nostra amica: terna di conferenze su nuovi aspetti del mondo apistico
Ape

Dopo il ciclo primaverile di “lezioni di apicoltura”, riprende l’iniziativa dell’appassionato apicoltore Aurelio Franchini, con il sostegno dell’assessore Luigi Zai, ex apicoltore, nonché della Compagnbia dell’Armanàc, di divulgare le conoscenze relative a questo mondo incredibilmente ricco di curiosità e spunti. Si tratta di una terna di conferenze gratuite tenute da un autentico e assai noto esperto del ramo, l’apicoltore cuneese Michele Campero, che già da anni ha escogitato, e nel tempo perfezionato, un originale metodo di lotta biologica all’acaro della Varroa, che continuamente minaccia di estinzione le nostre amiche api. Si comincia da mercoledì 4 settembre, alle ore 21 presso la Biblioteca Comunale di via Dante 4, affrontando di petto l’argomento della lotta a questo micidiale nemico delle api entrato in Italia nei primi anni Ottanta. Può sembrare un argomento da addetti ai lavori, ma non è così: l’approccio è tale da risultare affascinante per chiunque, una sorta di Quark familiare, che stimola gli amanti del mondo della natura e dell’ambiente. Si prosegue alla stessa ora e nella stessa sede  martedì 10 e mercoledì 11 settembre con un argomento decisamente più vicino al nostro vivere quotidiano: “Imparare dalle api a semplificare e migliorare la nostra vita”. Da sempre il mondo complesso e straordinariamente organizzato di questi imenotteri ha suscitato l’ammirazione degli uomini e in particolare di poeti e filosofi, da Virgilio a Paul Valèry allo scrittore e apicoltore Mario Rigoni Stern. Le api sembrano possedere una sapienza scientifica eccezionale, che si palesa sia nel modo di costruire i favi che in quello di orientarsi, come ha dimostrato con le sue ricerche il premio Nobel austriaco Karl Von Frisch. Ma quello che più ha sollecitato la fantasia dei pensatori è l’organizzazione sociale che induce alla tentazione di imitarle, anche se i paragoni con la società umana possono essere assai fuorvianti. L’opera più significativa a tale riguardo può essere considerato il poemetto satirico del 1705 “La favola della api: vizi privati e pubbliche virtù” a firma del libertino Bernard de Mandeville, il quale rovesciò la logica corrente che vedeva nell’organicismo della vita sociale ordinata e disciplinata delle api un esempio di possibile soluzione alle carenze politiche umane, sostenendo che le trasgressioni private e l’individualismo sono un elemento propulsore dei costumi e dell’economia. Queste tre serate saranno quindi un’occasione per soddisfare la nostra curiosità e per stimolare la riflessione su temi quanto mai attuali.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it