VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
mercoledì 20 gennaio 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




24/10/2014 - Saluggia e Livorno - Politica

SALUGGIA - Le spiegazioni rimediate di Sogin non convincono Gabriele Molinari e Giovanni Corgnati - Che sull’incidente del 26 settembre interrogano la Giunta Regionale - Arpa a Novara? - Bisogna evitarlo

Anche se avere a Vercelli gli Uffici di Arpa non è che sia servito a molto, in ordine ai fenomeni di inquinamento lamentati




SALUGGIA - Le spiegazioni rimediate di Sogin non convincono Gabriele Molinari e Giovanni Corgnati - Che sull’incidente del 26 settembre interrogano la Giunta Regionale - Arpa a Novara? - Bisogna evitarlo
Gabriele Molinari e Giovanni Corgnati oggi nel corso della conferenza stampa su Sogin a Vercelli

Non ha evidentemente convinto i Consiglieri regionali Gabriele Molinari (Scelta Civica) e Giovanni Corgnati (Pd) l’informativa inviata dall’Ufficio propaganda di Sogin, a distanza di venti giorni dall’incidente verificatosi (26 settembre) presso  il sito Eurex di Saluggia.

Guarda anche:

http://www.vercellioggi.it/dett_news.asp?id=59033

E così è arrivata in questi giorni al Presidente dell’Assemblea di Palazzo Lascaris ed a quello della Giunta Regionale, Sergio Chiamparino, una duplice interrogazione.

Duplice perché – in prima battuta – i Consiglieri chiedono risposta urgente sui quesiti in sede di “question time” cioè già martedì prossimo, 28, prima seduta utile del “Parlamentino” regionale.

Ma chiedono anche una risposta scritta attorno a quesiti ben precisi.

Intanto, l’entità effettiva del fenomeno, quantificato frettolosamente dalla propaganda Sogin con una locuzione simile a quelle in uso nei mercati rionali: alcune decine di litri.

“Alcune decine” è linguaggio che, quando si parla di liquami i quali – si legge sempre nella pubblicistica ufficiale – hanno rilasciato “solo” residui di uranio, non è evidentemente accettabile, perché a differenza dei mercati rionali, dove si sa come possa talvolta accadere che la merce sia trattata da simpatici burloni a “nove etti per un chilo”, qui si parla di tracce ancorchè “modeste” reperite in situ. E forse destinata a sommarsi, nelle falde acquifere, alle tante di cui questa piccola, ma fortemente provata provincia, già detiente il singolare  e poco invidiabile primato.

Ed è proprio partendo da questa constatazione – la particolare densità di attività inquinanti: da Alice Castello a Vercelli capoluogo (residui ex inceneritore) per guardare poi alle attività nucleari ed infine al “nuovo” fenomeno Sacal – che Molinari e Corgnati hanno preso le mosse.

Perché è bene parlare dei fenomeni in generale, che tuttavia, quando poi si va nel particolare, e ciò può anche voler dire dover giustificare alla gente di Carisio perché non possa più mangiare la propria insalata, quasi che si fosse tornati ai tempi di Chernobyl, allora le cose cambiano ed è inevitabile parlare di responsabilità. Dirette o indirette. Dei soggetti che inquinano, ma anche delle responsabilità di una politica distratta quando non compiacente così come inefficiente nel mettere in atto e verificare le procedure di controllo e l’operato degli Enti controllori. Arpa in testa, naturalmente.

Da questo punto di vista – ha chiarito Molinari, parlando della eventualità che gli uffici Arpa di Vercelli siano trasferiti a Novara – non c’è al momento nulla di deciso.

Certo, il fatto di avere avuto qui a Vercelli la Sede di Arpa non è che abbia impedito fatti come quelli appena citati.

C’è una esigenza di razionalizzazione della presenza territoriale dell’Agenzia.

Ma se il Pd, da ultimo, pare rassegnato a una lenta dismissione di tutte le attività dislocate su Vercelli, subendo una (certa idea della) logica di “Quadrante” che nemmeno i novaresi forse sperano, Molinari non ci sta.

E chiarisce, in particolare a proposito di Arpa, ma il discorso è chiaro che si estende ad altre realtà: razionalizzare non vuol dire razziare. Ed affida al gioco di parole il messaggio chiaro rivolto ad eventuali tentazioni egemoniche gaudenziane nonché ai corifei compiacenti che dovessero assecondarle.

L’incontro di Molinari e Corgnati con gli Organi di informazione (oggi, 24 ottobre) si conclude con una assicurazione: la Commissione del Consiglio Regionale sull’ambiente lavorera con più attenzione su Saluggia, non solo “a valle” di incidenti, ma anche tentando una attività organica di controllo che non escluda verifiche di tipo ispettivo e preventivo.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it