VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
martedì 29 settembre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




21/11/2016 - Vercelli - Salute & Persona

MANDARLA A CASA E' DIFFICILE MA SI PUO' - Questa sera ad Arborio riunione dei Sindaci che vogliono almeno provarci - Poi Saittopoli se ne potrebbe fregare, ma intanto Chiara Serpieri è sotto esame

Appuntamento a questa sera ad Arborio e mercoledì a Gattinara






MANDARLA A CASA E' DIFFICILE MA SI PUO' - Questa sera ad Arborio riunione dei Sindaci che vogliono almeno provarci - Poi Saittopoli se ne potrebbe fregare, ma intanto Chiara Serpieri è sotto esame
Chiara Serpieri, si parla di lei ad Arborio al Salone Polifunzionale

Mandarla a casa è difficile, ma si può.

 

Difficile perché Saittopoli – primo fra tutti – non vuole che se ne vada: l’ha messa lui e la tiene.

 

E’ riuscita negli obbiettivi di riduzione dei servizi spennando l’oca senza farla nemmeno tanto gridare.

 

Perchè a mettere la sordina al disagio che la gente ed i Sindaci – che sono l’espressione dello Stato più vicina ai cittadini – manifestano c’è quello che rimane del Pd.

 

***

 

Ma andiamo con ordine.

 

Dopodomani, mercoledì 23 in quel di Gattinara si terrà l’Assemblea dei Sindaci che dovrà votare la “fiducia”, come ogni anno, al Direttore Generale dell’Asl Chiara Serpieri.

 

Subito l’attenzione dei più è stata deviata verso un obbiettivo apparente: facciamo vedere, Sindaci belli, come vi fate vaccinare bene contro l’influenza.

 

Questo l’ukase della Serpieri diffuso pochi giorni fa.

 

Leggi anche:

 

 

I più sono rimasti increduli: ma come?! – hanno detto – ma adesso il Direttore Generale dell’Asl scrive a tutti i Sindaci dicendo (capo primo) fatevi vaccinare che fa bene; e (capo secondo) se volete mentre vi bucano il deltoide bello muscoloso vi facciamo le filmine e poi (capo terzo) quei filmati, sempre con il vostro ambito consenso, beninteso, saranno mandati in onda come messaggio pubblicitario pro vaccinazione.

 

Se qualche Sindaco ha pensato che l’estensore della lettera dovesse magari farsi un giro al Repartino, altri ha più istituzionalmente commentando che – magari – l’Autorità titolata a scrivere a tutti i Sindaci che compongono l’Assemblea e per di più recando un messaggio così “politico” come una presa di posizione contro l’obiezione di coscienza, dovesse essere la Presidenza dell’Assemblea medesima,  non il Direttore Generale.

 

Ma queste sono quisquilie buone forse per i perditempo.

 

Qui siamo smart e quick, fast, cic e brick, tic e tac, sü e giü e bon ciao.

 

Scriva chi c’ha voglia, chi se ne frega.

 

Basta che i Sindaci si buchino e si facciano filmare.

 

Perché se uno prende l’influenza reca un danno al sistema, un costo diretto e indiretto e quindi come fa poi il sistema da dare 150 mila euro di stipendio l’anno alla manager Serpieri?

 

***

 

Dunque si vedrà se e quanti Sindaci si faranno bucare, sindaco bucato, sindaco illuminato.

 

Probabile tutti i Sindaci del Pd.

 

Quelli che votano sì al referendum?

 

Quindi vota sì che non prendi l’influenza.

 

***

 

Ma c’è il fronte del No.

 

Che è no prima di tutto alla prosecuzione della “missione” della Serpieri a Vercelli.

 

Hanno speranza?

 

Si vedrà.

 

Intanto dopodomani non si faranno bucare.

 

A Gattinara, in qualche sgabuzzo di Villa Paolotti (non c’è nemmeno l’Infermeria, ma chi se ne frega, basta un kit: un deltoide, il sinistro riceve l’unzione, il crisma ideologico, antinfluenzale, modernista ed efficientista; l’altro deltoide dà impulso al gesto tecnico che, tradotto poi lungo tutta l’articolazione brachiale, reggerà la matita per mettere in cabina il segno referendario imposto dal Partito.

 

Forse.

 

***

 

Ma intanto c’è chi si occupa anche del problema vero.

 

Cioè: l’unico potere che rimane ai Sindaci, ai Comuni, per tentare di concorrere a governare la Sanità regionale e locale, è quello di votare “no” all’Atto del Direttore Generale che dà conto di cosa ha fatto e non ha fatto, degli obbiettivi raggiunti e non raggiunti e così via.

 

Sanno bene che, pur votando “no”, poi Saittopoli se ne fregherebbe perché intento la Serpieri l’ha messa lui e quindi cosa volete che gliene freghi di quattro sfigati che si dannano l’anima da mane a sera spesso senza nemmeno buscare il gettone per mandare avanti i rispettivi Comuni.


Loro viaggiano tutti dai 100 mila euro l’anno in su e quindi si vede che hanno ragione loro.

 

***

 

Perché se avessero ragione gli altri, sarebbero gli altri, i Sindaci, a prendere gli euri e loro (Saittopoli e Serpieri) i pesci in faccia.

 

Ma il mondo va così e quindi…

 

Dunque per spiegare per quali motivi e come fare a votare no (mercoledì 23 novembre) questa sera (21 novembre) la Lega Nord, Alessandro Stecco in testa, ha invitato tutti i  Sindaci dell’Asl di Vercelli e Valsesia al Salone Polifunzionale di Arborio (a metà strada).

 

Vietato mancare: poi ognuno potrà scegliere se farsi o no bucare, se mandare o no a casa la Serpieri, se votare si o no al referendum.

 

 

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it