VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
giovedì 26 novembre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




14/03/2012 - Vercelli Città - Salute & Persona

PIANO SANITARIO - Luca Pedrale "Garantirà risparmi e riorganizzazione concreta"

“Abbiamo voluto – spiega Pedrale - confrontarci con il territorio, l’opposizione e darci dei tempi certi per l’approvazione"




PIANO SANITARIO - Luca Pedrale "Garantirà risparmi e riorganizzazione concreta"
Luca Pedrale, presidente del Gruppo Consiliare regionale del Pdl

“E’ stato fatto un lavoro importante, che non definirei rivoluzionario ma realistico e concreto, con risultati sicuramente positivi anche in un momento economicamente difficile e in un periodo in cui l’elaborazione del Piano Socio Sanitario si è sovrapposta ad un Piano di Rientro che rendeva difficile prendere decisioni importanti a livello finanziario”.



Con queste parole Luca Pedrale, presidente del Gruppo Consiliare regionale del Pdl, esprime il suo sostegno alla riforma della sanità che si sta discutendo in questi giorni in Consiglio regionale.


Abbiamo voluto – spiega Pedrale - confrontarci con il territorio, l’opposizione e darci dei tempi certi per l’approvazione al fine di creare un piano che fosse consapevole delle esigenze dei cittadini, che richiedono termini certi soprattutto in un momento in cui i ritmi della politica sono ben più lenti di quelli della società e delle necessità sanitarie dei piemontesi”.


“Il dissenso che tiene banco tra l’opposizione – prosegue il presidente – non può essere condiviso, in quanto non idoneo e adatto ai tempi. La sanità non ha colore politico, i problemi sono gravi per tutti e le risorse sono poche per qualsiasi amministrazione. Questa consapevolezza incomincia a crescere e spero che non venga annientata da un rigurgito di furori ideologici o contrapposizioni politiche di schieramento”.


“La razionalizzazione di tutta la macchina organizzativa della sanità – illustra Pedrale deve essere fatta con cautela e senza strappi eccessivi perché è estremamente difficile gestire le macro aziende sanitarie con tanti pazienti e tante caratteristiche diverse”.


Abbiamo voluto differenziare le strutture – afferma ancora l’esponente azzurro – tra ‘ospedali di riferimento’, che gestiranno attività di alta intensità, ‘ospedali cardine’ per la gestione dei casi di media gravità, e presidi territoriali. Gli ospedali cardine ricopriranno un ruolo fondamentale per il territorio perché le situazioni di media entità sono quelle più rilevanti e più frequenti, sgravando di fatto gli ospedali di riferimento e riducendo le liste d’attesa”.


Nello stesso tempo – afferma ancora Pedrale - abbiamo voluto affrontare l’eccessiva parcellizzazione delle ASL che provocava una spesa troppo alta e quindi inutili sprechi. Abbiamo dunque scelto le Federazioni per gestire in maniera centralizzata tutte le attività non strettamente sanitarie come la logistica, i sistemi informativi e gli acquisti:  nel medio-lungo periodo questa riorganizzazione garantirà importanti risparmi”.


Le risorse recuperate – conclude Pedrale potranno così essere destinate alla gestione dell’emergenza sanitaria e alle politiche sociali, come l’assistenza agli anziani, ai pazienti non autosufficienti o alla gestione delle malattie degenerative e all’assistenza domiciliare”.


 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it