VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
21 July 2018 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




Dettaglio News
31/01/2009 - Santhiatese e Cavaglià - Enti Locali

LIVORNO DICE NO ALL'AUTOVELOX




LIVORNO DICE NO ALL'AUTOVELOX
Renzo Masoero

Incubo di tutti gli automobilisti, soprattutto dei più indisciplinati, gioia di molti amministratori pubblici che li usano per rimpinguare le casse comunali, gli autovelox sono stati ufficialmente “banditi” da Livorno Ferraris che, con una decisione presa dalla Giunta comunale la scorsa settimana, è diventato “Comune deautoveloxizzato”. Un neologismo che piace parecchio al Sindaco Renzo Masoero, fiero di aver trasformato il suo paese nel primo Comune italiano ad aver messo in soffitta lo strumento che suscita l’idiosincrasia della maggior parte degli automobilisti: una decisione che sta facendo discutere, e creando molti consensi, proprio mentre in molti Comuni, come ad esempio Cigliano, fioccano a tutte le entrare tabelloni luminosi che, oltre ad indicare la velocità, suggeriscono quanti punti della patente il guidatore rischia di vedere andare in fumo. Deterrenti che non sempre scoraggiano chi scambia le strade per circuiti di formula uno. “E



 soprattutto non sembrano risolvere le problematiche relative alla sicurezza – spiega Renzo Masoero – E poi la politica degli autovelox si risolve nel colpire metodicamente e pesantemente gli utenti che percorrono la viabilità locale per motivi di  lavoro o di urgenze di vario genere”. Utenti spesso beffati, come raccontano le cronache di questi giorni coi cittadini tartassati dai semafori “truccati”, con tanto di inchieste della magistratura che hanno portato in carcere pochi giorni fa l’inventore dei semafori “T-Red”. “Personalmente ritengo poco opportuno percorrere la strada del controllo della velocità attraverso strumenti  elettronici perché trovo più intelligente proseguire nella strada che abbiamo percorso fino ad ora, cioè quella della prevenzione – prosegue il primo cittadino - Usare l’autovelox o altri strumenti del genere danno sicuramente dei risultati immediati dal punto di vista economico con benefici per le casse


 comunali ma porta a situazioni di diffusa conflittualità e ad un deterioramento dei rapporti tra cittadini e istituzioni, cioè condizioni che noi preferiamo evitare. Siamo orgogliosamente fautori della prevenzione di tipo umano”. In che direzione andrà dunque il Comune di Livorno? “Con strumenti molto semplici: prima di tutto cartelloni stradali posizionati in tutto il paese e poi dossi, dissuasori e barriere antivelocità. Ce ne sono già alcuni, ma altri verranno installati nei prossimi mesi sia nelle vie d’accesso a Livorno, abbinati ovviamente a costanti controlli da parte del Vigili urbani: crediamo che questi siano deterrenti molto più efficaci e siano soldi bene spesi per la sicurezza dei cittadini”. Ma la sicurezza sarà anche abbinata alla prevenzione e ancora una volta tornano in campo di Vigili Urbani che aumenteranno il numero delle ore di lezioni sulla sicurezza stradale che tengono già periodicamente nelle scuole Livornesi,


 per insegnare le più elementari norme del Codice della strada. Il Sindaco strizza dunque l’occhio agli automobilisti, ma con gli autovelox “parcheggiati” nei magazzini comunali, vengono meno gli introiti derivanti dalle multe. “Abbiamo già pensato ad una compensazione intelligente: l’Ufficio Tributi aumenterà infatti i controlli e gli accertamenti sull’Ici e sulla tassa dei rifiuti – conclude Masoero - In questo modo saranno stanati gli evasori, tutti quei furbetti che non pagano il dovuto: è giusto avere il pugno duro con chi non paga le tasse, non solo con chi va troppo veloce”.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
TAGS:

Livorno ferraris

vercelli

guido gabotto

autovelox

VercelliOggi.it - Network ©
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Tel. 0161 502068 - Fax 0161 260982
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it