VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
23 October 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




11/08/2015 - Bassa Vercellese - Società e Costume

MOTTA DE’CONTI - Il nubifragio di domenica sera ha inghiottito i resti del ponte romano di Mantie

E così le acque del fiume in una sola notte si sono nuovamente impossessate di un capitolo di storia antica che era affiorato durante l’eccezionale periodo di secca estiva del Sesia all’altezza di questa frazione di Motta dei Conti che si trova sulla riva sinistra del fiume in pieno territorio lomellino, pur essendo in provincia di Vercelli



MOTTA DE’CONTI - Il nubifragio di domenica sera ha inghiottito i resti del ponte romano di Mantie
Il punto dove era emerso il ponte romano, ora nuovamente sommerso dal Sesia

(g.bar.)  - Il violento nubifragio di domenica sera ha inghiottito i resti del ponte romano sul Sesia a Mantie.

E così le acque del fiume in una sola notte si sono nuovamente impossessate di un capitolo di storia antica che era affiorato durante l’eccezionale periodo di secca estiva del Sesia, all’altezza di questa frazione di Motta dei Conti che si trova sulla riva sinistra del fiume in pieno territorio lomellino, pur essendo in provincia di Vercelli.

Dopo i recenti sopralluoghi della consulta per la promozione del territorio vercellese “La Rete” e di una delegazione della sezione vercellese di Italia Nostra durante i quali sono stati realizzati video e foto dei grandi blocchi di pietra che costituivano un pilone del ponte al centro del corso d’acqua e di una lunga serie di “palificate” immerse, dovrebbe esserci la presenza in loco di Rosanina Invernizzi, funzionario responsabile per la tutela dei beni di età romana e medievale della provincia di Pavia per la Soprintendenza per i beni archeologici della Lombardia.

Ma in questo caso la visita al sito è in forse, proprio perché ogni traccia storica è stata nuovamente sommersa.

Il ponte faceva parte di una via di comunicazione romana che univa Pavia a Torino passando da Cozzo e proseguendo verso Trino (l’antica Rigomagus) per raggiungere la Gallia Transalpina.

Giovanni Ferraris, presidente della Società Storica Vercellese, in questi mesi o al massimo entro l’inizio dell’anno prossimo darà alle stampe gli atti del convegno "Paesaggi fluviali della Sesia" in cui vi saranno anche alcune considerazioni sul ponte romano ‘riemerso’ dai fondali del fiume ed ora di nuovo sprofondato in esso. “Costruito dai romani sulla via delle Gallie - commenta Ferraris - è da identificarsi con quello che venne successivamente detto (intorno all'820) “di Notingo”, dal nome del vescovo vercellese che lo aveva attraversato in segno di possesso”.

Qualche dubbio rimane ancora dal momento che alcuni storici ritengono che il ponte “di Notingo” sia stato invece sul Po a Pontestura.

Sicuramente - replica Ferraris - non c'è certezza ma tenuto conto che costruire un ponte a Pontestura era probabilmente fuori dalle possibilità dei romani, la venuta alla luce del ponte di Mantie fa propendere per Mantie”.

Intanto a Motta de’Conti il consigliere comunale Marinella Volpi intende organizzare con il sindaco Emanuela Quirci una serata culturale da dedicare al ponte romano ed alla sua storia.

VercelliOggi.it è e sarà sempre gratuito.

Puoi aiutarci a crescere effettuando una libera donazione nelle modalità seguenti,  illustrate cliccando questo link: http://www.vercellioggi.it/donazioni.asp

Commenta la notizia su https://www.facebook.com/groups/vercellioggi

Indicato dalla freccia il sito del ponte dopo il nubifragio
Indicato dalla freccia il sito del ponte dopo il nubifragio
il punto dove riaffioravano le parti palificate
il punto dove riaffioravano le parti palificate
il punto dove emergevano i resti del pilone
il punto dove emergevano i resti del pilone
i resti del ponte fino a domenica
i resti del ponte fino a domenica
le palificate emerse fino a domenica
le palificate emerse fino a domenica
TAGS:

Motta de' Conti

nubifragio

Ponte romano

Le Mantie


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it