VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
14 Novembre 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




21/10/2009 - Vercelli Città - Mondi Vitali

PRO VERCELLI - La Società di Via Massaua guarda al futuro, ma Vero Paganoni è sempre il proprietario






PRO VERCELLI - La Società di Via Massaua guarda al futuro, ma Vero Paganoni è sempre il proprietario
La conferenza stampa

(ma.mi.) Oggi, in tarda mattinata, si è tenuta presso il Tennis Club Pro Vercelli, una conferenza stampa della società bicciolana per riequilibrare i rapporti con la stampa, per parlare del progetto giovanile e per comunicare la presa di posizione della società di via Massaua nei confronti dei deferimenti a carico di tifosi, decisioni queste ultime che hanno fatto parlare i giornali in queste settimane. A fare gli onori di casa è il Direttore Generale Claudio Mossio:”Ci è sembrato doveroso fare chiarezza con la stampa e con i tifosi sui reali obiettivi della Pro Vercelli di questa stagione e futuri. Sentiamo mugugni e proteste, allo stadio e fuori e vogliamo ribadire che l’obiettivo che ci siamo prefissati è quello di far crescere giovani di nostra proprietà e di limitare le spese”. “Senza falsa modestia” prosegue Mossio “ alcuni dei nostri giovani stanno facendo molto bene e sono già seguiti da società di serie A e B, dove potranno approdare nelle prossime stagioni”.



“Nonostante ciò che viene detto o scritto al momento in società c’è un unico responsabile decisionale, ovvero l’Ingegner Vero Paganoni, se qualcuno parla di Pro Vercelli (riferito probabilmente al Conte Simone Avogadro, ndr) all’esterno della società, lo fa a titolo esclusivamente personale”. “Al momento la Pro è questa e vi assicuro che a livello monetario non si è in grado di fare di più anche per la situazione generale dell’economia nazionale, per la quale anche il calcio ne ha ovviamente risentito”.


Il punto della discussione si sposta sulla progettualità: “Come detto ci sono molti progetti in cantiere, per potenziare il settore giovanile e per essere molto più competitivi nel futuro. Con la cifra risparmiata cedendo i giocatori con i contratti più esosi abbiamo risparmiato circa 400.000 euro, 100.000 dei quali sono stati prontamente reinvestiti nel settore giovanile. C’è inoltre in cantiere il progetto di costruire un impianto sportivo nuovo per gli allenamenti e per le gare dei ragazzi: in questo senso abbiamo già iniziato le consultazioni con gli organi competenti e nelle prossime settimane potremo già dirvi di più”.


I tifosi però sono a secco di soddisfazioni da ormai 15 anni:”Qualcuno ha parlato di obiettivo play-off ma non rispecchia la realtà. Ho sempre affermato che il nostro obiettivo di classifica è fare meglio della passata stagione e su questo non posso essere smentito. Abbiamo affidato la nostra fiducia a mister Sesia e per il momento bisogna ammettere che sta facendo bene; qualche errore può capitare ma in linea di massima non possiamo lamentarci. Per essere competitivi nella mediocrità di questo campionato servirebbero tre innesti. Solo tre. Compatibilmente con le finanze messe a disposizione dal presidente vedremo se investire già a gennaio o nella prossima stagione. Personalmente credo che i ragazzi stiano facendo bene e vorrei che il nostro pubblico, che non dimentichiamo essere realmente la nostra forza, come dimostrato nel derby contro la Pro Belvedere, accantoni i mugugni e provi a spingere con il proprio calore la squadra.”


A questo proposito chiediamo lumi sui recenti deferimenti e probabili DASPO ai danni di tifosi vercellesi: ” Come società stiamo dalla parte dei nostri tifosi e scriveremo una lettera che inoltreremo agli organi competenti. Io abito a Torino dove le manifestazioni non autorizzate sono all’ordine del giorno, molto più numerose e sicuramente pregiudizievoli per l’ordine pubblico. In nessun caso però ho mai sentito parlare di deferimenti o denuncie. Mantenendo ferma la condanna nei confronti di coloro che si sono resi protagonisti della rissa all’esterno dello stadio (nei pressi del bar), volevo ricordare che lo stadio Piola, con i nuovi ammodernamenti, è da considerarsi tra i più sicuri d’Italia. Quello che è capitato all’esterno è solo una casualità, poteva realmente succedere ovunque che tre ubriachi provocassero un gruppo di ragazzi. Secondo noi ci vuole un po’ di buonsenso da entrambe le parti, mi sembra ridicolo che vengano etichettati come facinorosi un gruppo di 20 ragazzi che non facevano del male a nessuno e che hanno manifestato il proprio dissenso alle nuove regole con espressioni un po’ colorite. Il danno che queste decisioni della Questura portano alla Pro Vercelli è evidente. I tifosi devono sentirsi liberi di venire a tifare per la propria squadra nel rispetto degli altri, come sempre è accaduto in questi mesi”.


In serata abbiamo poi contattato il Conte Avogadro di Vigliano per sentire la sua versione e saperne un po’ di più sulla “trattativa”. Troverete l’intervista nel numero di Vercelli Oggi disponibile domani in tutte le edicole.


 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it