VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
mercoledì 26 febbraio 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it



29/12/2014 - Vercelli Città - Società e Costume

LA SCUOLA CHE FUNZIONA - Cavour e Soroptimist insieme per dire: mai più violenza sulle donne

Ecco le impressioni delle Classi IV e V sull’iniziativa





LA SCUOLA CHE FUNZIONA - Cavour e Soroptimist insieme per dire: mai più violenza sulle donne

Le classi quarte e quinte dell’Istituto Tecnico Camillo Cavour hanno incontrato la dottoressa Ketty Politi, presidente del “Soroptimist” di Vercelli, che - accompagnata da due socie del club, l’ingegner Sara  Viazzo, ex allieva del “Cavour” e più giovane membro del “Soroptimist Vercelli” e la dottoressa Laura Dallera, assistente amministrativo Miur-Ust Vercelli - ha parlato alle ragazze ed ai ragazzi sul tema “Mai più violenza contro le donne”.

Dopo una breve introduzione che ha illustrato il programma della mattinata, si sono spente le luci sui circa 130 studenti presenti ed il video Donne dentro un film di Marzia Pellegrino, realizzato dal Soroptimist di Cuneo, ha pian piano introdotto i ragazzi nella drammatica realtà della violenza nei confronti delle donne.

Un silenzio attento e partecipe ha accompagnato la proiezione del video che con la sua struttura lineare, senza musiche ed effetti speciali, ma incentrata solamente sul primo piano e sulle parole di due donne, Daniela e Giulia, e dei loro più stretti familiari, ha coinvolto emotivamente tutti i presenti. La forza della semplice parola ha dipinto un grande affresco sul quale tutti hanno visto rappresentato il percorso che dall’amore e dal sogno della felicità ha portato ad una vita di minacce, rabbia, botte, sopraffazione, paura, angoscia, disistima ed umiliazione. Da questo percorso di sofferenza si può però uscire e così Daniela e Giulia, grazie al coraggio ed alla forza delle loro figlie, che hanno denunciato i padri, sono ritornate a vivere.

La fine del video è stata accolta con un applauso commosso. Successivamente la dottoressa Politi ha illustrato l’app S.H.A.W. (acronimo che sta per “Soroptimist Help Application Women”). Questa applicazione, scaricabile su tutti gli smartphone, ha come obiettivo di fornire a chi si trova in stato di pericolo immediato o potenziale,  strumenti e numeri telefonici utili per la richiesta di aiuto, ma anche per conoscere gli strumenti legislativi anti-violenza.

Mentre molti ragazzi stavano già scaricando l’app sui loro dispositivi, la dottoressa si è congedata ricordando che ciascuno di noi, aprendo occhi ed orecchie, può essere “un’antenna”, uno strumento utile ad individuare ed aiutare donne e  ragazze, vicine a noi, in potenziale pericolo.

Classi IV – V

Ist. Tecnico Cavour

di Vercelli

Commenta la notizia su https://www.facebook.com/groups/vercellioggi/  


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it