VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
lunedì 1 marzo 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




15/04/2011 - Saluggia e Livorno - Mondi Vitali

SALUGGIA - Grande successo rassegna cinematografica. L’iniziativa del Predisio Libera ha raggiunto ottimi risultati

La rassegna cinematografica organizzata dal Presidio Libera saluggese G. Di Matteo ha raggunto una media di 60 partecipanti a serata



SALUGGIA - Grande successo rassegna cinematografica. L’iniziativa del Predisio Libera ha raggiunto ottimi risultati
I membri del Presidio Libera

 Si è conclusa, giovedì 31 marzo, la terza Rassegna cinematografica promossa dal Presidio Libera “Giuseppe Di Matteo” di Saluggia. La rassegna quest’anno prevedeva la proiezioni di tre film, I Vicerè di Roberto Faenza, La Siciliana Ribelle di Marco Amenta e Alla luce del Sole di Roberto Faenza.

La prima proiezione coincideva con il 17 marzo, festa dell’Unità d’Italia ed è stata un occasione per sottolineare questo importante evento che ci lega alla nostra Patria. La pellicola in visione era I Vicerè un film che ripercorre la vicenda di una nobile famiglia vissuta nel periodo del risorgimento italiano, una vicenda fatta di sopraffazione dei forti sui deboli, dei ricchi sui poveri, dei potenti sul popolo, i quali in nome di un distorto senso del dominio calpestano e travolgono tutto ciò che incontrano sul loro cammino. Ciò che siamo stati e ciò che siamo, i vizi che ci affliggono, la resistenza a ogni cambiamento e, per contro, la vocazione al conformismo, la tempestività a chinare la schiena di fronte ai vincitori.


La seconda pellicola proiettata giovedì 24 marzo è stata La Siciliana Ribelle, la storia di Rita, una ragazzina di 17 anni che si presenta al Procuratore di Palermo per vendicare gli assassini del padre e del fratello, entrambi mafiosi. Come tutte le altre donne di mafia siciliane, Rita dovrebbe piegarsi alla legge del silenzio. Ma Rita non è come le altre. La sua vita è una sfida al destino. Rinnegata e minacciata dal paese e persino dalla madre, Rita è costretta ad abbandonare la Sicilia natale ed esiliarsi clandestinamente a Roma. Il Procuratore anti-mafia diventa per lei una figura paterna, la prende sotto la sua protezione e la sostiene nel suo percorso. Dovrà farle ammettere davanti a se stessa e davanti a tutti che suo padre e suo fratello non erano quelle figure positive che lei credeva. A Roma, sotto falsa identità, incontra Lorenzo e nasce un amore. Riscopre la femminilità e la voglia di vivere come un'adolescente spensierata. Ma gli eventi precipitano e mettono Rita di fronte all'assurdità della vita e alla dismisura della sua battaglia.


La proiezione è stata preceduta da un momento di riflessione e di silenzio nel quale sono state nominate tutte le 900 e più vittime di mafia che si conoscono, un momento partecipato e intenso che ha ricordato anche l’impegno del 21 marzo, giornata celebrata in memoria delle vittime di tutte le mafie, che quest’anno ha avuto la sua punta più alta a Potenza sabato 19 marzo.


In ultimo giovedì 31 ha chiuso il ciclo di proiezioni il film Alla luce del sole di Roberto Faenza, un film che ricorda la vita di Don Pino Puglisi, parroco al Brancaccio di Palermo, dove mette a repentaglio la sua eroica vita di sacerdote di strada in un quartiere in mano alle organizzazioni mafiose che temono la voce di questo sacerdote che in soli 2 anni di pastorale riesce a ricostruire un minimo di tessuto sociale e rimane l’unica voce fuori dal coro del sistema mafioso che governa il territorio. Nel 1993 Don Puglisi, viene ucciso e resta per tutti un esempio eroico di prete di strada.


Tutte le proiezioni sono state seguite da un breve dibattito condotto da Don Franco Patrevita che, con la sua capacità di rilettura delle pellicole, ha sollecitato domande e riflessioni che hanno lasciato il pubblico molto soddisfatto.


Alle tre proiezioni hanno partecipato mediamente 60 persone ogni settimana. I proventi della rassegna saranno finalizzati, dal Presidio di Saluggia, alla continuazione del progetto di educazione alla legalità avviato con l’Istituto Scolastico.


Il Presidio vuole ringraziare in modo particolare Don Enrico, Ezio e Augusto e a tutti coloro che ci hanno aiutato nell’organizzazione della rassegna. Arrivederci al prossimo anno per la rassegna e alle altre iniziative che il Presidio sta organizzando per i prossimi mesi.



NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it