VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
sabato 26 settembre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




21/12/2015 - Saluggia e Livorno - Enti Locali

LIVORNO FERRARIS - L’ intervista di fine anno al Sindaco Stefano Corgnati

Il primo cittadino ci parla di quanto fatto quest’anno e delle prospettive future per il paese






LIVORNO FERRARIS - L’ intervista di fine anno al Sindaco Stefano Corgnati
Il Sindaco Stefano Corgnati

(r.m.) - E' tempo di bilanci, con l'approssimarsi della fine dell'anno abbiamo incontrato il Sindaco di Livorno Ferraris, Stefano Corgnati per fare un riassunto dell'anno che sta finendo,m con uno sguardo a quello che verrà.
- Signor Sindaco, iniziamo con un bilancio complessivo di questo 2015 per Livorno - "Avevo programmato che il 2015 fosse l’anno di completamento dei cantieri attivi, e di fatto così è stato. Sono molto contento per questo obiettivo raggiunto, a cui si sono aggiunte nuove opportunità che stanno aprendo nuove iniziative. Ricordo, tra tutti, il completamento definitivo del nuovo Polo del Volontariato presso Casa Costanzo, con la finalizzazione dei lavori sull’area della Protezione Civile, la nuova linea dell’acquedotto su Corso Leone Giordano, la continuazione delle asfaltature e dei nuovi impianti LED per la pubblica illuminazione, il potenziamento degli impianti di videosorveglianza e, di certo il più significativo, l’accorpamento dei plessi scolastici".
- La cosa più importante è stata in effetti l'accorpamento dei plessi scolastici, cosa ci puoi raccontare? - "Porterò sempre con me la soddisfazione del completamento in tempi record di questa opera. Avevamo promesso, con l’avvio del cantiere nel giugno 2015, che avremmo consegnato le nuove aule pronte e funzionali per l’inizio dell’anno scolastico 2015/16. E ben ricordo le tante cassandre che mi dicevano che ciò sarebbe stato impossibile, esattamente come è accaduto per la riapertura della RSA. Invece abbiamo non solo realizzato l’opera, ma l’abbiamo anche portata a termine senza neppur un euro di spesa aggiuntiva rispetto a quanto previsto. Abbiamo investito sul nostro Polo Scolastico, abbiamo investito sui nostri giovani e sulla qualità del loro insegnamento. Siamo riusciti a far rientrare questo progetto come totalmente finanziabile per le “scuole sicure” del Governo. Appena arriveranno i soldi che rimborsano i valori dell’opera, proseguiremo i lavori del lotto 2 con lo spazio ludico-ricreativo di tipo polifunzionale, fruibile non solo dalla scuola ma da parte di tutti i cittadini".
- La tua amministrazione punta molto su un rapporto molto forte con le Associazioni - "L’amministrazione definisce gli indirizzi generali, opera gli investimenti strategici e gestisce attraverso il suo apparato la relazione con lo stato e gli altri enti territoriali. Ma, secondo la mia visione di politica locale, la vera, grande e insostituibile risorsa per rendere operative attività a largo spettro è l’associazionismo locale. E’ un cuore pulsante vero, che permette un pieno coinvolgimento di tutti i cittadini nella vita pubblica. Livorno è un positivo esempio di associazionismo partecipato: abbiamo iscritte al nostro registro più di trenta associazioni, con scopi culturali, sociali e sportive. Ho fortemente voluto, in modo condiviso con la mia squadra amministrativa, che la relazione con le associazioni si basasse sulla transizione da “contributo a progetto” a “convezione di servizi”, attraverso cui il Comune investe nelle associazioni per lo sviluppo di progetti e servizi condivisi. Abbiamo quindi definito “convezione di servizi” con le principali associazioni: dalla Protezione Civile alla PAL, dalla Pro Loco alla San Vincenzo, dalla Pro Restauri San Lorenzo alla Banda Musicale, dalle Associazione Nazionale Carabinieri a numerose associazioni sportive. Tutte convezioni che vedono responsabilizzati i volontari livornesi a erogare servizi ai livornesi: un bellissimo modello partecipativo".
-  Lo Stato da anni toglie sempre di più ai Comuni, come è la situazione con il nostro paese? - "Non ho mai pianto, ma ho sempre informato i cittadini della oggettiva situazione. Seppur in una condizione di continui tagli dello Stato, impossibilità di accendere nuovi mutui, patto di stabilità sugli investimenti, quindi di fatto con legacci mai avuti prima d’ora sulla spesa pubblica, abbiamo portato a termine un piano di investimenti ambizioso e concreto e abbiamo realizzato quanto previsto. E’ stato naturalmente fondamentale una piena rivisitazione del modello di monitoraggio economico-finanziario, cosi da avere sempre in evidenza gli spazi per gli investimenti e le priorità degli investimenti. Oggi l’Amministrazione locale richiede una profonda conoscenza delle dinamiche di bilancio".
- Cosa non si è fatto nel 2015 che speri di fare nel 2016? - "Spero che si arrivi alla approvazione definitiva in Regione del Nuovo Piano Regolatore. Un’istruttoria infinita, che dura dal 2005: una odissea che racchiude tutte le paradossalità degli iter procedurali del mondo pubblico. Portare questo processo a compimento è un dovere per i miei concittadini".
-  Le tasse comunali, resteranno almeno invariate anche l'anno prossimo? -  "Non solo invariate come già nei precedenti anni, ma finalmente è vedremo una riduzione se la legge di stabilità confermerà l’annullamento di IMU e TASI sulla prima casa. Quindi meno tasse".
- In paese non esiste più una voce di opposizione, quella che era la minoranza è divenuta organica alla maggioranza. Non avere voci contrarie aiuta o rischia di diventare un limite?  - "Quello che è stato battezzato Livorno 2.0, con i gruppi consigliari che operano in modo coordinato e sinergico per lo sviluppo del paese, è un modello che oggi altri comuni hanno preso ad esempio. Alcuni non sono ancora arrivati alla piena unione di intenti, ma hanno iniziato a collaborare su temi comuni. Per come interpreto io la pubblica amministrazione, considero questo un modello che offre grandi opportunità di crescita per il paese governato: le discussioni sono ampie e le diverse posizioni concorrono a definire una soluzione di sintesi condivisa. Occorre attitudine, da parte di tutti, aperta al dialogo e al rispetto delle idee degli altri: ho avuto la fortuna di avere un gruppo consigliare che crede in questi ideali, per i quali lo spirito di servizio e il bene comune stanno ben al di sopra dalla propria specifica posizione. Un modello di governo partecipato che ritengo positivo e costruttivo".
- Fai gli auguri  del Sindaco ai livornesi - "Riprendo ed estendo a tutti l’augurio fatto durante il Concerto di Natale. Auguro a tutti un Natale di gioia, in cui ognuno sia orgoglioso di ritrovare l’essenza delle nostre origini e tradizioni, contadine e rurali, non solo da ricordare come passate ma da riportare in piena superficie affinchè siano guida salda per la crescita della nostra comunità. Un grazie a tutti i livornesi che offrono il loro tempo e le loro energia per far crescere il nostro paese: un enorme dono per la nostra comunità".

 

VercelliOggi.it è e sarà sempre gratuito.
Puoi aiutarci a crescere effettuando una libera donazione nelle modalità seguenti, illustrate cliccando questo link:http://www.vercellioggi.it/donazioni.asp
Commenta la notizia su https://www.facebook.com/groups/vercellioggi

 

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
TAGS:

Livorno Ferraris

Vercelli

Stefano Corgnati


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it