VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
sabato 31 ottobre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




02/02/2015 - Saluggia e Livorno - Enti Locali

LIVORNO FERRARIS - Comune, le prospettive per il 2015 la parola al Sindaco su investimenti eventi e tassazione

Corgnati parla della difficioltà per gli investimenti a causa del Patto di Stabilità, delinea gli eventi livornesi di quest’anno e illustra la situazione sui tributi comunali






LIVORNO FERRARIS - Comune, le prospettive per il 2015 la parola al Sindaco su investimenti eventi e tassazione
Stefano Corgnati, Sindaco di Livorno Ferraris

(r.m.) - Superato il periodo delle vacanze si è già immerso da tempo nel lavoro di primo cittadino, il Sindaco Stefano Corgnati è impegnato con la sua squadra nel delineare le linee amministrative per il 2015. Lo incontriamo per parlarci degli investimenti possibili, del programma degli eventi e sopratutto dello spauracchio di ogni cittadino, le tasse.

- Sono certamente anni difficili, ma su quali investimenti punterà la tua amministrazione nell'anno che sta per iniziare? - “Come è ben noto, gli investimenti sono soggetti dal 2013 alle limitazioni del patto di stabilità. Quindi, parliamo di investimenti concretamente realizzabili con le nostre voci di entrate, non essendo più possibile attivare mutui come si faceva nel passato anche recente. L’investimento principale riguarda la chiusura del cantiere per l’accorpamento dei plessi scolastici. Abbiamo poi messo a punto un ambizioso piano pluriennale sui due temi fondamentali e sui quali Livorno denuncia una oggettiva forte criticità: “manutenzione strade” e “pubblica illuminazione”. Già nel 2014 abbiamo effettuato i primi investimenti, che continueranno sulla base del piano di priorità fino al 2018. Intendiamo poi concludere i lavori sul Museo Archeologico, per poterlo finalmente inaugurare: abbiamo avuto il nullaosta da parte della Sovraintendenza per il lavori di sistemazione della falda del tetto verso la Chiesa di Sant’Agostino, opera essenziale per la finalizzazione dell’opera nella sua interezza. Infine, stiamo predisponendo un piano di riqualificazione e rinnovamento degli spazi verdi ludici e aggregativi: partiremo nel 2015 dal parco giochi comunale. Questi spazi vanno pensati di certo per i bambini, ma con una focalizzazione anche alla componente aggregativa dei genitori; inoltre, queste aree devono esprimere una funzione non solo ludica, ma anche didattica”.

- Sono in programma nuovi eventi nell'anno 2015? - “Al di là degli eventi consolidati, da Chef4LiFe alla Festa Patronale, abbiamo messo a punto alcune iniziative totalmente nuove. La prima è il programma di eventi sul tema “dalla Liberazione alla Repubblica”: più di un anno di eventi culturali, tra dibattiti e momenti musicali, che culmineranno nel giugno 2016 con l’anniversario della nascita della Repubblica. Nel 2015 daremo poi impulso alla rivitalizzazione delle “Feste nelle Frazioni”; ridaremo linfa a questa importante tradizione che si era spenta, grazie al crescente entusiasmo degli abitanti delle nostre frazioni che rappresentano per noi luoghi da valorizzare e riscoprire”.

- Il tema tasse, quello più spinoso: nel 2014 a causa delle scelte Governo si sono dovute aumentare, quali prospettive nel 2015? - “Una precisazione: il Governo impone ai Comuni di fare da esattore delle tasse per lo Stato, questo è inaccettabile e i cittadini devono saperlo. Il Governo crea delle tasse che i Comuni devono rendere operative, tasse travestite da “comunali” ma che sono versate all’agenzia delle entrate e non nelle casse dei Comuni: infatti ora le tasse si pagano con il modello F24. Il Comune deve attendere poi che una quota delle tasse versate dai propri cittadini venga “trasferita”, o meglio restituita, alle casse comunali: peccato che, come ben evidente dai dati resi noti dal Ministero, la quota restituita sia sempre inferiore a quella attesa e sempre minore di anno in anno, ciò senza possibilità di contestazione. Trovo scandaloso che i miei cittadini paghino delle tasse etichettate come “comunali”, che invece siano di fatto tasse “statali”: ma tutti i tentativi di contestazione messi in atto dai Sindaci, che nel vercellese si erano coordinati, alla fine non hanno sortito alcun effetto. Fatta questa importante premessa, nel 2014 a Livorno né IMU né IRPEF sono state aumentate. La nuova tassa ideata dal Governo, chiamata TASI, a Livorno è stata dimensionata unicamente per compensare la quota di mancati trasferimenti statali, come puntualmente spiegato alla popolazione durante l’illustrazione del bilancio. Ciò detto, anche nel 2015 non ci saranno aumenti di IMU, IRPEF e TASI. Relativamente alla tassa sui rifiuti, questa tassa è legata ad un servizio che, purtroppo, non è più comunale ma gestito dal consorzio COVEVAR: il Comune non incassa neppure un centesimo da questa tassa, anzi. Proprio per questo, ritengo fondamentale che nel prossimo futuro sia il consorzio a gestire direttamente la riscossione del tributo. Ora, invece, si produce addirittura un sovra-costo per la struttura comunale, in quanto il Comune opera di fatto da “intermediario” a costo zero per il consorzio, attivando addirittura a proprio costo gli sportelli informativi per i cittadini. Ma come sempre, seppure sia una oggettiva evidenza che il modello consortile abbia creato un inaccettabile incremento dei costi non di certo bilanciato dal miglioramento del servizio, la legge non ci permette di uscire dal consorzio: questo è un altro esempio del paradosso italiano dove ci si riempie la bocca di paroloni come la ricerca di “efficacia e efficienza” per l’amministrazione pubblica e poi si impone ai comuni di convergere in sovrastrutture che si dimostrano alla prova dei fatti inadeguate”.

VercelliOggi.it è e sarà sempre gratuito.

Puoi aiutarci a crescere effettuando una libera donazione nelle modalità seguenti, illustrate cliccando questo link:

http://www.vercellioggi.it/donazioni.asp

Commenta la notizia su https://www.facebook.com/groups/vercellioggi
NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it