VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
martedì 26 maggio 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




26/04/2013 - Saluggia e Livorno - Cultura e Spettacoli

LIVORNO FERRARIS - Cavour e Lanino insegnano ad uscire dallo schema dalla lezione classica - Una "gita" per conoscere meglio Adamo Ferraris

Occorreva individuare, tra i personaggi storici di ogni provincia piemontese, un giovane che avesse partecipato e contribuito in modo significativo al processo di unificazione italiana



LIVORNO FERRARIS - Cavour e Lanino insegnano ad uscire dallo schema dalla  lezione classica  - Una "gita" per conoscere meglio Adamo Ferraris
I ragazzi del laboratorio teatrale degli istituti Cavour e Lanino

Cosa andate a fare a Livorno Ferraris?” Ci hanno chiesto alcuni amici di Vercelli. Di solito, infatti, i viaggi studenteschi hanno come mete grandi città piene di attrattive turistiche o centri economici e produttivi. Invece, oggi, siamo diretti  a Livorno Ferraris, grazioso paese della piana vercellese, per un appuntamento con la Storia. Livorno infatti ha dato i natali  al celebre scienziato Galileo Ferraris, morto nel 1897. Meno noto è forse il fratello Adamo Ferraris che svolse un ruolo significativo  nel Risorgimento italiano e che morì  giovane, combattendo con Garibaldi nel 1871. E’ per Adamo Ferraris che oggi ci rechiamo nel paese che un tempo aveva nome Livorno Piemonte. Due anni fa, in occasione delle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia, noi studenti dell’Istituto Professionale “Lanino” di Vercelli partecipammo a un concorso, bandito dalla Regione Piemonte, intitolato “I Piemontesi che fecero l’impresa”. Occorreva individuare,  tra i personaggi storici di ogni provincia piemontese,  un giovane che avesse partecipato e contribuito in modo significativo al processo di unificazione italiana; la nostra scelta cadde proprio su Adamo Ferraris, di cui scoprimmo subito la dedizione per la medicina, la  passione per l’ideale politico, pronta  all’azione audace anche sui campi di battaglia. Dopo la raccolta e l’analisi delle fonti a nostra disposizione, decidemmo di presentare la nostra ricerca storica sotto la forma di interviste “impossibili”, immaginando di poter intervistare  alcuni personaggi che conobbero e furono vicini ad Adamo Ferraris. Studiare storia spesso annoia noi studenti, ma uscire dallo schema dalla  lezione classica, come consuetudine dei nostri prof al Lanino, ci permette di affrontare lo studio in maniera più congeniale.  Da quei testi (che tra l’altro ci fruttarono il premio e la vittoria al concorso regionale!) è nata una “lezione recitata” che oggi andiamo presentare ai ragazzi della scuola media di Livorno Ferraris, grazie a un progetto promosso dal dirigente del nostro istituto, il preside Vincenzo Guarino, e dal Comune di Livorno Ferraris  con l'Assessore alla Cultura Rosangela Campanello, e la Biblioteca Civica con la direttice Patrizia Massazza. L’emozione è tanta! Ci presentiamo in abiti dell’epoca: gonne a crinoline con balze, redingote di panno  e camicia rossa da garibaldino per il nostro Adamo. Alcuni di noi devono dare voce  e sentimenti   a uomini e donne vissuti, nell’Ottocento, in questi stessi luoghi (quanto cambiati!) in cui ora ci aggiriamo.  Nell’Auditorium Comunale, ricavato da una chiesa sconsacrata che fu sicuramente frequentata dai fratelli Ferraris, giungono, sciamando, ragazzi più giovani di noi di soli pochi anni; vivaci, spontanei, incuriositi; per loro è un’occasione per uscire dalle aule scolastiche ed evadere dalle solite lezioni ( ma anche per noi è una giornata di scuola fuori dagli schemi soliti). E’ ora di cominciare. Riusciremo a interessarli e convincerli che i giovani “eroi” dell’Ottocento non erano tanto diversi da noi, giovani d’oggi, con tanta voglia di vivere e  di essere protagonisti del proprio tempo?



I ragazzi del laboratorio teatrale degli  istituti Cavour e Lanino

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it