VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
09 Dicembre 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




01/10/2009 - Vercelli Città - Mondi Vitali

IPSIA "MODA" - La protesta delle ragazze approda in Provveditorato - Con il sovraffollamento non si garantisce il diritto allo studio delle 7 allieve disabili






IPSIA "MODA" - La protesta delle ragazze approda in Provveditorato - Con il sovraffollamento non si garantisce il diritto allo studio delle 7 allieve disabili
Le studentesse ricevute dal Dott. Antonio Catania, che ha assicurato ancora il proprio interessamento

“Gli operatori della moda progettano, disegnano, conoscono ed applicano la modellistica artigianale ed industriale. Gli operatori della moda hanno la libertà di accedere al mondo del lavoro o di proseguire con gli studi.” Ma gli operatori della moda sono altrettanto liberi di fare sentire la propria voce e protestare contro una situazione che ritengono difficile ed ingiusta.



Ed è stato proprio questo il ragionamento che ha spinto le alunne della quarta “Moda” dell’Ipsia “Lombardi” di Vercelli di organizzare nella mattinata di lunedì, 28 settembre, un sit-in di protesta davanti al provveditorato.


Sono appena le 8 del mattino e le ragazze , accompagnate da compagni di altri classi dallo stesso istituto di via Sereno e da alcuni genitori, sono già in marcia: si va a scioperare sotto le finestre degli uffici dell’Usp (Ufficio Scolastico Provinciale) di via Giolito e a dire basta ad una situazione che in queste due settimane di scuola ha già creato “troppi”- dicono le ragazze- disagi.


Dalle 23 alieve della quarta “Moda” infatti 7 hanno differenti disabilità, di cui 2 anche gravi. «E’ una situazione impossibile- spiega una delle loro rappresentanti, Carlotta Friedman, 18 anni.


In quelle che dovrebbero essere normali ore di lezione e mentre la prof spiega, la classe risulta sovraffollata e caotica a causa della presenza contemporanea di noi 16 “normali”, delle sette ragazze disabili, della prof di ruolo e delle almeno tre docenti di sostegno. In più, data la situazione, coloro che hanno disabilità non possono neanche essere seguite come si dovrebbe. Così non si può andare avanti». Quindi urlando a gra voce dei slogan come“Vergogna”, “Vogliamo le classi” e “Senza sdoppiamento cala il rendimento” i ragazzi non si sono mossi dalla strada finché il Provveditore Antonio Catania, non li ha ricevuti. «Non chiediamo troppo- spiega l’altra rappresentante, Nancy Mottola, 17 anni- vogliamo che la nostra classe venga sdoppiata».


Ma le speranze che ciò avvenga, sembrano dolorosamente poche in quanto la richiesta di trasformare il corso in due sezioni risulta numericamente impossibile: la riforma non consente classi con meno di 15 alunni. E le ragazze della quarta “Moda”  sarebbero undici da una parte e dodici dall’altra: troppo poche.


Una soluzione dunque impensabile anche se il provveditore Catania ha promesso di presentare nel giorno stesso l’ennesima richiesta alla direzione regionale e di organizzare più presto possibile «un incontro con i docenti sia di ruolo che di sostegno presenti in classe per cercare di ottimizzare l’attività didattica. La situazione  che mi hanno presentato le ragazze è decisamente caotica, e con questo incontro cercheremo appunto di trovare delle soluzioni per migliorare più possibile lo svolgimento delle lezioni». Ma le ragazze ancora non ci stanno: «Sicuramente non ci arrenderemo qui- spiega  la stessa Carlotta Friedman. Se ce ne sarà bisogno- continua- torneremo a manifestare. E dato che non abbiamo i mezzi e le possibilità per andare a protestare a Torino, lo faremo senza alcun dubbio qui sotto le finestre del Provveditorato».

La manifestazione delle studentesse IPSIA "Moda" approda in Provveditorato
La manifestazione delle studentesse IPSIA "Moda" approda in Provveditorato
La manifestazione delle studentesse IPSIA "Moda" approda in Provveditorato
La manifestazione delle studentesse IPSIA "Moda" approda in Provveditorato
La manifestazione delle studentesse IPSIA "Moda" approda in Provveditorato
La manifestazione delle studentesse IPSIA "Moda" approda in Provveditorato
La manifestazione delle studentesse IPSIA "Moda" approda in Provveditorato
La manifestazione delle studentesse IPSIA "Moda" approda in Provveditorato


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it