VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
27 March 2017 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




Dettaglio News
11/01/2017 - Vercelli Città - Politica

NON DI SOLA AMAZON PUO' VIVERE UNA GIUNTA - Periferie, buco nell'acqua - Piscina, bagno di sangue - Le opposizioni (forse) tornano quello che sono - Al bando i consociativismi, verso la seconda (e più corta?) parte del mandato della Giunta Forte

Appuntamento a domani alle 16,30 con bando periferie e piscina ricopera

NON DI SOLA AMAZON PUO' VIVERE UNA GIUNTA - Periferie, buco nell'acqua - Piscina, bagno di sangue - Le opposizioni (forse) tornano quello che sono - Al bando i consociativismi, verso la seconda (e più corta?) parte del mandato della Giunta Forte
Periferie, buco nell'acqua - Piscina, bagno di sangue

( g. g. ) - Non di sola Amazon può vivere una Giunta.

 

Sembra questo il segnale che le opposizioni danno al Consiglio Comunale invitando gli Organi di informazione alla conferenza stampa di domani – giovedì – in Comune.

 

E’ presto per dire se si sia tornati, si stia tornando, ai bei tempi in cui le Opposizioni unite rifilavano solenni lezioni di civiltà ad un Esecutivo – e sì che si era solo all’inizio, nei primi sei mesi di vita della Giunta Forte – che pareva mostrare una sorta di  vocazione alle operazioncelle come l’assunzione del consulente Copelli, l’incarico al Contato del Canavese, quello “mostro” a Mecenate 90.

 

 

E più era singolare ed imbarazzante il “pacco”, più alto si levava il monito e l’invito di “volare alto”.

 

Certo la coesione delle opposizioni è entrata, soprattutto nell’ultimo anno, un po’ in crisi.

 

La (presunta) debolezza numerica dell’Esecutivo ha indotto qualcuno – in Consiglio Comunale - a credere che la “stabilità” fosse un bene sovraordinato rispetto alla legittimazione politica.

 

Sicchè si sono viste – molte di esse concepite nella più perfetta buona fede – iniziative per assicurare alla Giunta, scadenza dopo scadenza, quella base numerica “eterodossa”, rimediata navigando a vista a seconda delle urgenze del momento.

 

Molte in buona fede, abbiamo detto, non tutte.

 

La parentesi aperta allora oggi si chiude.

 

Anche perché ora il rischio che si presenta ai Consiglieri più responsabili è quello di unirsi ai portatori di “speranza”.

 

La speranza che sembra aleggiare in una Corte dei Miracoli ancora in embrione, ma già pulsante di vita e di guizzi nervosi, animata da aspettative sulla distribuzione clientelare delle assunzioni in Amazon.

 

Dalla Corte dei Miracoli al suk il passo può non essere breve, come si potrà leggere nell’articolo di domani sull’argomento.

 

Dunque minoranza – lo sapremo presto – che pare voler tornare ad essere ciò che è: opposizione.

 

Anche per sottolineare come la “maggioranza di uno” spesso non abbia saputo essere “governo”.

 

Parole.

 

Ma – diceva Nanni Moretti – le parole sono importanti.


E non solo Moretti.

 

***

 

Dunque, domani sentiremo le opposizioni che presentano due iniziative.

 

La prima è la mozione per chiedere che la gara sulla copertura della vasca esterna del Centro Nuoto sia separata da quella della gestione triennale dello stesso impianto.

 

Leggi anche:

 

http://vercellioggi.it/dett_news.asp?id=71098

 

***

 

A proposito di questo argomento, desideriamo rendere quello che ci pare un doveroso chiarimento editoriale.

 

Si tratta – la concessione della piscina – di una materia della quale probabilmente ci occuperemo ancora in futuro.

 

E’ stato così anche quest’Estate a proposito della piscina Enal, sinchè il Comune non ha potuto fare a meno di adottare i necessari provvedimenti inibitori a carico del gestore, inadempiente rispetto ad alcuni degli obblighi contrattuali.

 

Va detto con chiarezza che chi scrive non intende (si ripete: non intende) presentare, né ora né in futuro, candidature personali così come mediante società dal medesimo a qualsiasi titolo e direttamente quanto indirettamente partecipate, a gare bandite per qualsiasi lavoro, appalto, concessione, dal Comune di Vercelli.

 

Questo ( anche, ma non solo ) per la elementare ragione consistente nel fatto che sono ancora in essere contenziosi riferiti alla gestione interrottasi nel 2013 ed intrapresi con la precedente Amministrazione.

 

Che in nulla, quindi, investono la attuale Amministrazione, tuttavia interessando l’Istituzione in quanto tale.

 

Ed inoltre ulteriori iniziative sono in corso di notifica, sempre riferite agli stessi periodi e rispetto alle quali – di nuovo – la presente Amministrazione è estranea.

 

Invero, questa precisazione è forse superflua, poiché – intanto – fortunatamente ci sono persone che gentilmente attribuiscono qualche valore alla nozione di deontologia ed alla parola professionalità.

