VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
giovedì 13 agosto 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




05/12/2014 - Lungosesia Ovest e Baraggia - Economia

PUNTO SERVICE GUARDA AL FUTURO: "Quando fate una pianificazione che deve durare una vita, formate ed educate le persone" - La storia di un successo e di una impresa nata a Vercelli 25 anni fa

Ieri convegno di studi sulla Terza Età al Teatro Civico di Vercelli




PUNTO SERVICE GUARDA AL FUTURO: "Quando fate una pianificazione che deve durare una vita, formate ed educate le persone" - La storia di un successo e di una impresa nata a Vercelli 25 anni fa

Guardare al futuro.

Così, sin dalle prime battute, si presenta la giornata di studi organizzata ieri, 4 dicembre, dalla Cooperativa sociale “Punto Service” per festeggiare i primi venticinque anni di attività aziendale.

Dopo il momento di festa dello scorso 22 novembre

Guarda anche: http://www.vercellioggi.it/dett_news.asp?id=59613

la coop. di Caresanablot (ma che ormai è una vera e propria multinazionale dell’assistenza ad anziani, disabili, bambini) ha promosso ieri mattina al Teatro Civico di Vercelli un convegno di studi sul futuro dell’assistenza.

Perché nemmeno questo settore può sfuggire (in un Paese come l’Italia – così ha ricordato il Presidente e fondatore del Gruppo, Massimo Secondo – che a livello mondiale è secondo solo al Giappone per senilizzazione della popolazione) alla necessità di adeguare il proprio modo di essere al cambiamento imposto dai fatti.

Ed è proprio il Presidente Secondo ad aprire i lavori con un breve intervento nel corso del quale ha ripreso il filo conduttore dell’iniziativa.

Guardare al futuro da un punto di vista assai saldo, che muove dai risultati di un quarto di secolo di lavoro: oltre 3 mila soci lavoratori occupati ed un fatturato che supera i 100 milioni di euro.

Risultati ottenuti anche perché non si è mai rinnegata la motivazione iniziale, la “vocazione” al servizio, al fare impresa senza dimenticare il fondamento etico cui si richiama l’economia sociale di mercato.

Un ancoraggio a principi e valori che non sono stati un freno, una zavorra, quando è stato il momento di spiccare il volo verso più ambiziosi traguardi imprenditoriali. Anzi, sono sempre stati l’antidoto a scegliere le illusorie scorciatoie così spesso preferite da chi pensa possibile coniugare successo durevole ad assenza di scrupoli.

Salvo poi toccare quanto sia duro il ritorno a terra dopo il volo di Icaro.

Niente di tutto questo – ha confermato anche quella sorta di “fata dai capelli turchini” che ha sempre discretamente accompagnato e vigilato la vita della coop e del suo management, Mariella Enoch – non è mai stato nel dna imprenditoriale di Massimo Secondo e della sua famiglia. Famiglia sempre partecipe e coinvolta nell’ “impresa” vissuta anche quale luogo di relazioni umane necessariamente caratterizzate dal dovere professionale e tuttavia mai dimentiche di quanto altrettanto doverosi siano il rispetto reciproco, la solidarietà, la condivisione di obbiettivi e percorsi.

Massimo Secondo ama affidare l'espressione di questo principio ad una citazione del cinese Guan Zhuong:"Quando pianificate per un anno, piantate cereali. Quando pianificate per dieci anni, piantate alberi. Quando fate una pianificazione che deve durare una vita, formate ed educate le persone".

E non c'è dubbio che così il concetto sia anche più chiaro.

Al centro del convegno di ieri, dunque, il cambiamento e l’innovazione, perché l’anziano sia soggetto di un processo attivo di invecchiamento e non considerato a guisa di un problema da “gestire”.

Contenuti, quelli del convegno, rivolti necessariamente a specialisti del settore.

Non solo italiani i relatori, a cominciare dalla francese Christine Jeandel, Presidente del Colisée Groupe,  capaci di mettere a confronto le esperienze e le idee maturate in Italia con quelle con quelle di Gran Bretagna, Francia, Germania, i Paesi di riferimento per il settore.

Attenzione anche a forme diverse di intendere il rapporto tra Residenza assistita e, invece, una residenzialità che permette una diversa autonomia dell’Ospite. Così sono entrati in argomenti i relatori che hanno esposto i modelli di “abitare leggero” (autonomia residenziale, ma contesto assistito per servizi essenziali) fino alla illustrazione di un concreto “progetto sentinella”. Una prima effettiva sperimentazione di integrazione tra RSA (quella che tutti chiamiamo “Casa di Riposo”) ed alloggi assistiti.

Infine, uno sguardo al futuro anche nel senso di opportunità di lavoro che si preparano per i giovani.

Punto Service con la Fondazione Filarete lancia un concorso “InnovAgeing start ups: nuovi servizi per un invecchiamento attivo”. Concorso di idee, ma anche un concreto aiuto per metterle in pratica.

Commenta la notizia su https://www.facebook.com/groups/vercellioggi/ 


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it