VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
09 Dicembre 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




23/05/2011 - Vercelli Città - Mondi Vitali

PROTEZIONE CIVILE - Radiolocalizzazione e Tracciamento satellitare, per operare meglio in situazioni d’emergenza

Il principio su cui si basa il sistema è concettualmente semplice, anche se poi estrema è la complessità della messa in pratica e della gestione





PROTEZIONE CIVILE - Radiolocalizzazione e Tracciamento satellitare, per operare meglio in situazioni d’emergenza
Alcuni Partecipanti

Radiolocalizzazione e Tracciamento satellitare  rappresentano i più recenti strumenti per operare sempre meglio in situazioni d’emergenza. Al Presidio di Protezione Civile di Vercelli un corso teorico-pratico per preparare  i volontari all’utilizzo delle tecnologie più avanzate. Il Global Positioning System (abbreviato in GPS) è un sistema di posizionamento su base satellitare, a copertura globale e continua, gestito dal Dipartimento della difesa statunitense, è il sistema di localizzazione che permette in ogni istante di conoscere con esattezza il punto in cui ci si trova rispetto ad un  riferimento geografico (per convenzione il meridiano che passa da Greenwich, osservatorio astronomico nei pressi di Londra) . E’ il sistema su cui si fonda la tecnologia dei navigatori satellitari che oramai siamo abituati ad usare nei nostri spostamenti in auto. I moderni ricevitori GPS hanno raggiunto dei costi molto contenuti. Dopo il telefono cellulare stiamo assistendo alla diffusione di un nuovo cult: quello del navigatore satellitare personale. Il mercato offre ormai soluzioni a basso costo per tutti gli impieghi e per tutte le tasche che si rivelano efficaci non soltanto per la navigazione satellitare in sé e per sé, ma anche per usi civili, per il monitoraggio dei servizi mobili e per il controllo del territorio.



Il principio su cui si basa il sistema è concettualmente semplice, anche se poi estrema è la complessità della messa in pratica e della gestione: 31 satelliti in orbita all’altezza di 22.000  chilometri te  (si tratta di orbite non geostazionarie – solo alla quota di 36.000 chilometri gli oggetti in orbita  risultano immobili rispetto alla terra - per cui le varie traiettorie si incrociano continuamente nello spazio) lanciano un segnale relativo alla loro esatta posizione (effemeridi) in quel determinato istante ( il tempo a bordo è scandito da un orologio atomico preciso al milionesimo di secondo): Il ritardo con cui il segnale viene ricevuto a terra da ogni singolo “terminale” (così viene definito lo strumento che viene utilizzato per la ricezione) permette di calcolare con grande precisione la distanza e, applicando i principi della triangolazione a tre o più misure, è possibile calcolare con estrema precisione la posizione e l’altitudine  rispetto ad un sistema di riferimento in ogni stante, di chi sta utilizzando l’apparecchio. Si tratta, come appare chiaro, di una applicazione che ha importanti potenzialità nel campo del soccorso e degli interventi in emergenza. Per questo motivo da sempre nell’ambito della Protezione Civile si è dato largo spazio all’utilizzazione di questi strumenti. L’acquisizione di  terminali” di ultima generazione ha fornito l’occasione di un corso di aggiornamento per i volontari del Coordinamento delle Associazioni di Protezione Civile di Vercelli, tenutosi nella giornata di sabato 21 maggio al mattino in aula per la parte teorica e sul campo nel pomeriggio per le prove pratiche, che ha permesso di approfondire le più recenti potenzialità di questa tecnologia, in particolare riferita alla “Radiolocalizzazione” e al “Tracking , o tracciamento,  satellitari.


Nella radiolocalizzazione i “terminali”, cioè i palmari in dotazione alle squadre o ai mezzi, sono collegati direttamente alle radio in dotazione e trasmettono alla centrale operativa, istante per istante, la posizione di ciascuno. Queste informazioni, proiettate su una cartografia gestita da un computer, permettono di visualizzare esattamente la posizione di ciascuna squadra e di ciascun mezzo su una carta e poterli quindi gestire nel migliore dei modi. Nel caso del “tracciamento” gli strumenti in dotazione permettono di registrare, e quindi tracciare, ogni spostamento sul terreno con la possibilità di comunicarli o scaricarli direttamente alla fine del turno alla base operativa che, operato il trasferimento su un computer dotato di un software dedicato, riporta la traccia di ogni singolo spostamento su una mappa e permette di ottenere una visualizzazione grafica estremamente precisa di quali aree siano state interessate dall’intervento e con che intensità, offrendo la possibilità quindi di monitorare e pianificare al meglio i movimenti effettuati  sul territorio, con particolare riguardo alla ricerca di persone scomparse o alle verifiche e ai rilievi sullo scenario operativo in occasione di emergenze o incidenti..


Per Daniele Berdini, responsabile tecnico della Colonna Mobile di Soccorso che ha curato il corso di approfondimento “La protezione Civile deve essere in grado di operare in sinergia con le altre realtà che sono coinvolte nelle operazioni di soccorso – vigili del fuoco,  Croce Rossa, Forze dell’Ordine, Soccorso Alpino –, con la capacità di dialogare utilizzando un linguaggio e delle procedure comuni. Per questo motivo è necessario  avere a disposizione ed essere in grado di utilizzare gli strumenti tecnici più avanzati nella gestione delle emergenze. Con l’acquisizione di questi nuovi terminali G.P.S. e la formazione del personale che sarà chiamato ad utilizzarli, la Protezione Civile di Vercelli compie un ulteriore passo avanti nella sempre maggiore capacitò di intervento, in caso di necessità,  al servizio della collettività.


 


 


 


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it