VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
23 October 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




10/08/2009 - Vercelli Città - Pagine di Fede

IN PARTENZA IL PELLEGRINAGGIO DIOCESANO OFTAL A LOURDES - Si rinnova l’atto di amore e devozione alla Immacolata Concezione




IN PARTENZA IL PELLEGRINAGGIO DIOCESANO OFTAL A LOURDES - Si rinnova l’atto di amore e devozione alla Immacolata Concezione
L’Immacolata Concezione

«Lourdes è come una luce nell’oscurità del nostro brancolare verso Dio. Maria vi ha aperto una porta verso un al-di-là che ci interroga e ci seduce. “Maria, Ianua Coeli!”». Con questo spirito, meditando le parole pronunciate da papa Benedetto XVI il 15 settembre 2008 prima di congedarsi dal suo viaggio apostolico a Lourdes, si stanno preparando più di 750 partecipanti al pellegrinaggio diocesano dell’Oftal al santuario francese in calendario da martedì 11 a lunedì 17 agosto. Dopo il numero record di pellegrini registrati nel 2008 per il 150° anniversario delle apparizioni mariane, quest’anno il trend di iscrizioni è di poco inferiore. Evidentemente, nonostante la persistente ed incessante perdita dei valori cristiani nella nostra società globalizzata, non è ancora sopito del tutto quel desiderio intrinseco dell’uomo di cercare un non meglio specificato “soprannaturale”, verosimilmente identificabile e riconducibile al più “realistico” bisogno di Dio. Dopo aver dedicato un intero anno alla (ri)scoperta del messaggio mariano affidato a Santa Bernadette Soubirous quel lontano 11 febbraio 1858, il santuario di Lourdes per il 2009 ha scelto come tema pastorale annuale proprio la figura della giovane ed umile veggente. «Non si tratta semplicemente di rileggere in dettaglio una biografia di Bernadette - ha spiegato monsignor Gian Paolo Angelino, Presidente generale dell’Oftal - ma di estrarre quattro componenti della sua vita cristiana che, in un modo o nell’altro, nel 21° secolo come nel 19°, si ritrovano nella propria vita cristiana». Infatti, come per l’anno giubilare 2008, i pellegrini sono ora invitati a visitare quattro luoghi simbolo della vita della Santa: l’ospizio, il presbiterio e la chiesa parrocchiale, la tenda dell’adorazione, le Accueils dei malati e la Cité Saint-Pierre. Santa Bernadette fu canonizzata dalla Chiesa non solo per la grazia di aver incontrato la Beata Vergine, ma anche per aver vissuto i restanti anni della sua vita secondo i dettami evangelici, ovvero sempre al fianco dei poveri, dei bisognosi, dei malati e degli emarginati. «Meditare e riflettere sulla vita di Bernadette significa riscoprire innanzitutto la sua semplicità, il suo silenzio e l’armonia con se stessa – spiega monsignor Giuseppe Cavallone, delegato arcivescovile dell’Oftal – Anche noi, durante il pellegrinaggio, riscopriremo Santa Bernadette e il messaggio che ci ha lasciato. In particolare saremo invitati a riflettere su alcuni punti: discernere la propria vocazione, contestualizzare la nostra vita cristiana all’interno della comunità ecclesiale, riscoprire il valore dell’eucarestia e il servizio verso le persone sofferenti come espressione di Gesù Cristo in persona».
Giorgio Morera



 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it