ValsesiaOggi.it
Il primo portale quotidiano di Valsesia e Valsessera
Meteo.it
Borsa Italiana
martedì 11 agosto 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




26/07/2018 - Valsesia e Valsessera - Salute & Persona

LA VALSESIA SI OPPONE ALLA CHIUSURA DEL PUNTO NASCITE DI BORGOSESIA - Il Sindaco di Varallo Eraldo Botta simbolicamente 'incatenato' davanti all'Ospedale - Con lui le future mamme - La Valsesia, dice, non è di serie B

E sì che l'Ufficio Stampa dell'Asl gli aveva dato una bella tirata d'orecchie: ma lui pare non si sia spaventato -




LA VALSESIA SI OPPONE ALLA CHIUSURA DEL PUNTO NASCITE DI BORGOSESIA - Il Sindaco di Varallo Eraldo Botta simbolicamente 'incatenato' davanti all'Ospedale - Con lui le future mamme - La Valsesia, dice, non è di serie B
Eraldo Botta, Sindaco di Varallo Sesia, oggi 26 luglio davanti all'Ospedale di Borgosesia -

Certo, una manifestazione coraggiosa.

Ben diversa da quella al chiuso (anche per i giornali) nell’ovattata atmosfera di Sala Baiardi al Comune di Vercelli, martedì scorso.

Dove i Sindaci dei Comuni interessati alla riduzione (estiva?) delle prestazioni sanitarie da parte dell’Asl, invece di battere i pugni hanno offerto alla Direzione l’altra (dei loro cittadini) guancia.

Alla riunione non ha partecipato Eraldo Botta, Sindaco di Varallo, che ha pensato ad un’altra cosa.

Oggi – giovedì – è andato a Borgosesia (con lui i colleghi Primi Cittadini Paolo Tiramani e Daniele Baglione di Gattinara) davanti all’Ospedale e si è incatenato lì.

 

Perché il problema di oggi è la chiusura fino a settembre del Punto Nascite che serve la Valsesia.

Quindi le gestanti dovranno andare a partorire a Vercelli.

Una chiusura capitata lì con un preavviso brevissimo, che mette tutti davanti al fatto compiuto.

Qualcosa del genere era successo a Santhià e Gattinara con la sospensione delle attività di Radiologia, presso la “Casa della Salute”, quelli che una volta erano gli Ospedali territoriali.

Eraldo Botta non si è fatto per nulla intimidire dalla intemerata che ieri si è levata, alta e forte, dall’ Ufficio Stampa dell’Asl.

Un particolare: non dal “portavoce”, sicchè si può pensare che quella posizione sia – ad esempio – del Direttore Generale.

No, dall’Ufficio Stampa.

Perché ormai non si sa più in quali campi si giochino le partite e può persino capitare che un “Ufficio” di un Ente pubblico possa tirare le orecchie ad un Eletto del popolo.

Formale l’anonimo estensore del comunicato, che non si firma se non con la laconica ancorchè tecnica locuzione: ”Ufficio Stampa Asl Vc”.

Ecco dunque, bello anche il plurale maiestatis:” Appare quanto mai paradossale che un sindaco - che peraltro ha tra i suoi compiti quello di tutelare anche la salute pubblica -  alimenti ingiustificati e quanto mai inopportuni allarmismi. Tanto più visto che nella giornata di ieri si è svolto un incontro – programmato da tempo – a cui sono stati invitati con largo anticipo tutti i sindaci delle case della salute, compresa dunque Varallo, per discutere e confrontarsi sulle principali difficoltà che l’ASL sta vivendo in questo momento. Un incontro a cui il sindaco di Varallo non si è presentato”.

Ma poi il giudizio comparativo:” Non ha, pertanto, partecipato ad un incontro in cui, al contrario, tutti i suoi colleghi con senso di responsabilità hanno voluto prendere parte per esprimere i propri punti di vista”.

Per finire con la vera e propria catilinaria, che vorrebbe mettere a tacere Eraldo Botta:” Non si comprende, dunque, come oggi il sindaco di Varallo possa esprimersi in tali termini ed ergersi come colui che potrebbe parlare ai cittadini di appropriatezza e gestione di corretti percorsi clinico assistenziali ”.

***

Questo è quanto gli Impiegati dall’Asl possono dire nei confronti di Eletto dal popolo.

Certo, non è un bel segnale che il Comune di Vercelli si presti per organizzare ed ospitare simili riunioni, accostando (ulteriormente) la propria immagine a quella dell’Asl.

Ma Eraldo Botta non si fa intimidire ed oggi è lì, davanti al Punto Nascite:”Siamo stufi della Direzione di Chiara Serpieri, che non sa programmare. Dalle altre parti queste cose non succedono”.

E quindi, come di vede, l’Eraldo si erge proprio come colui che vuole e può parlare ai cittadini.

Anzi, continua: con quanto anticipo le future mamme sono state avvisate?

La Valsesia – dice - non è di Serie B. Se non è capace di organizzare i servizi Antonio Saitta vada a casa.

***

Con buona pace dell’Ufficio Stampa dell’Asl.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it