VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
17 October 2018 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it



Dettaglio News
20/03/2017 - Vercelli Città - Economia

ISTRUZIONE - Pubblicato il Decreto Ministeriale per l’abilitazione sul sostegno….e già ritirato - Il Piemonte fortemente penalizzato

Polemiche sul Decreto Ministeriale sulla specializzazione degli insegnanti di sostegno



ISTRUZIONE - Pubblicato il Decreto Ministeriale per l’abilitazione sul sostegno….e già ritirato - Il Piemonte fortemente penalizzato

Lo scorso 16 marzo è stato pubblicato il D.M. n.141 del 10 Marzo 2017 istitutivo del Tirocinio Formativo Attivo per i docenti già abilitati che vogliono specializzarsi sul Sostegno agli alunni disabili.
A distanza di pochi giorni il provvedimento è già stato ritirato per la sovrapposizione delle date previste per le prove preselettive (19 e 20 aprile) con le prove suppletive del concorso a cattedre e per il problema dei posti dell’Università di Padova, che per mero errore non è stato previsto. Insomma, l’ennesimo pasticcio politico/burocratico, frutto non si sa se di incompetenza, distrazione, superficialità….o chissà che cos’altro.
Peccato che alla fonte degli errori ci siano i massimi sistemi del MIUR e delle Università, depositarie dell’autorizzazione del Ministero  dell’Istruzione a istituire i percorsi formativi.
E dire che la notizia era stata lungamente attesa, sebbene fosse insoddisfacente per le aspettative dei docenti piemontesi in generale e vercellesi nello specifico.
Infatti, i posti messi a disposizione previsti dal decreto  per la nostra regione solo 200, come quelli, tanto per fare un esempio, banditi per l’Abruzzo.
Se vogliamo fare un raffronto con altre regioni, i dati si fanno ancora più stridenti:

  • Campania 1150 posti

  • Lazio 1425

  • Molise 370

  • Puglia 450

  • Sicilia 1185

Ma i posti di lavoro non erano al Nord? Perché allora questa disparità?

Siamo in presenza di un trattamento che penalizza quindi fortemente i nostri docenti, tanto più evidente se si analizzano i posti banditi per i singoli ordini di scuola:

  • 30 per la scuola dell’infanzia

  • 45 per la primaria

  • 60 per la secondaria di I grado

  • 65 per la secondaria di II grado.

Si tratta di cifre veramente irrisorie, se confrontate anche  con i dati della nostra sola provincia.
Il contingente totale di posti di sostegno assegnati dal MIUR per il corrente anno scolastico era infatti di 137 posti, di cui

  • 21 per la scuola dell’infanzia,

  •  40 per la primaria,

  • 19 per il I grado

  •  57 per il II grado.

Dopo le nomine dei docenti specializzati da concorso e da Graduatorie ad Esaurimento, sono rimasti complessivamente nella nostra provincia ben 113 posti, che sono stati ricoperti da docenti non specializzati ( soprattutto nella scuola secondaria di I e di II grado).
Ora chi vorrà abilitarsi dovrà prendere in considerazione l’idea di cambiare regione, poiché in Piemonte si prospetta una lotta all’ultimo sangue per accaparrarsi i pochi posti disponibili.
Non dimentichiamo che i candidati dovranno superare una prova di ingresso  a pagamento) prima di iniziare il loro percorso che durerà un anno, dovendo anche conciliare le esigenze lavorative. Delle due Università presenti sul territorio piemontese, (oltre al Politecnico), l’unica a indire i percorsi di formazione è quella di Torino.
Ora ci si rende conto di aver “dimenticato” l’Università di Padova. Insomma, un vero “pasticcio” geopolitico che rischia di scontentare tutti. Chiediamo fermamente un intervento del Ministro e dell’Ufficio scolastico regionale per riequilibrare una situazione che nasce male ancora prima di cominciare.
Elisabetta Ronco Cisl Scuola
Claudio Canato flcCGIL
Giovanni Troiano UIL Scuola

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
VercelliOggi.it - Network ©
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Tel. 0161 502068 - Fax 0161 260982
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it