VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
sabato 24 ottobre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




22/11/2013 - Regione Piemonte - Società e Costume

PROGRAMMI DI SCAMBI CULTURALI- Amerigo al Secretary John Kerry’s Forum

La diminuzione del peso delle tasse sulle imprese comporterebbe l’incremento delle opportunità economiche e occupazionali per i lavoratori a maggior ragione se giovani






PROGRAMMI DI SCAMBI CULTURALI- Amerigo al Secretary John Kerry’s Forum
Roberto Berutti e Gianluigi Traettino

 (co.s.)- Si è conclusa giovedì 7 novembre la prima edizione del Forum organizzato dal Dipartimento di Stato Americano (intitolato Secretary John Kerry’s Forum) sul tema della Garanzia Europea per i Giovani (c.d. Youth Guarantee) il programma con cui sostenere l’occupazione giovanile in tutti gli Stati membri attraverso la realizzazione, dal 1 gennaio 2014 ed entro il 2020, di interventi qualitativamente validi a sostegno dell’aumento dell’occupazione per gli under 25 attraverso il proseguimento degli studi, apprendistato o tirocinio entro un periodo di quattro mesi dall'inizio della disoccupazione o dall'uscita dal sistema d'istruzione formale.



Tra le vari azioni emerse, nella 3 giorni di confronto, ha assunto particolare rilevanza la possibilità di destinare le somme residuali dei fondi europei 2007 - 2013 (che rischierebbero di non essere spesi e restituiti quindi all’Europa) per ridurre il cuneo fiscale abbattendo le tasse sul lavoro. 


“L’utilizzo dei fondi europei, fatta eccezione per le somme stanziate a favore degli interventi infrastrutturali, consentirebbe di ridurre la tassazione che grava sulle aziende italiane generando un effetto favorevole sul tema lavoro.


La diminuzione, infatti, del peso delle tasse sulle imprese comporterebbe l’incremento delle opportunità economiche e occupazionali per i lavoratori a maggior ragione se giovani” sostengono i componenti della delegazione italiana, nominata dall'Ambasciata USA a Roma Fabrizio Sammarco Presidente dell’Associazione ItaliaCamp, Roberto Berutti Membro del Consiglio d’indirizzo della Fondazione CRT e socio Amerigo e Gianluigi Traettino imprenditore e vice presidente  per il Mezzogiorno della nostra Associazione .


Dai lavori del Forum - organizzato dal Bureau of Educational and Cultural Affairs e dall’ufficio Public Diplomacy for Europe and EurAsia presso la missione degli Stati Uniti d’America nell’Unione Europea in collaborazione con le ambasciate americane di: Belgio, Croazia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Norvegia, Polonia, Romania, Serbia, Spagna e Svezia - è emerso sia il valore espresso dalle risorse riprogrammabili del periodo 2007 - 2013 che dai circa 100 miliardi previsti per il prossimo ciclo che andrà dal 2014 - 2020 considerato come la forma più concreta con cui sostenere la critica situazione occupazionale del nostro Paese, con particolare riferimento al tema giovani e Mezzogiorno. 


 Amerigo - Chi siamo


L’Associazione Amerigo riunisce gli alunni italiani dei Programmi di scambi culturali internazionali promossi, nelle loro varie articolazioni, dal Dipartimento di Stato USA (Bureau of Educational and Cultural Affairs). Nata nel maggio 2007 su iniziativa di otto soci fondatori provenienti dal mondo accademico, imprenditoriale, giornalistico e politico-istituzionale italiano,essa si propone di favorire fra i soci scambi di conoscenze ed esperienze personali e professionali, maturate nel periodo di permanenza degli USA, per la realizzazione di progetti comuni.


L’Associazione s’ispira all’illustre navigatore ed esploratore italiano Amerigo Vespucci, che, approdato nel 1497 nella penisola della Guayira (Colombia), fu il primo a rendersi conto di aver scoperto “la quarta parte della terra”, un nuovo continente insomma e non una rotta orientale per raggiungere via mare l’Estremo Oriente.


 Così si evince nelle lettere inviate a Lorenzo di Pier Francesco de’ Medici, ed, in particolare in quella intitolata “Mundus Novus”, in cui, appunto, scriveva:  « Arrivai alla terra degli Antipodi, e riconobbi di essere al cospetto della quarta parte della Terra. Scoprii il continente abitato da una moltitudine di popoli e animali, più della nostra Europa, dell’Asia o della stessa Africa »


 


 


 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it