VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
22 September 2018 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it



Dettaglio News
19/12/2017 - Vercelli Città - Politica

PRENCIPE, FORZA ITALIA: LA SVENDITA DI ATENA, DANNO INCALCOLABILE ALLE FUTURE GENERAZIONI - Ci attendiamo il rispetto della Mozione unanime del Consiglio Comunale - Le dimissioni di Baraggioli, Bavagnoli, Ranghino un atto dovuto

è chiaro che a soli due anni di distanza (la cessione della maggioranza di Atena ad Iren fu votata dal Consiglio Comunale di Vercelli il 17 dicembre 2015, ndr) i fatti ci danno ragione



PRENCIPE, FORZA ITALIA: LA SVENDITA DI ATENA, DANNO INCALCOLABILE ALLE FUTURE GENERAZIONI - Ci attendiamo il rispetto della Mozione unanime del Consiglio Comunale - Le dimissioni di Baraggioli, Bavagnoli, Ranghino un atto dovuto
Ranghino - Gaietta - Bavagnoli - Baraggioli

 

Non voglio maramaldeggiare, perché non è nel nostro stile, né tantomeno assonante con il clima natalizio.

Però è chiaro che a soli due anni di distanza (la cessione della maggioranza di Atena ad Iren fu votata dal Consiglio Comunale di Vercelli il 17 dicembre 2015, ndr) i fatti ci danno ragione”.

Non vuole infierire, Antonio Prencipe, Coordinatore Cittadino di Vercelli di Forza Italia.

Il suo partito, in quel nefasto 2015 cercò di opporsi con tutte le forze alla svendita della maggioranza di Atena.

Il colosso emiliano – torinese – genovese Iren acquisì il controllo completo della società pagandone solo il 10 (non il 20) per cento (la differenza tra il 40 per cento di prima e l’attuale 60 per cento del capitale sociale, al netto dell’aumento di capitale: ma su questi aspetti squisitamente societari torneremo in altro articolo, ndr.).

Fu una scelta esiziale imposta alla fragile amministrazione appena “divorziata” da SiAmoVercelli.

Racimolò 14 voti che, pur essendo una minoranza sui 33 del Consiglio, in quel momento erano la maggioranza, poiché vi furono astenuti.

A ben vedere, quindi, fu una scelta di una minoranza che “leninisticamente” si impose con questo sfregio alla città, al suo futuro ed a quello dei suoi figli, sperperando l’eredità dei padri.

Una generazione che porta la responsabilità storica di avere vanificato i sacrifici per oltre un secolo sostenuti dai vercellesi prima con l’Aasm, poi con l’Atena concepita negli Anni Novanta per razionalizzare il sistema dei servizi pubblici.

Semplicemente scippata alla nuove generazioni da un disegno cinico pensato per conformarsi alla volontà di qualche Cacicco del Pd di Torino.

In vista di che?

Saranno gli elettori a giudicare ed a dare la giusta remunerazione per il tradimento.

Ora Prencipe è formale:

Noi abbiamo votato il 24 novembre scorso, in una riunione che non esiterei a definire ‘storica’ del Consiglio Comunale una dura reprimenda per come sta lavorando Atena.

Non è mai successa una cosa simile negli scorsi decenni”.

Adesso cosa vi attendete?

Risponde Prencipe: ”Ci attendiamo prima di tutto che la Mozione sia rispettata. Sindaco e Giunta ci devono dire quali controlli abbiano fatto e stiano facendo per assicurarsi ed assicurarci che, contratto per contratto, Atena rispetti gli impegni. Se fosse verificato che in qualche caso non li avesse rispettati, quali sanzioni sono state comminate e quali penali irrogate”.

Circa il Piano Industriale?

C’è poi – prosegue Prencipe – la vera e propria incongruenza di un Piano Industriale annunciato e mai nemmeno iniziato che, insieme al gioco dei bussolotti delle 89 nuove assunzioni che però in realtà sono la semplice sostituzione del turn over, aveva rappresentato la giustificazione che i Consiglieri di maggioranza si erano dati per votare l’operazione. Ora veniamo a sapere che il Piano industriale non si farà per molte sue parti e che, se va bene, se ne parla nel quinquennio 2017 – 2022. Il Consiglio ha detto chiaro e tondo che non va bene e che vuole sapere entro il 24 dicembre (facciamo appena dopo l’Epifania) esattamente con quali scadenze Iren intende rispettare gli impegni”.

In questi giorni è ricorrente il tema delle dimissioni dei tre componenti del Consiglio di Amministrazione di nomina comunale:

Una questione – osserva ancora Prencipe – che in nessun’altra città si sarebbe neppure posta. Un voto unanime di critica all’operato dell’Azienda avrebbe dovuto immediatamente vedere i tre Consiglieri nominati dal Sindaco mettere a disposizione i mandati. Il fatto che per ora non l’abbiano fatto però non significa che non possano rimediare, meglio se a breve”. 

Conclude poi il Coordinatore Cittadino di Forza Italia:

Sicuramente dovrebbe essere il Sindaco a porsi un serio problema di coerenza con quanto sbandierato allora per giustificare l’aumento di capitale, quei consiglieri di amministrazione, indicati dal Comune, sono lì per tutelare gli interessi della Città, non del Pd né tanto meno dell’Iren.

Maura Forte si affretti a tirare le conclusioni”.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
VercelliOggi.it - Network ©
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Tel. 0161 502068 - Fax 0161 260982
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it