VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
lunedì 26 ottobre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




20/02/2019 - Bassa Vercellese - Società e Costume

PATTO DI AMICIZIA TRA RIVE E RIVE D’ARCANO - Due paesi distanti geograficamente ma accomunati dal fatto di essere gli unici due comuni, in tutta Italia, ad avere il toponimo Rive

Il patto di amicizia vuole essere nei fatti, per ora, una sorta di fase propedeutica all'instaurazione di un legame più complesso






PATTO DI AMICIZIA TRA RIVE E RIVE D’ARCANO - Due paesi distanti geograficamente ma accomunati dal fatto di essere gli unici due comuni, in tutta Italia, ad avere il toponimo Rive

Quando il destino è scritto nel nome: questo sarebbe proprio l'incipit con cui iniziare a raccontare la storia di Rive e di Rive d'Arcano. Due paesi distanti geograficamente, il primo adagiato tra le risaie della “bassa” provincia di Vercelli, l'altro arroccato nel cuore della zona collinare friulana, l'uno amministrato da un sindaco, Andrea Manachino e l'altro da una sindaca, Cristina D'Angelo ma accomunati dal fatto di essere gli unici due comuni, in tutta Italia, ad avere il toponimo Rive.

«Tutto è iniziato alcuni mesi fa quando – spiega Andrea Manachino il sindaco del comune piemontese – alcuni concittadini mi chiesero come mai non ci fossimo ancora gemellati con “l’altro Rive”, Rive d’Arcano. Non sapevano che, come amministrazione, avevamo già da tempo in animo di contattare i nostri omonimi, avendo in pregresso scoperto che, in rari casi, i due comuni, a causa del nome, venivano confusi. Ne parlai quindi con l’Amministrazione e decisi così di mandare una mail».

«Quando ricevetti la mail - continua il sindaco del comune friulano, Cristina D'Angelo - pensai subito che era davvero una bellissima iniziativa. Mi misi quindi immediatamente in contatto con il collega di Rive per valutare assieme quale poteva essere la formula giuridica adatta per avviare un percorso di conoscenza tra i due enti e i due territori. Abbiamo trovato la soluzione in un cosiddetto "Patto di Amicizia" (un documento - delibera che il collega ha approvato a dicembre e che noi andremo ad approvare nel consiglio di fine febbraio), e che vuole essere nei fatti, per ora, una sorta di fase propedeutica all'instaurazione di un legame più complesso. Al momento, infatti, ci limiteremo a mettere in contatto le rispettive parti politico/amministrativa con due incontri ufficiali, presso i due comuni, ma successivamente, si potranno mettere a punto, in base al desiderio, alla disponibilità e alla volontà dei cittadini, delle iniziative bilaterali più complesse e dare eventualmente anche un’altra veste al patto. Nei prossimi giorni, provvederemo, inoltre, a dare un'informativa più completa alla popolazione».

Rive, che consta di 456 abitanti (Istat 2018) è situato alla destra del torrente Marcova, ed è un piccolo centro rurale localizzato a sud di Vercelli, da cui dista circa 15 chilometri.  Il toponimo "Rive" deriva dal latino "ripae" ed indica un estremo lembo di terra bagnato dalle acque di fiumi o torrenti. Secondo un illustre storico locale, invece, Rive trarrebbe il suo nome dal trovarsi al fine di una "Ripa" o "Costa" (dosso composto di sedimenti morenici) che si protende verso ovest fino alla borgata di Crescentino denominata "Monte". Rive d'Arcano, comune di 2467 abitanti, situato a circa una ventina di km da Udine, nel cuore del Friuli, è conosciuto soprattutto per lo splendido castello dell'epoca medievale. Le origini si fanno risalire a Leonardo da Cornu, il cui figlio Ropretto (o Rioretto) diede origine alla famiglia dei Tricano, divenuta in seguito d'Arcano. Il nome Tricano della famiglia prende origine dallo stemma, su cui erano rappresentati tre cani neri, per simboleggiare la fedeltà all'Imperatore e al Patriarca di Aquileia. Tale fedeltà fu premiata con la carica ereditaria di marescialli e vessilliferi della Chiesa Aquileiense.

«Le diversità che caratterizzano i nostri due comuni - spiegano quasi all'unisono i due sindaci - sono molte ed è per tale motivo che vediamo in questo percorso di conoscenza reciproca una bella esperienza umana, un importante arricchimento culturale e uno stimolo alla collaborazione reciproca, anche alle luce delle difficoltà di questo periodo storico di grande confusione.» Spesso si pensa solo ai gemellaggi europei, dimenticandoci che anche l'Italia è straordinariamente bella e ricca di opportunità.

 



Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it