VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
sabato 24 ottobre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




20/11/2010 - Vercelli Città - Mondi Vitali

LA SERATA E’ PIU’ BELLA CON I GRANDI VINI DI MONFORTE D’ALBA - I Sommellier incontrano il produttore Ferdinando Principiano, con le sue "creazioni" di punta - Guarda la gallery

Il giovane imprenditore agricolo ha presentato ai cinquanta esperti sommellier tante "buone" sorprese






LA SERATA E’ PIU’ BELLA CON I GRANDI VINI DI MONFORTE D’ALBA - I Sommellier incontrano il produttore Ferdinando Principiano, con le sue "creazioni" di punta - Guarda la gallery
La serata all’Agape con i Sommellier di Vercelli

Mercoledì 17 novembre ha avuto luogo a Vercelli la prima degustazione della stagione 2010-2011 dell’Associazione Italiana Sommeliers (A.I.S.) Delegazione di Vercelli e Valsesia.



Il ristorante “L’Agape” ha ospitato l’evento nelle sue eleganti sale.


Più di cinquanta partecipanti, interessati ad approfondire le tematiche legate all’appassionante mondo del vino, hanno avuto la possibilità di conoscere uno dei principali produttori di Barolo e di degustare i suoi prodotti di punta.


Ferdinando Principiano, appena trentasettenne, lavora in vigna e nella cantina di famiglia, a Monforte d’Alba, già dal 1993.


Nel 2004 Principiano, pur producendo ottimi Baroli, non soddisfatto decide di operare un cambiamento radicale e di convertirsi alla produzione naturale.


Durante la serata organizzata dalla Delegazione vercellese dell’A.I.S. abbiamo potuto apprezzare la filosofia di Principiano: rispetto per la natura e per le uve, sia in vigna che in cantina. Un tipo di produzione che, come ha più volte ripetuto Ferdinando, “non inventa nulla” ma coniuga semplicemente le conoscenze e le attrezzature moderne con la tradizione.


I vini naturali richiedono più lavoro, in vigna e in cantina. La qualità in vigna richiede diradamenti, basse rese, tanto lavoro manuale per rispettare i grappoli e portarli in cantina al momento giusto e nelle migliori condizioni.


In cantina Ferdinando ha abbandonato i lieviti selezionati, il controllo della temperatura di fermentazione, opera faticose follature a mano, riduce al minimo i solfiti.


In degustazione abbiamo ritrovato nei vini l’amore del produttore per il suo territorio e per il suo lavoro.


I sei vini proposti durante la serata, due barbera, un nebbiolo e tre baroli, sono stati commentati dal produttore e degustati da cinque Degustatori Ufficiali A.I.S. (Paolo Pandini, Massimo Sacco, Massimo Lo Prejato, Giorgio Zanetto e Alessandra De Matteis) e da un Degustatore d’eccezione: il Vice Presidente regionale A.I.S. Otello Facchini.


I vini degustati sono


-         “Laura”, Barbera d’Alba DOC 2009, affinata in acciaio, cru “Boscareto”;


-         “Coste”, Langhe Nebbiolo DOC 2009, affinato in acciaio, cru “Le Coste”;


-         “La Romualda”, Barbera d’Alba DOC 2007, affinata in tonneau, cru “Pian Romualdo”;


-         “Serralunga”, Barolo DOCG 2006, affinato in tonneau, cru “Boscareto”;


-         “Ravera”, Barolo DOCG 2007, affinato in tonneau, cru “Ravera”;


-         “Boscareto”, Barolo DOCG 2006, affinato in tonneau, cru “Boscareto”.


Tutti i vini, dal più semplice al più complesso e strutturato, sono stati apprezzati per la loro eccellente finezza e facilità di beva. La produzione naturale, l’eccezionale esposizione dei vigneti, situati nei cru langaroli tra i più prestigiosi (Le Coste, Ravera e Pian Romualdo a Monforte, Boscareto a Serralunga), la resa bassissima delle uve (fino a 700 grammi per pianta) e le delicate operazioni di cantina ci hanno regalato vini ricchi di profumi, persistenti ed equilibrati, ricchi di struttura ma bevibilissimi e ottimi per svariati abbinamenti con preparazioni gastronomiche anche impegnative.


Il servizio durante la serata è stato effettuato con tecnica impeccabile dai Sommelier A.I.S. Massimo Baglione e Piera Tocchio.


La presentazione e il coordinamento della degustazione sono stati curati dal Delegato Gabriele Peila.


I commenti favorevoli dei partecipanti hanno valorizzato soprattutto la qualità dei vini, l’impostazione contemporaneamente didattica e conviviale delle degustazioni e gli arricchimenti culturali proposti: il territorio delle Langhe, la zona del Barolo, i vini naturali, l’esperienza diretta di un produttore. Tutte le immagini e il materiale didattico della serata sono disponibili sul sito www.aisvercelli.it


 


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it