ValsesiaOggi.it
Il primo portale quotidiano di Valsesia e Valsessera
Meteo.it
Borsa Italiana
sabato 4 dicembre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it



17/10/2021 - Valsesia e Valsessera - Cronaca

PELLET PAGATI IN ANTICIPO E MAI CONSEGNATI - A tutto pellet di Gattinara lascia decine di clienti di tutta la provincia senza soldi e senza pellet - In Corso Garibaldi sono tutti spariti - Non resta che andare dai Carabinieri -

Tra i tanti nomi che i clienti rimasti senza pellet e senza soldi si sono sentiti raccontare in queste settimane (Daniele, piuttosto che Davide o Lorenzo) per ora ce n’è uno solo che consente di mettere un punto fermo ed è quello che risulta, appunto, dalla visura camerale -





PELLET PAGATI IN ANTICIPO E MAI CONSEGNATI - A tutto pellet di Gattinara lascia decine di clienti di tutta la provincia senza soldi e senza pellet - In Corso Garibaldi sono tutti spariti - Non resta che andare dai Carabinieri -

VercelliOggi.it è ottimizzato con Google Chrome anche per i dispositivi mobili


La prima verità in questa storia la dice il risponditore della Tim: l’utente da lei chiamato non è al momento raggiungibile.

Ed è possibile, che, se dipenderà da lui, quell’utente resterà non soltanto irraggiungibile, ma proprio del tutto irreperibile.

E’ molto probabile che andranno a cercarlo le Forze dell’Ordine, per sentire come la pensi su tutti quei pellet pagati da decine di persone, residenti un po’ in tutta la provincia di Vercelli, ma non solo.

Fino a Lecco, poi Trino, Roasio e soprattutto Gattinara: hanno prenotato e pagato interamente la fornitura di materiale combustibile da mettere nella stufa.

Ma di pellet, almeno per ora, nemmeno l’ombra.

E l’odore di bruciato che si è subito avvertito, non ha niente a che fare con la calda fiammella che danza dietro il vetro atermico.

Quando è arrivato il giorno delle consegne, infatti, è incominciata la solita lambada che si balla in queste occasioni.

Un addetto dell’azienda di Corso Garibaldi, 300 a Gattinara,

dice ad un cliente che chiede notizie del proprio carico: no, guarda, hai capito male, il giorno di consegna concordato è mercoledì 13 ottobre, non lunedì 11.

Vabbè.

Ad un altro racconta: purtroppo è morto il padre del camionista che li doveva portare; rimedieremo al più presto: al più tardi entro sabato (ieri, ndr).

Ma i due – quello che avrebbe frainteso e quello che sente raccontare del lutto in famiglia – si conoscono e si parlano.

Così, il primo cliente – che, tra lunedì e mercoledì, avrebbe capito male – arrivati a sabato, richiama e, sorpresa, sabato il padre dell’autista sarebbe morto anche per lui.

***

Tra mercoledì e sabato un po’ di persone incominciano a parlarsi, confrontare le ricevute dei pagamenti effettuati, aprire un gruppo di wapp per comunicare le rispettive esperienze.

Da una prima “conta” delle vittime di questo, che è già un “caso”, anche se non gli si può ancora dare un nome tra quelli previsti dal Codice Penale, si arriva a diverse decine di persone.

La sorpresa forse ancora più brutta l’hanno avuta nelle scorse ore, quando si sono recate alla sede gattinarese della ditta, che sta, appunto, al civico 300 di Corso Garibaldi a Gattinara.

E hanno trovato il cancello aperto.

Allora sono entrati, per parlare con qualcuno, avere notizie della loro fornitura:

C’è nessuuuunoooo?!

Domanda destinata a restare senza risposta: non si fa viva nemmeno la molecola di sodio che, di solito, circola nella bottiglia di acqua Lete.

Alcuni di questi cittadini si sono già recati dai Carabinieri di Gattinara per segnalare i fatti.

***

Ma qualcuno più intraprendente è andato anche più in là e si è preoccupato di fare, venerdì scorso, una visura camerale di questa azienda, rilevandone i primi sommari dati proprio dai documenti di vendita.

In realtà, quello di “A tutto pellet” è il nome commerciale di un brand operativo (e, fin qui, niente di strano) di una società a responsabilità limitata semplificata.

Che ha sede, da qualche tempo, ha sede in Via Giovanni da Udine, 34 a Milano.

Ma con la stessa partita IVA di trova sul web anche il nome

Pubblipellet

***

Tra i tanti nomi che i clienti rimasti senza pellet e senza soldi si sono sentiti raccontare in queste settimane (Daniele, piuttosto che Davide o Lorenzo) per ora ce n’è uno solo che consente di mettere un punto fermo ed è quello che risulta, appunto, dalla visura camerale corrispondente al codice fiscale e partita IVA che ricorrono anche nelle indicazioni commerciali: 11259390968.

Si tratta del Signor Massimiliano Gagliardi (classe 1988) che si dichiara residente a Fagnano Olona in provincia di Varese e che possiede interamente i 9999,00 euro di capitale sociale della “Pubblitalia Società a responsabilità limitata semplificata”, costituita il 26 maggio 2020.

L’attività prevalente dichiarata è quella di “conduzione di campagne marketing e servizi pubblicitari”, insieme ad altre.

***

Secondo i commenti di alcuni componenti della chat di wapp costituita in seguito ai fatti della settimana appena conclusa, potrebbero esserci collegamenti anche con altri “rami” di attività della neocostituita impresa,

ad esempio il noleggio a lungo termine di autovetture.

Anche in questo caso, pare, con consensi non unanimi.

 


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it