VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
lunedì 26 ottobre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




29/11/2013 - Alessandria - Società e Costume

OZZANO - Domenica 1 dicembre si svolgerà la Giornata del Ringraziamento dell’Agricoltura







OZZANO - Domenica 1 dicembre si svolgerà la Giornata del Ringraziamento dell’Agricoltura
Ozzano - Le prime feste del ringraziamento erano così



(p.v.) - Domenica
1 dicembre si svolgerà ad Ozzano la

tradizionale Giornata del Ringraziamento dell’Agricoltura con cui
si festeggia la chiusura
dell’annata agraria e si esprime
al Signore la gratitudine per
i doni della terra e del lavoro dell’uomo, fondamentali testimonianze di quella
centralità che il mondo agricolo riveste nel contribuire al superamento della
difficile crisi attuale e globale.
L’appuntamento
è fissato alle 10,00 nel
la
Parrocchia di San Salvatore per la funzione religiosa durante il cui offertorio
si potrà
  assisterà alla suggestiva presentazione all’altare dei frutti della terra da parte degli agricoltori. Al termine della
funzione religiosa, in Piazza Vittorio Veneto, il Sindaco Fabbri fiancheggerà
il Parroco Don Gigi Cabrino nel
la
benedizione dei mezzi agricoli e nel
la
premiazione di coloro che, anno dopo anno, si sono distinti per l’impegno e la
dedizione nel
la tute
la
del nostro patrimonio agricolo: Maria Teresa
Coppo, già Responsabile provinciale delle Donne Coldiretti, e Giulio
Todeschino.
Quest’anno verrà allestito, e
benedetto, anche il
carro del
Ringraziamento
che porterà i prodotti e gli attrezzi simbolo del lavoro dei
campi affiancato dai bambini dell’Oratorio.
In
piazza, inoltre, si esibiranno le majorettes del gruppo Cherry Twirl di
Cereseto e, in ultimo, rinfresco e vin brulè preparato dagli Alpini di Ozzano. La
Giornata del Ringraziamento, altresì buon auspicio per il futuro, riveste una
valenza simbolica, rituale e formativa molto forte giacché sta a significare
l’amore e
la gratitudine
dell’agricoltore verso
la terra e i
suoi frutti, anche se non sempre abbondanti, rinnovando costantemente sacrifici
e speranze nell’impegno di far crescere fecondo il seme che Dio gli ha donato.
È dal 1951 che nel mese di novembre si celebra in
Italia la Giornata del Ringraziamento. Promossa per iniziativa congiunta della
Federazione Coltivatori Diretti, di cui era Presidente Paolo Bonomi, e delle
Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani, di cui era Presidente Ferdinando
Storchi, è stata celebrata puntualmente ogni anno. Nei primissimi anni
cinquanta l’Italia, che al nord
  poteva
già contare su di un’industria con solide e storiche radici, stava percorrendo
un cammino difficile per riprendersi dalle conseguenze della guerra e procedere
lungo la via dello sviluppo. Per una crescita solida ed organica, tuttavia, si
comprese che sarebbe stata fondamentale un’imprescindibile collaborazione tra i
settori agricolo e industriale. Un segno specifico è da riconoscere nel mese
prescelto, novembre, che nelle tradizioni agricole rurali del Nord coincide con
la chiusura dell'annata agricola e con il rinnovo dei contratti.
La Giornata del Ringraziamento ebbe fin
dall'origine un esplicito contenuto religioso, con la speranza che anche i non
addetti ai lavori agricoli avessero a partecipare alla preghiera, visto che la
varietà dei prodotti agricoli coinvolge tutti, soprattutto per l'alimentazione.La
sfida storica in quest'era di globalizzazione è probabilmente trovare
un'articolazione del locale nel mondiale: fare in modo che si possa ritrovare
un luogo di identità dove la persona riacquisti i propri diritti, ritrovi unità
familiare e solidarietà sia in campo economico, sociale che rurale aprendosi
alla nuove interdipendenze regionali, nazionali e mondiali. Guardare ad una
nuova cultura d'impresa puntando sulla multifunzionalità e sviluppare le potenzialità
culturali e sociali delle aree rurali, ispirandosi ai principi del bene comune
e della sussidiarietà. Cibo, energia, pianeta, vita sono le parole chiave di
quel viaggio che parte dalla tradizione per arrivare ai confini del futuro.
Principi fondanti della stessa Expo 2015 che è per l’appunto dedicata al tema “
Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”,
come è stato sottolineato al recente forum sugli Stati Generali del Monferrato
da Roberto Daneo direttore della Segreteria Tecnica del Padiglione Italia.



 



 



 



 



NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it