VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
18 December 2017 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




Dettaglio News
06/10/2017 - Vercelli Città - Politica

MICHELE GAIETTA CANDIDATO UNICO ALLA SEGRETERIA CITTADINA DEL PD - Si aprono i giochi per la successione alla Presidenza del Consiglio Comunale

Il Congresso sarà quindi “unitario”, che nella perifrastica di partito ha sempre voluto dire “a tavolino”, cioè senza contare le (peraltro non numerose, tra le 200 e le 300) tessere di iscritti in città.



MICHELE GAIETTA CANDIDATO UNICO ALLA SEGRETERIA CITTADINA DEL PD - Si aprono i giochi per la successione alla Presidenza del Consiglio Comunale
Michele Gaietta


E’ ufficiale – lo dice anche FacebookMichele Gaietta è candidato unico alla Segreteria Cittadina del Pd di Vercelli.

Il Congresso sarà quindi “unitario”, che nella perifrastica di partito ha sempre voluto dire “a tavolino”, cioè senza contare le (peraltro non numerose, tra le 200 e le 300) tessere di iscritti in città.

Sarà così eletto uno degli esponenti di Via Giovine Italia da sempre più ostili al Primo Cittadino, secondo solo, forse, quanto ad ostilità, al suo illustre Genitore.

Ma a parte i sentimenti, che sono pur sempre un fatto interno al partito ( e poi in politica gli amici di oggi sono i nemici di domani e viceversa )  la prossima elezione di Gaietta alla carica di partito, apre di fatto i giochi per la sua successione alla Presidenza del Consiglio Comunale di Vercelli.

Anche se nessuno ha fino ad ora mai posto formalmente il problema, crediamo che la questione non possa sfuggire né a chi ha concepito l’operazione (in primis l’On. Luigi Bobba), né soprattutto ai Consiglieri Comunali.

Inutile riversare – in luogo dell’inchiostro d’antan sulla carte – fiumi di bite sul web: l’incompatibilità è talmente eclatante che anche a non volerla vedere si dichiara da sola.

La carica di Presidente del Consiglio Comunale deve assicurare quella sorta di “terzietà” idonea a rassicurare circa l’equilibrio nella conduzione dei lavori in Aula.

Terzietà, peraltro, da Gaietta in più occasioni messa tranquillamente da parte per garantire, invece, la maggioranza sempre più esigua di cui si sente rappresentante: ex multos, il suo voto contrario all’anticipazione dell’argomento “acqua” nell’ultimo Consiglio Comunale, voto contrario espresso insieme a Pd e Cambia Vercelli.

Finì – grazie al suo voto – in parità, sicchè la votazione fu infruttuosa e l’istanza di anticipare la discussione sull’ acqua pubblica restò dov’era, un po’ più in giù nell’Ordine del Giorno, a rischio di differimento in un’altra seduta.

Poco male: anzi, forse fu un bene perché così il “partito della trattativa” ha guadagnato un’ora in più per organizzarsi e coagulare attorno alla proposta di deliberazione di Maria Pia Massa e altri la maggioranza di 16 Consiglieri che poi si è vista sul tabellone elettronico.

Ma il problema resta: non è stata l’unica occasione in cui Gaietta pare essersi sentito più tutore degli interessi (leciti) di partito che non dell’ordinata dinamica dei lavori consiliari.

Questione di opinioni, finchè l’esponente politico è un Consigliere come gli altri.

***

Ma se sullo scranno più alto dell’Aula consiliare siede il Segretario Cittadino del Pd ( così come di qualsiasi partito ), allora diventa difficile ignorare ciò che anche plasticamente si pone e propone come un disequilibrio di tutta evidenza.

Pensiamo – ad esempio – all’attuale Segretario, Daniele Peila, tonante su vari argomenti, a dar voce alla “sua parte” politica.

E bene fa.

Parla “da una parte” dell’Aula a nome “di una parte” politica.

Che si parli “a nome di una parte” dal centro del banco dove siedono Presidente e Vice Presidente del Consiglio Comunale, è impossibile.

***

Se le cose andranno così, dunque, si dovrà trovare un sostituto a Gaietta ed un altro posto gettonato allo stesso Gaietta.

Più difficile la seconda prospettiva della prima.

I posti gettonati ormai – se ci si limita a Vercelli – sono pochini.

Potrebbe entrare nel board di Atena Trading (dove il posto per la persona designata dal Comune è “tenuto in caldo” da Girardi) oppure in Giunta, ma in questo caso occorre che qualcuno ne esca.

E non è facile a questo punto, stabilire chi sacrificare.

***

Circa le possibilità di sostituzione di Gaietta alla Presidenza del Consiglio Comunale, sono così tante le opzioni, che la fantasia di ciascuno può sbizzarrirsi: dal tentativo di addomesticare le Opposizione, per blindare una fine di mandato senza scosse (Gianni Marino come, per fare degli esempi, Stefano Pasquino, non meno che Massimo Materi) oppure tentare di onorare, pur tardivamente, il pur l’antica promessa fatta a suo tempo ad Emanuele Caradonna.

Chi vivrà, vedrà.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
VercelliOggi.it - Network ©
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Tel. 0161 502068 - Fax 0161 260982
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it