VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
14 Novembre 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




31/03/2012 - Saluggia e Livorno - Politica

SALUGGIA - Il venerdì delle due Paole / 1 - Paola Olivero presenta la lista "Per Saluggia - Paola Olivero Sindaco"

E’ una vera e propria convention. Arriva alla spicciolata il popolo del Centrosinistra decisamente più catto che comunista.





SALUGGIA - Il venerdì delle due Paole / 1 - Paola Olivero presenta la lista "Per Saluggia - Paola Olivero Sindaco"
Paola Olivero

Associazione Vita tre, vicino alla Parrocchia, ore 21 di venerdì 30 marzo 2012.



E’ una vera e propria convention.


Arriva alla spicciolata il popolo del Centrosinistra decisamente più catto che comunista.


Ci sono persino le Delegazioni estere. Sono i rappresentanti del Pd nelle Amministrazioni locali vicine e lontane (nel territorio lontane, come quelle valsesiane, ma vicine tutte nel cuore).


Arrivano le personalità, a cominciare dall’On. Luigi Bobba e da Giorgio Comella e poi gli ambasciatori dei partiti che non si possono nominare (perché la lista è civica, mica per altro), ma che sono lì ad attestare che il loro cuore – quello di Sinistra Ecologia e Libertà, per esempio – batte a sinistra e palpita per Paola Olivero candidato Sindaco di Saluggia.


Nella terra del fagiolo, Casa di riposo dell’atomo un tempo amico, è ora di elezioni e saranno sicuramente cinque, ma probabilmente sei le liste che si contenderanno le 7 poltrone in Consiglio comunale.


Lei, la candidata, fa gli onori di casa da ospite perfetta: oggi è molto più la risposta saluggese a Hillary Clinton che a Dolores Ibarruri, come l’abbiamo conosciuta nei giorni e nelle notti in cui faceva la posta ai camion di Sogin mentre questi si recavano – tentando, gli ingenui, l’improvvisata – a coprire di cemento armato le scorie nucleari del Deposito D2. Ora questo esercizio forse è loro facilitato dal Governo tecnico, che ha tentato (e non demorde) di lasciare mano libera ai boiardi di Stato, sospendendo tutta la legislazione anche urbanistica che dà una qualche voce in capitolo ai Comuni, su operazioni tanto importanti. Ma questi sono problemi del futuro più che del futuro Sindaco, che dovrà misurarsi comunque anche con queste scelte.


Alessandro Portinaro veste per l’occasione i panni del pubblico ufficiale, autenticando con scrupolo notarile le firme che i presenti, numerosi appongono in calce ai moduli di presentazione delle candidature. In Prefettura arriveranno sicuramente allegati ineccepibili.


Tanta gente. Sgamata, abituata a partecipare forse solo da semplice cittadino, ma tutt’altro che passivo ed inerte, alle vicende politiche di un paese che è stato in più occasioni un laboratorio capace di elaborare formule di governo locale inedite e persino di una qualche ammirevole lungimiranza.


Oggi i tempi sono un po’ cambiati, ma i palati sono sempre fini ed esigenti e chi vuole mettersi nella cucina politica per servire poi le pietanze da Palazzo Civico, non può certo permettersi di improvvisare.


La sala si riempie ed i sediarii devono persino, con qualche malcelato compiacimento, ad un certo punto andare a rovistare in qualche sgabuzzo esterno per recuperare ancora sedie, per quelli che sono in piedi sul fondo.


Sarebbe sbagliato dire, però, di una “gioiosa macchina da guerra”. Quella fu una formula talmente idiota che se ne ricordano ancora oggi. Certo, ieri si è messa in mostra (perché è in moto da settimane) una macchina da voti che non tralascerà di suonare neanche un campanello, non mancherà di contattare neanche una famiglia, non lascerà nulla al caso.


L’organizzazione sarà perfetta e si vede sin d’ora.


Vento in poppa, dunque?


Certo Paola Olivero parte con una squadra credibile, che darà filo da torcere agli altri.


Solo lei, la candidata, non riesce a nascondere qualche comprensibile ansia: non sarà facile centrare il risultato. Il sistema elettorale premia la lista che ha anche solo un voto in più delle altre. Con il Centrosinistra diviso in tre, è sicuramente dura.


Candidati e fotogallery in calce all’articolo.


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it