VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
mercoledì 22 settembre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it



19/10/2012 - Saluggia e Livorno - Cronaca

SALUGGIA - Sito Eurex: cosa c’è in quella vasca? Il Partito Democratico chiede a Sogin delle risposte - Inviata da Luigi Bobba un’interrogazione al Ministro dell’ambiente, a cui ha aderito Alessandro Bratti

All’inizio di agosto Ispra ha fatto un sopralluogo insieme ad Arpa e ha dato delle prescrizioni precise



SALUGGIA - Sito Eurex: cosa c’è in quella vasca? Il Partito Democratico chiede a Sogin delle risposte - Inviata da Luigi Bobba un’interrogazione al Ministro dell’ambiente, a cui ha aderito Alessandro Bratti
Paola Olivero e Luigi Bobba

(s.tre.) - Il sito Eurex di Saluggia è entrato in funzione dal 1970. Nel 1984 si è poi interrotto per dare il via alla messa in sicurezza. Dal 2003 la gestione dell’Impianto è in mano alla Società Sogin per realizzarne la bonifica ambientale. La Società, interamente partecipata dal Ministero dell’Economia e della Finanze, è incaricata della gestione dei rifiuti radioattivi e dei relativi siti in base agli indirizzi del Governo. L’Onorevole Luigi Bobba, membro del Partito Democratico, sollecitato dalla Consigliere di Minoranza di Saluggia Paola Olivero, ha scritto un’interrogazione al Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, al Ministro dell’Economia e delle finanze e al Ministro dello sviluppo economico su quanto si sta verificando in quel luogo. All’interrogazione partecipa anche Alessandro Bratti Vice Presidente per i Rifiuti Speciali in Parlamento. Venerdì 19 ottobre hanno esposto agli organi di stampa la necessità di avere risposte. «Vorremmo sapere –dice Bobba- se Sogin, che è la Società pubblica che gestisce i siti nucleari, tra cui anche quello di Saluggia, il più importante presente nel nostro Paese, ha ottemperato alle prescrizioni che l’Ispra (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) ha fatto in merito a due vasche, ma in particolare ad una delle due, che contiene liquido radioattivo presente nel sito. All’inizio di agosto Ispra ha fatto un sopralluogo insieme ad Arpa e ha dato delle prescrizioni precise, come quella di mettere nuovi piezometri per misurare eventuali perdite, coprire la vasca, recintarla e fare analisi radiometrica del liquido presente per verificare cosa in effetti ci sia». Va detto che intorno a quella zona ci sono diversi spostamenti di camion che stanno provvedendo alla costruzione del D2 e questo genera allarme. Da agosto ad oggi il Pd vorrebbe sapere cosa si sta facendo per garantire la sicurezza dei cittadini. Anche la Olivero rimarca che il problema fondamentale starebbe nella mancata trasparenza: «C’è una questione nodale che Sogin deve risolvere dando delle risposte». Nelle vasche finiscono i liquidi dell’impianto che, con il permesso delle Istituzioni competenti, solitamente viene versato nella Dora. «L’Ispra –spiega il Consigliere del Pd- l’ha messo nero su bianco: nella vasca c’è qualcosa che non è conforme e questo non permetterebbe a quanto pare ai tecnici di versare il contenuto della vasca. Quindi pensiamo che ci sia qualcosa di strano. Chiediamo di sapere quali siano i dati data la responsabilità che hanno questi soggetti. Sogin ha fatto un comunicato stampa dicendo che va tutto bene, ma in realtà manca linearità. Ad esempio, ci sono degli abusi edilizi rilevati dal Comune di Saluggia ed Ispra ha reso noto che non è conforme il getto di cemento di una parete». Presente all’incontro anche l’Ing. Giampiero Godio, responsabile del settore energia di Legambiente che interviene: «Saluggia ha un’autorizzazione allo scarico molto permissiva, dato che secondo i dati, avrebbe una presenza di radioattività molto elevata. Io dico solo che la dirigenza della Sogin è stata decisa quando il Governo era a favore del nucleare. Ora che invece i cittadini hanno manifestato la loro opposizione a questo, sarebbe opportuno valutare un turnover con altri tecnici». Seguono in allegato i documenti e in homepage il video con l’intervista a Bobba e Olivero.

 Giampiero Godio
Giampiero Godio


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it