VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
19 Novembre 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




30/03/2012 - Saluggia e Livorno - Salute & Persona

LIVORNO FERRARIS – A luglio la probabile apertura della RSA, la promessa in una conferenza stampa congiunta tra Comune , Asl e Cisas - Avrà 60 posti per non autosufficenti e 20 per il Centro diurno

Il Sindaco nella sua introduzione ha ringraziato i presenti dicendo che sono stati fatti grandi passi in avanti con il pagamento degli arredi da parte del Comune e con l’ok arrivato dai Vigili del Fuoco sulla regolarità della struttura di Via Cesare Battisti





LIVORNO FERRARIS – A luglio la probabile apertura della RSA, la promessa in una conferenza stampa congiunta tra Comune , Asl e Cisas - Avrà 60 posti per non autosufficenti e 20 per il Centro diurno
Il Direttore del Cisas Piero Botto, il Presidente del Cisas Gilberto Canova, il Sindaco di Livorno Ferraris Marco Michelone e il Direttore dell’Asl di Vercelli Vittorio Brignolio

(r.m.) - Una notizia che rallegrerà i livornesi che da tanto tempo aspettano la riapertura della Casa di riposo (RSA). A luglio potrebbe arrivare il fatidico momento, lo hanno dichiarato in una conferenza stampa congiunta il Sindaco di Livorno Ferraris Marco Michelone, il Direttore Generale dell’Asl di Vercelli Vittorio Brignoglio, il Presidente  e il Direttore del Cisas (il Consorzio Socio Assistenziale) Gilberto Canova e Piero Botto.



Il Sindaco nella sua introduzione ha ringraziato i presenti dicendo che sono stati fatti grandi passi in avanti con il pagamento degli arredi da parte del Comune e con l’ok arrivato dai Vigili del Fuoco sulla regolarità della struttura di Via Cesare Battisti.


Il Dr. Brignoglio ha invece ringraziato il Sindaco per l’impegno dicendo che l’ok dei Vigili è servito per presentare tutta la documentazione idonea, poi ha detto che Asl e Cisas stanno definendo tutti i rapporti che segneranno il passaggio dalla prima (proprietaria dell’immobile) alla seconda (che lo gestirà sotto tutti i profili), ha ribadito ancora che i posti saranno 60 per non autosufficienti e 20 per il centro diurno, facendone una delle strutture sanitarie più grandi della zona. Ha anche detto che ai primi di maggio arriveranno gli arredi e che, per garantirne la sicurezza, verrà installato un impianto antifurto direttamente collegato con i Carabinieri.


Ha poi preso la parola Gilberto Canova, presidente del Cisas, che ha detto che per il Cisas gestire le due strutture di Cigliano e di Livorno Ferraris sarà importante garantire qualità ed efficienza ed ha citato il mese di luglio come possibile per essere operativi.


Infine il direttore del Cisas Piero Botto che si occuperà degli aspetti gestionali della riorganizzazione dei presidi socio sanitari ha detto che il 9 marzo l’Assemblea ha deliberato il processo di esternalizzazione di detti presidi per cui la ditta che vincerà gestirà tutta la struttura, compresa la parte economica, la ristorazione, la pulizia, le manutenzioni e chi si aggiudicherà la gara dovrà contenere tutta una serie di requisiti e una serie di garanzie sotto tutti i profili. Ha detto che i tempi tecnici per concludere l’iter ci sono ed ha voluto rassicurare anche sotto il profilo occupazionale, dicendo che il personale Cisas assumerà posizioni di comando presso la società che gestirà la struttura, senza perdere ne la retribuzione economica ne i diritti contrattuali del pubblico impiego, saranno garantiti anche i posti di chi lavoro presso le strutture del Cisas, gli addetti ai vari servizi. Il bando di gara richiederà di garantire anche tutta una serie di servizi collaterali (per esempio l’animazione, la parte psicologica) e il Cisas si riserverà di mantenere il direttore della struttura.


Alla richiesta se i posti sono per i non autosufficienti ha risposto che esistono tipologia di non autosufficienza di alta, media e bassa intensità che saranno accertate da un’apposita commissione, potrà anche essere che se i posti non autosufficienti saranno più che sufficienti possa fare domanda anche qualche cittadino autosufficiente disposto a pagarsi la retta, ricordando che per i non autosufficienti esiste una contribuzione regionale sulla retta a secondo del grado di non autosufficienza (intorno al 50 per cento). Ci saranno comunque delle graduatorie e, per i livornesi attualmente ospitati presso centri del territorio vercellese e non ci sarà la priorità per tornare a Livorno. Coloro che sono interessati sono comunque invitati a chiedere informazioni presso il Cisas.


Siamo forse agli ultimi atti di una vicenda che è ormai lunga 12 anni, che ha tenuto banco nei discorsi dei Consigli Comunali ma anche di tanti cittadini, se Livorno Ferraris riavrà la sua struttura sanitaria sarà certamente un giorno di festa per tutti.

Amministratori di Livorno, dipendenti Cisas e giornalisti presenti in sala Giunta
Amministratori di Livorno, dipendenti Cisas e giornalisti presenti in sala Giunta


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it