VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
18 November 2018 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




Dettaglio News
26/06/2013 - Torino - Politica

PIEMONTE - I Senatori piemontesi del Pd rispondono alle pressanti richieste del Presidente Cota al Governo nazionale

Rappresentare la realtà in maniera caricaturale, addossando le colpe per i problemi che investono la sua amministrazione a tutti fuorché all’azione della sua Giunta, è quanto meno fuorviante


PIEMONTE - I Senatori piemontesi del Pd rispondono alle pressanti richieste del  Presidente Cota al Governo nazionale
Il Presidente Cota

Pur con la convinta volontà di dare massima collaborazione, nell’esercizio del nostro attuale ruolo di Parlamentari, affinché la Regione Piemonte ottenga dallo Stato tutte le attenzioni necessarie a contenere gli effetti di una crisi economica e occupazionale drammatica, e ad affrontare le molte emergenze relative alla gestione di servizi pubblici essenziali, quali sanità e trasporti, ci corre l’obbligo di chiedere al Presidente Cota maggiore equilibrio, soprattutto nell’assunzione di responsabilità circa i problemi che attanagliano il Governo regionale.

Rappresentare la realtà in maniera caricaturale, addossando le colpe per i problemi che investono la sua amministrazione a tutti fuorché all’azione della sua Giunta, è quanto meno fuorviante, e rischia di introdurre nel lavoro che dovrebbe essere comune una fastidiosa nota propagandistica.

Sono un fatto gli oltre 350 milioni di euro di debito maturati da piazza Castello nel triennio 2010-2012, sul fronte del trasporto pubblico locale. Debito per il cui ripianamento la Regione ha chiesto e ottenuto dallo Stato (unica Regione in tutta Italia) di rinunciare a 150 milioni di euro, destinati a investimenti, per ripianare almeno una parte del “buco”.

Ed è un fatto che le sanità piemontese, che per ammissione dello stesso Cota aveva mantenuto in equilibrio i conti negli anni compresi tra il 2005 e il 2009, non ha segnato alcun progresso, né in termini di razionalizzazione della spesa, né di recupero di efficienza dei servizi, nonostante l’avvicendamento di ben tre assessori e i clamoroso fallimento di modelli organizzativi, quali quello delle “federazioni”, varate e subito ritirate.

Sarebbe bene, perciò, che nel chiedere aiuto allo Stato, come capo della Giunta regionale, Cota si facesse carico almeno dell’umiltà e dell’onestà intellettuale necessarie a comprendere gli errori sin qui compiuti nell’azione di governo, in modo da non ripeterli in futuro.

I Senatori piemontesi del gruppo del  Partito Democratico:

Daniele Borioli, Nerina Dirindin, Stefano Esposito, Nicoletta Favero, Elena Ferrara, Elena Fissore, Federico Fornaro, Stefano Lepri, Patrizia Manassero, Magda Zanoni

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
VercelliOggi.it - Network ©
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it