VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
martedì 29 settembre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




20/09/2009 - Bassa Vercellese - Enti Locali

GREGGIO - Il Sindaco Carlo Bosso racconta come stanno le cose sull’impianto di stoccaggio rifiuti liquidi - Non è stato firmato ancora nulla e la popolazione greggese sarà sempre informata







GREGGIO - Il Sindaco Carlo Bosso racconta come stanno le cose sull’impianto di stoccaggio rifiuti liquidi - Non è stato firmato ancora nulla e la popolazione greggese sarà sempre informata
Carlo Bosso

(d.va.) – L’intervista è con Carlo Bosso, sindaco di Greggio e riguarda la possibilità della realizzazione di un impianto di stoccaggio di rifiuti liquidi sul territorio greggese.



La prima domanda è d’obbligo, ovvero: lei cosa ne pensa? «Come Amministrazione dobbiamo prendere in considerazione e valutare qualsiasi offerta economica di insediamento produttivo. Sodai Italia, nel novembre 2008, ci ha inviato una lettera con la quale comunicava l’intenzione di realizzare un impianto per la pulizia di rifiuti liquidi industriali. Il 24 febbraio 2009 ne ho data comunicazione in consiglio comunale a tutti i consiglieri presenti, fra i quali c’era anche il signor Rinaldi, rappresentante della minoranza, presentando gli atti ufficiali».


Ma lei, signor sindaco,  ha già dato un’adesione a questa iniziativa, o meglio: ha già firmato qualche documento? «Non ho ancora firmato alcuna intesa con Sodai Italia – replica Bosso – anche se alcuni “paladini” greggesi affermano il contrario. Dopo la prima conferenza dei Servizi convocherò il consiglio, portando le notizie che mi saranno date e chiederò l’espressione di voto ai consiglieri; sulla base della loro votazione tornerò in conferenza dei Servizi dove comunicherò l’indirizzo amministrativo datomi dal consiglio».


E sui timori paventati da chi ritiene pericoloso questo impianto in quanto esso sorgerebbe in un’area prossima alle risaie in cui cresce il “riso di Baraggia dop (denominazione di origine protetta, ndr.)” quali sono le sue considerazioni? «Lavorando nel settore agricolo – spiega il sindaco – sono molto sensibile alla produzione sia nel territorio greggese che della Baraggia, tanto che ho seguito per intero il percorso intrapreso per arrivare ad ottenere la denominazione dop per il nostro riso: credo pertanto di non dover dimostrare a nessuno quanto ho a cuore l’agricoltura locale


In consiglio provinciale il Pd ha presentato un’interrogazione in merito all’eventuale realizzazione dell’impianto, appoggiata anche dal consigliere regionale Alessandro Bizjak che ha ritenuto, a suo avviso, non chiare le ricadute positive per le nostre comunità. «Sicuramente sono tutte strumentalizzazioni – controbatte Carlo Bosso – oltretutto mi chiedo come Alessandro Bizjak possa domandarsi quale guadagno si possa avere da questo stabilimento: evidentemente dieci posti di lavoro e 500 mila euro all’anno per vent’anni per lui sono una sciocchezza. Per un paese piccolo come Greggio non lo è. Sarebbe il caso che l’amministrazione regionale, dove lui è in maggioranza, rivedesse piuttosto i piani regolatori ed ascoltasse di più i sindaci».


Per concludere chiediamo al primo cittadino: come ha informato, se lo ha fatto, la popolazione? «Al 30 giugno in Provincia è stato consegnato il progetto da parte di Sodai Italia, il quale è arrivato al nostro Comune a fine luglio: l’ho comunicato prima ai consiglieri, poi ho indetto una conferenza stampa ed ho inviato una lettera a tutti i greggesi».


 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it