VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
domenica 28 febbraio 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




21/09/2012 - Regione Piemonte - Politica

PIEMONTE - Mentre i politici festeggiano a champagne, i lavoratori pubblici rischiano il posto di lavoro

Ecco cosa ha dichiarato Gianni Esposito, Segretario Generale FP Piemonte



PIEMONTE - Mentre i politici festeggiano a champagne, i lavoratori pubblici rischiano il posto di lavoro
Gianni Esposito, Segretario Generale FP Piemonte

Proseguono le assemblee nei luoghi di lavoro pubblici in preparazione dello sciopero generale di venerdì 28 settembre 2012. Saranno un migliaio i lavoratori piemontesi che con pullman e treno parteciperanno alla manifestazione a Roma in Pzza S. Apostoli. Gianni Esposito, Segretario Generale FP Piemonte ha dichiarato: “con questo sciopero vogliamo ribadire che il problema non sono i dipendenti pubblici, ma quei politici che, come successo alla Regione Lazio, sprecano con festini e champagne il denaro pubblico, o come successe con la giunta precedente del comune di Alessandria che portò al dissesto finanziario quel Comune, con gravi ripercussioni sugli stipendi dei lavoratori e disagi ai cittadini sui servizi.



Abbiamo già dato! Hanno bloccato i contratti di lavoro fino al 2015. Eliminano tribunali, accorpano o chiudono sedi pubbliche portando disagio ai cittadini. Adesso vogliono licenziare i lavoratori. Basta con politici che non fanno gli interessi dei cittadini. In Piemonte rischiano il posto circa 10.000 lavoratori pubblici. Oltre alla Fiat e alle altre aziende private che stanno chiudendo, con i licenziamenti dei lavoratori pubblici avremo meno servizi e i cittadini si impoveriranno sempre più. Per questo abbiamo chiesto al ministro Patroni Griffi di rivedere il provvedimento Spending Review.


Intanto, mentre insistiamo sulla necessità di un confronto chiaro, sono iniziati i primi licenziamenti al Consorzio di Valenza: dopo 11 mesi di mobilità, i 9 lavoratori, se tra 13 mesi non troveranno una ricollocazione, saranno in mezzo a una strada.


La punta di un iceberg che è la dimostrazione lampante e la prova evidente di quanto lo strumento della mobilità, se non governato a livello nazionale con regole certe e trasparenti sia inutile e di quanto sia inutile e dannoso farlo a livello regionale”.


 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it