VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
lunedì 29 novembre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it



29/09/2012 - Alessandria - Politica

PIEMONTE – Il consigliere regionale Marco Botta: “Costi della politica? A Palazzo Lascaris la parola d’ordine è ridurre”.

Numerosi i disegni di legge all’esame dei 25 consiglieri che compongono il Tavolo di concertazione



PIEMONTE – Il consigliere regionale Marco Botta: “Costi della politica? A Palazzo Lascaris la parola d’ordine è ridurre”.
Marco Botta

“Il Consiglio regionale del Piemonte è già intervenuto in maniera decisa sulla riduzione dei costi della politica, ma è necessario fare di più. Proseguono infatti, a pieno ritmo, i lavori del Tavolo di concertazione, che entro il 31 ottobre dovrà presentare una proposta condivisa da tutte le forze politiche per la revisione della legge regionale statutaria, della legge elettorale e dei provvedimenti collegati, della legislazione inerente i gruppi consiliari e lo status di consigliere regionale”.



Sono parole dell’On. Marco Botta, consigliere regionale del Pdl. Numerosi i disegni di legge all’esame dei 25 consiglieri (numero che assicura l’equilibrio fra gli appartenenti a tutti i gruppi consiliari di maggioranza e di opposizione) che compongono il Tavolo di concertazione: quelle di modifica dello Statuto sono 11 (6 dei gruppi di maggioranza, 2 di minoranza, una dell’UdP, una di Pdl e Udc e una ampiamente condivisa dalle forze politiche), quelle in materia elettorale 6 (4 dell’opposizione, una della maggioranza e una condivisa) e quelle sui costi della politica 7 (4 della minoranza, 2 della maggioranza e una dell’UdP).


“Alcune misure per la riduzione dei costi della politica – spiega Botta – sono già state adottate all’inizio della legislatura e ad oggi hanno comportato risparmi per 16 milioni di euro. Tra queste, il dimezzamento dell'indennità di fine mandato, la riduzione degli emolumenti ai consiglieri, l'introduzione del gettone a tempo, la mancata sostituzione di una serie di dirigenti che hanno cessato l'attività o sono andati a prestare servizio altrove. E infatti i dati sui costi della politica piemontese sono confortanti: le istituzioni regionali in Italia costano in media 2.200 euro per ogni cento abitanti, ma in Piemonte ne costano 829”.


“La proposta formulata dal Pdl – precisa Botta – prevede l’eliminazione delle autocertificazioni e dei quattro viaggi annui nell’Ue, la certificazione dei bilanci dei Gruppi da parte di revisori esterni e la loro pubblicazione, oltre alla parziale eliminazione degli assessorati esterni, che attualmente lo statuto del Consiglio regionale consente di nominare. Con questi provvedimenti si potranno davvero ottenere dei fortissimi risparmi nelle spese della Regione, senza minare il principio di rappresentatività dei territori che consente di far arrivare a Torino le istanze di tanti piemontesi anche lontani non solo geograficamente dal capoluogo della nostra regione”.


“Questi strumenti – conclude Botta – potranno consentire al Consiglio regionale del Piemonte di raggiungere quella trasparenza nella gestione delle risorse pubbliche che possa assicurare alla popolazione il superamento delle condizioni di privilegio attribuite alla casta”.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it