VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
lunedì 28 settembre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




29/07/2011 - Saluggia e Livorno - Società e Costume

LIVORNO FERRARIS - Una livornese alla festa "Io c’ero" a Torino, dedicata a Italia ’61

La prof. Jolanda Recchia Garrapa ha partecipato all’amarcord dei grandi festeggiamenti di cinquant’anni fa, la sua testimonianza letta pubblicamente alla cerimonia.






LIVORNO FERRARIS - Una livornese alla festa "Io c’ero" a Torino, dedicata a Italia ’61
la Prof. Jolanda Recchia Garrapa oggi

(r.m.) I festeggiamenti per i 150 anni dell’Unità d’Italia hanno catalizzato tutta l’attenzione mediatica nel 2011, ma c’è chi non dimentica che cinquant’anni or sono, nel 1961, sempre a Torino, si celebrò il Centenario dell’Unità d’ Italia con altrettanti grandi festeggiamenti. L’associazione torinese degli “Amici di Italia” ha realizzato domenica 24 luglio presso le Officine Grandi Riparazioni il progetto “Io c’ero”, un’iniziativa  rivolta a tutti coloro che avevano partecipato alle straordinarie celebrazioni di allora. Tutti gli interessati sono stati invitati tramite stampa e mass media, a inviare la propria testimonianza ad una giuria che avrebbe selezionato le più significative per esporle, corredate da foto dell’epoca, in una mostra al Lingotto per poi farne oggetto di lettura pubblica nella manifestazione finale di domenica scorsa.



Ripresa da Rai tre e da molte emittenti private, con la presenza di autorità cittadine e regionali, si è svolta una festa esaltante, ricca di ricordi, intensa di valori e amore per la nostra Italia.


Da tutte le regioni italiane sono convenuti i “giovani del ‘61”, tutti quei volontari che contribuirono alla felice riuscita delle celebrazioni torinesi.


E tra i contributi letti pubblicamente a Torino c’era quello della livornese Jolanda Recchia Garrapa, che allora svolgeva le funzioni di segretaria generale per l’Italia dell’UTO (United Towns Organisation), l’attuale organizzazione delle città gemellate. Dal suo ufficio torinese sito in Piazza del Cambio “jole” (così la chiamano i livornesi), organizzò il convegno “Città del mondo a Torino”, che vide la partecipazione di circa duecento sindaci di città italiane e di oltre venti di città straniere. In particolare si occupò di accompagnare e tradurre i sindaci di Coventry, Dakar, Casablanca e Montreal oltre ai sindaci di Torino (Peyron) e di Aosta (Dolchi). Oggi, a distanza di cinquant’anni la prof. Recchia Garrapa conserva ancora le lettere, le dediche e i ringraziamenti, unitamente al distintivo di Italia’ 61 di cui va particolarmente orgogliosa.


Un contributo di qualità, educazione, gentilezza e cortesia che unito a quello delle migliaia di altri volontari contribuì a rendere magica l’atmosfera di quell’anno, cinquant’anni fa.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it