VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
domenica 25 ottobre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




19/08/2010 - Santhiatese e Cavaglià - Pagine di Fede

PELLEGRINI SULLA VIA FRANCIGENA - Fanno tappa a Santhià, nel ricordo di Padre Matteo di Agnone

Provengono da Piverone, dove hanno fatto tappa questa notte. Sostengono la causa di Beatificazione del Servo di Dio. Alle 17 adorazione eucaristica a poi S.Messa. Ma il gruppo tiene i contatti con le famiglie anche via internet






PELLEGRINI SULLA VIA FRANCIGENA - Fanno tappa a Santhià, nel ricordo di Padre Matteo di Agnone
Pellegrini sulla via Francigena a Santhià

(giulia levi) - E’ circa mezzogiorno e mezza di oggi,  quando trenta persone si dispongono sulla scalinata della Chiesa in Piazza Roma, a Santhià: sono i pellegrini “Viatores S. Maria degli Angeli e della Speranza” (nome scelto per il gruppo che sostiene la causa di beatificazione di Padre Matteo di Agnone, Servo di Dio vissuto nel sedicesimo secolo)  e arrivati a Santhià questa mattina, 19 agosto 2010, dopo il pernottamento a Piverone.



Pasquale Santopietro, uno dei pellegrini, mi racconta che il gruppo si è formato in occasione del Giubileo del 2000 quando sono stati percorsi i primi 100 km a piedi , dall’ Abbazia di Priverno-Fossanova fino a San Pietro a Roma, per ottenere l’ indulgenza; il gruppo ha poi deciso di continuare con i pellegrinaggi-simbolo del cattolicesimo ripercorrendo gli antichi percorsi dei pellegrini. I “Viatores” hanno fatto tappa a Santiago di Compostela (da Sarrìa a Santiago, 120 km), ad Assisi e, nel 2009, hanno deciso di raggiungere nuovamente Roma percorrendo la Via Francigena nel tratto italiano che va dal San Bernardo a Roma, per raggiungere Monte San Michele sul Gargano e approdare, in ultima tappa, a Gerusalemme.


Don Rocco, il parroco del gruppo, mi spiega che ogni cammino è accompagnato dalla lettura dei Salmi e dai canti tanto che oggi, alle ore 17.00, è prevista l’ Adorazione eucaristica nella Chiesa di Sant’ Agata a Santhià e la messa delle ore 18.00 verrà celebrata dallo stesso Don Rocco.


Noto una pellegrina indaffarata al cellulare e così chiedo a Pasquale di spiegarmi il “rapporto” pellegrinaggio-tecnologia: «Ognuno è libero di mettere nello zaino ciò che vuole, ma internet ce l’ ha l’ autista dell’ autobus che ci scorta durante i pellegrinaggi. Sai, alcuni hanno i parenti a casa… altri li hanno qua!». Scopro, infatti, che nel gruppo ci sono anche il papà di Don Rocco, i genitori di Pasquale e qualche coppia.


I “Viatores” hanno una età compresa tra i diciannove e i sessantanove anni, arrivano in maggioranza dalla Basilicata ma ci sono anche pugliesi e piemontesi : Pasquale sostiene che è esclusivamente la Fede a spingerli nel percorrere i kilometri, che loro sono dei «pellegrini e non dei turisti religiosi»


L’ associazione “Amici della Via Francigena, Santhià ” ha accolto il gruppo e nel pomeriggio sono previste visite all’ ospedale vecchio (nei pressi dell’ auditorium “San Francesco”) e alla Chiesa di Sant’ Agata con la sua cripta romanica, mentre il pernottamento avverrà nella palestra delle scuole elementari “Silvio Pellico”. I pellegrini ripartiranno domani mattina, alla volta di Vercelli.


Pasquale ci tiene a sottolineare che il Piemonte è «ben attrezzato e ospitale». Non ci resta che augurare ai “Viatores” un buon proseguimento del viaggio!.


 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it