 

E poi perché lo sanno – si passi l’espressione – anche “cani e porci” che questa è la linea da tempo adottata.

 

Ma non tutti i cani e non tutti i porci sembravano averlo inteso, così adesso anche per questi testoni le nebbie sono diradate, le fumisterie dissipate e la questione è chiarita, sicchè possono tornare tranquilli al loro osso da rosicchiare ed al brago in cui stanno a proprio agio.

 

Così come è chiaro che – nel corso di 28 anni di esperienza – qualche idea sull’argomento sia rimasta a sostenere le basi logiche di articoli di cronaca amministrativa.

 

***

 

E’ assai probabile che, oltre alla piscina, argomento del giorno sarà la magra figura rimediata dalla Giunta a proposito del Piano Periferie.

 

Questa, in verità, è storia che una certa agiografia – di cui siamo stati in parte responsabili – aveva dipinto come virtuosa.

 

E non è – in verità – che fosse invece equivoca.

 

 Magari…

 

E’ che forse si è trattato di una storia non tanto “smart” quanto “cunning”, più furba che intelligente.

 

Leggi anche:

 

http://vercellioggi.it/dett_news.asp?id=71102

 

Poiché – è vero – siamo entrati in graduatoria: dalla quale nessuno dei 120 progetti è stato escluso.

 

Tutti ammessi.

 

Ma ci siamo classificati solo al 65.mo posto e ne sono stati finanziati 24.

 

Sicchè c’è da credere che la nostra capacità di progettazione sia stata un po’ meno brillante di come si potesse pensare.

 

Ora si aspetta che anche i restanti progetti possano essere rifinanziati.

 

Chissà quando e, comunque, non è in programma.

 

Perché diciamo di una furbizia che forse è alla base del (momentaneo?) insuccesso?

 

Perché la progettazione vercellese – il fumus era avvertibile sin dalle prime battute – ha forse risentito di una (ingenua, se c’è stata) tensione ad “accontentare” secondo illusorie convenienze piuttosto che a mettere in cantiere progetti persuasivi, idonei a conseguire punteggi forieri di una più alta posizione in graduatoria.

 

Quanto all’area ex Montefibre è parso sin da subito che si trattasse di una “corona” posta attorno all’investimento di Novacoop volto a mettere a nuovo il proporio negozio in quell’area.

 

E si sa che alla cassaforte (l’unica rimasta) del Pd non si può dire di no.

 

Quanto all’inserimento dell’ex Pettinatura Lane invece del Villaggio Concordia (con la edificazione di una nuova e moderna piscina, come parte centrale del progetto) anche qui potrebbe (il condizionale  è di maniera) essersi tenuta in conto la “ragion di Stato”.

 

La decisione si è adottata in agosto, quando era in pieno svolgimento la trattativa Amazon, di cui magna pars è stato lo Studio dell’Arch, Emanuela Fornaro.


Ebbene, lo stesso Studio mediava anche l’immobile ex Pettinatura Lane.

 

Sicchè potrebbe essere parso utile non indispettire la titolare.

 

A scapito però dell’interesse e del valore contenutistico dell’iniziativa: non è la stessa cosa una vera piscina all’onor del Mondo, rispetto alla palestra di roccia ed al campo da beach volley invece previsti nel loft tratto dall’esempio di archeologia industriale ora abbandonato.

 

***

 

Insomma, domani si vedrà se le opposizioni avranno voglia di tornare al proprio mestiere.

 

Se saranno accantonati definitivamente i progetti consociativi che sono sempre in agguato.

 

Tentazione che, come tutte le tentazioni, poi lascia l’amaro in bocca soprattutto se assecondata.

 

Siamo ormai alla seconda parte del Mandato amministrativo di questo Consiglio Comunale.

 

Alla sua fine naturale mancano 29 mesi.

 

Non sono poi molti e tutto sommato non vale la pena scaldarsi più di tanto: al più tardi tra 29 mesi l’Esecutivo scomparirà senza che il Cosmo ne conservi traccia.

 

Ora i  giochi sono tutti fatti.

 

E, soprattutto, tutto lascia credere che finirà prima e forse molto prima.

 

Quindi se qualcuno avesse mai pensato di farlo, pare una cosa più saggia non compromettersi.

 

Anche per non fare la figura di coloro che si iscrissero al Partito Nazionale Fascista il 24 luglio 1943.

 

VercelliOggi. it è e sarà sempre gratuito.
Per effettuare una donazione clicca:

http://www. vercellioggi. it/donazioni. asp
Commenta la notizia su
 

https://www. facebook. com/groups/vercellioggi  
Per leggere e commentare anche le principali notizie del Piemonte:

https://www.facebook.com/VercelliOggiit-1085953941428506/?fref=ts

 

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
VercelliOggi.it - Network ©
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Tel. 0161 502068 - Fax 0161 260982
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it