VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
19 October 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




04/10/2016 - Vercelli Città - Economia

INCIDENTI SUL LAVORO ALLA BRENDOLAN - Ci saranno anche le coop che interpongono manodopera, ma il problema è sempre il committente: la Brendolan non può dirsi estranea

Un’azienda che da subito ha mostrato di avere ben poco riguardo per i lavoratori che operano all’interno delle proprie strutture



INCIDENTI SUL LAVORO ALLA BRENDOLAN - Ci saranno anche le coop che interpongono manodopera, ma il problema è sempre il committente: la Brendolan non può dirsi estranea

Volentieri pubblichiamo il comunicato sindacale che racconta delle gravi condizioni di precaria sicurezza sui luoghi di lavoro al magazzino Brendolan di Vercelli.

 

 Dario Brendolan

 

Un’azienda che da subito ha mostrato di avere ben poco riguardo per i lavoratori che operano all’interno delle proprie strutture, magari credendo di eludere i problemi affidando a modalità surrettizie, all’ interposizione di manodopera, l’assunzione dei dipendenti.

 

Ecco il video realizzato nel 2013, che dice di fatti sostanzialmente prodromici a quelli capitati nei giorni scorsi.

 

https://www.youtube.com/watch?v=gxK0MPO6D2M

 

Ma ecco il comunicato:

 

***

 

DUE ORE DI SCIOPERO DAVANTI AI CANCELLI DEL MAGAZZINO MAXIDI-BRENDOLAN  PER DENUNCIARE LA TOTALE MANCANZA DI SICUREZZA NELLE CONDIZIONI DI LAVORO

 

Lunedì 26 settembre scorso un grave infortunio a un operaio gli ha causato la frattura scomposta di entrambe le gambe.

 

Dopo il grave infortunio verificatosi lo scorso lunedì 26 settembre, all'interno del magazzino Maxidì-Brendoland, ieri 28 settembre 2016, la Filcams Cgil ha indetto uno sciopero di due ore, con presidio,  davanti ai cancelli per manifestare la preoccupazione e il disappunto rispetto  alla carenza delle garanzie di sicurezza all'interno della stessa struttura logistica.

 

La giornata lavorativa di lunedì 26 settembre si era preannunciata critica fin dal primo mattino, con il riscontro della caduta dall'alto delle scaffalature di due bancali di materiale: crollo avvenuto nella notte che - fortunatamente - non aveva coinvolto alcun addetto, a cui però ha fatto seguito, all'inizio della mattinata lavorativa, il grave incidente occorso a un dipendente con la conseguente frattura scomposta di entrambe le gambe. La giornata si è infine conclusa con il ribaltamento di un muletto avvenuto durante l'orario di lavoro, fortunosamente senza riportare conseguenze.

 

I lavoratori di questo sito raccontano troppi incidenti occorsi in situazioni lavorative completamente prive di sicurezza. Il grave incidente subito lunedì scorso dal dipendente della Maxidì-Brendoland, originato da una manovra impropria di una movimentazione di carico da parte di un camionista addetto alle consegne, non è accidentale. Il fattore che accomuna tutte le situazioni di pericolo è determinato dalla schizofrenica organizzativa derivante dall'assecondare la consegna delle merci in tutti i punti vendita della grande distribuzione. Una carenza organizzativa cui consegue un accatastamento di merci, un affollamento di personale e mezzi di spostamento non idonei.

L'infortunio è sempre dietro l'angolo: più di una volta si sono scongiurate situazioni che avrebbero potuto avere gravi conseguenze.

 

"Da tempo abbiamo chiesto alle società che si sono avvicendate nella gestione dell'appalto di modificare l'organizzazione del lavoro, così come abbiamo chiesto che si facessero anche promotrici della modifica delle logiche gestionali del magazzino che - strutturalmente sottodimensionato - non può assecondare le dinamiche di una logistica concorrenziale, impetuosa e a volte improvvisa, afferma Valter Bossoni, segretario generale della FILCAMS CGIL Vercelli Valsesia.

Il fermo con sciopero delle attività del magazzino Maxidì-Brendoland è il minimo di un'azione sindacale a tutela della sicurezza dei lavoratori che operano nella struttura: appaltatore e committente devono capire che questa situazione di grave insolvenza degli adempimenti in materia di sicurezza non è più tollerabile e va modificata", conclude il sindacalista.

 

https://www.youtube.com/watch?v=gxK0MPO6D2M

 

VercelliOggi. it è e sarà sempre gratuito.
Per effettuare una donazione clicca:

http://www. vercellioggi. it/donazioni. asp
Commenta la notizia su
 

https://www. facebook. com/groups/vercellioggi  
Per leggere e commentare anche le principali notizie del Piemonte:

https://www.facebook.com/VercelliOggiit-1085953941428506/?fref=ts

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it